Presenze Aliene

martedì 30 novembre 2010

MANIPOLAZIONE-1-


Con il presente articolo, inizia una serie di articoli relativi all’argomento  “manipolazione”. L’intento è di proporre attenzione ad un argomento  poco noto alla massa e agli onesti ma, ben conosciuto dai manipolatori sia individuali che di sistema. In base a quanto da me maturato e raccolto, propongo.. nessuno è invitato a credere, la credulità in questo mondo ha già fatto troppi danni ma, semmai a considerare. Prima di iniziare però, intendo chiarire un termine che verrà usato di frequente ovvero “sistema”. Il sistema terrestre, è il “modus operandi” attuale, maturato collettivamente. Tutti ne facciamo parte; ma in esso ognuno ha parte diversa. Una cosa è essere una marionetta, altra cosa un burattinaio. Io per scelta, non vorrei essere ne uno ne l’altro; anche perché, il burattinaio a sua volta fa parte dell’organismo dei burattinai dove al vertice vi è altro burattinaio più grande ecc..    Io non posso conciliare la mia “libertà d’essere” con la scelta di utilizzarla nell’intento di manipolare altri. Procediamo..
Gli esseri umani, subiscono tre tipi di manipolazione.
1.     MANIPOLAZIONE AUTO/INDOTTA
La manipolazione auto-indotta, è quella che l’individuo esercita su se stesso, in conseguenza del suo basso stato di coscienza. Potremmo anche chiamarlo, autolesionismo inconsapevole. A questo, si aggiunge l’auto/manipolazione che l’individuo esercita su se stesso in quanto indotto a farlo da azioni di manipolazione esterna al quale  ha creduto. Esempio: Il fluoro nuoce ed ottunde la mente in quanto inibisce certe parti del cervello. I nazisti e i russi, lo utilizzavano inserendolo nell’acqua potabile delle popolazioni occupate. Poi sono arrivati gli alleati a liberarci, niente più fluoro nell’acqua; ma dentifricio al fluoro. In seguito, pillole di fluoro ai bambini. Le persone che hanno fatto uso di fluoro, si sono  auto/manipolate credendo a quanto indotto. Stesso discorso per i vaccini ecc.. ma, alla base un elemento è sempre costante: la credulità! Ogni atto o scelta di credulità, lo chiamerò un “credo”. Definizione di credo: “Accettazione passiva e incondizionata, di fatto non provato”. In ambito religioso, il credere è stato strategicamente trasformato in “atto di fede”. Quando poi un individuo, ha assunto per scelta un credo (in qualsiasi ambito), per una questione di orgoglio e di ignoranza (paventata per coerenza ), inizierà a difendere la posizione. Nota l’affermazione “io credo” oppure, “sono fatto così” oppure, “questa è la mia passione” ecc.. a questo punto il soggetto è assuefatto. Il credo o meglio, i credo, hanno dato avvio alla dipendenza. Perché nell’informazione di massa non si accenna mai alla dipendenza da credulità?.. Semplice, perché i burattinai di sistema hanno necessità che la massa creda il più possibile. Definiranno con termini fuorvianti,  affinché la massa non si accorga di ciò che  sta facendo, quali  “tradizione”, “costume”, “moda”, “ volontà popolare” ecc.. Ti parleranno di democrazia, dove non sarà mai democratica, ma sarà di tipo dittatoriale/occulto. Ripeteranno all’infinito ciò che vogliono far passare. Presenteranno come liberi e accreditati opinionisti, personaggi che invece sono mercenari del sistema. Se ti parleranno di salute; la sanità sarà indirizzata alla guerra al sintomo mentre, contemporaneamente, verranno occultamente incentivate le malattie da parte delle multinazionali del farmaco. Da considerare qui, l’uso strumentale di vere o ipotetiche nuove malattie e relativi affari economici del mercato dei vaccini. 
2.     MANIPOLAZIONE DA POTERE OCCULTO (Terrestre)
La manipolazione da potere occulto terrestre, è quella che viene esercitata dal potere legalmente (?!..) costituito ovvero, di stato o insieme di stati, mediante segreti di stato, segreti industriali, segreti di religione ecc.. e dai poteri occulti (mafie, mafia delle mafie, satanismo ecc..) nei confronti della massa. Nella nostra società, spesso si sente parlare di “poteri forti”, “poteri trasversali”, “lobby di potere”. Non vanno dimenticati i “poteri sovranazionali”  e “multinazionali” che, attualmente stanno diventando entità a se stanti e, fuori controllo, rispetto a chi ne fa parte. Vedi Nato, Onu, Oms, ecc.. Attualmente si inizia a parlare di “Mafia di Stato”, i servizi segreti quando vengono individuati in fallo, vengono definiti “settori deviati dello stato”; ma solamente quelli scoperti. E gli altri, cosa sono?..La manipolazione imposta, si serve dei mezzi d’informazione per plagiare, utilizza la propaganda e il lavaggio del cervello ecc.. utilizza i messaggi subliminali, può utilizzare tecnologie d’avanguardia che, vanno ad incidere sulla lunghezza d’onda del pensiero umano (armi psicotroniche); ma non dimentichiamo l’utilizzo di sostanze che hanno il fine di ottundere la mente umana ( vedi droghe, psicofarmaci, fumo, fluorizzazione ecc..). Sono esistiti progetti di manipolazione mentale di massa, quale il famigerato progetto MK-ULTRA. Il fatto che ufficialmente sia stato dichiarato interrotto; non garantisce affatto che non sia proseguito con altra denominazione o che non ve ne siano in atto altri. Vedi ad esempio il “Progetto Haarp”, il concepimento dell’arma climatica come mezzo di persuasione ecc.. La presenza di microcips addosso a persone, è una realtà innegabile. Dopo aver impiantato i microcips addosso ad animali, questi ora sono presenti anche addosso a persone. Probabilmente il potere occulto vedrebbe di buon occhio una massa completamente microcippata. Per giunta, il potere di sistema (terrestre) sta studiando le forme di manipolazione aliena nei confronti della massa e, la sta duplicando a proprio tornaconto nuovamente sulla massa ignara e credente. Al limite della situazione, viene poi adottata la “Strategia dell’eliminazione”.  Basta andare a verificare il filo conduttore, che unisce la scomparsa di personaggi scomodi al sistema.
3.     MANIPOLAZIONE ALIENA
La manipolazione aliena è quella manipolazione esercitata da entità aliene ovvero, non facenti parte del genere umano, sul genere umano. La massa ne è ignara, in quanto gli interessi degli alieni manipolatori e dei burattinai del sistema terrestre collimano. Pertanto chi gestisce l’informazione di sistema, ha tutti gli interessi a coprire sia l’uno che l’altro. Ecco perché la questione aliena e ufologica, nonostante le prove, non viene chiarita. Ricordo la frase imperante, presso le agenzie di intelligence degli anni 50: “Gli ufo non possono esistere dunque, non esistono”. Non significa che gli ufo non esistono, significa che non è concesso che esistano, pertanto non esistono!.. A chi invece è convinto che alieni e ufo esistono, viene detto che gli alieni sono qui per studiarci. Certo che sono qui per studiarci; ma non perché non ci conoscono ancora!.. continuano a studiarci in quanto ci stanno manipolando. Ne sono prova, i rapimenti, i microcips o impianti, le interferenze a livello mentale e, durante le missioni spaziali ecc.. Il punto però non è tanto cosa fanno; ma perché lo fanno!.. Questo è quanto occorre capire alla massa, per poter arginare il fenomeno. Per non ripetermi, invito il lettore a leggere gli articoli “Parassitati e parassitanti” e “La velatura” del presente blog. Voglio precisare, che non tutte le presenze aliene presenti sulla Terra manipolano l’essere umano e, forse non tutte lo fanno in modo negativo. Per giunta, certi alieni manipolatori, sono ultradimensionali pertanto non stabilmente qui, benché mantengano stabile l’aggancio.
Un aspetto  estremamente preoccupante, è il fatto che i burattinai del potere terrestre, sono a loro volta manipolati da burattinai alieni. Al fine di non incorrere nell’ira degli dei, qui mi fermo; ma invito il lettore a lavorarci su. Intanto consiglio ai veramente interessati, la lettura dei libri di David Icke, di Castaneda, di Corrado Malanga (in particolare: Alieni o demoni). Nonché i recenti studi condotti con la metodologia ipnotica/regressiva.
Torniamo alla manipolazione terrestre.
Nessuno è più manipolato, di colui che essendolo, non ha coscienza di esserlo.
 Essendo questo articolo, il primo della serie, si rende necessario iniziare  da dove la manipolazione ha inizio. In un ipotetico mondo dove gli esseri pensanti comunicano mediante la telepatia, non è possibile ingannare l’interlocutore. Non puoi pensare che una cosa è bianca e fargli credere che è nera. Se ne accorgerebbe immediatamente e saresti scoperto. Se invece la comunicazione avviene mediante le lingue e quindi è vocale, far passare il bianco per il nero, diventa possibile ( vedi dialettica, retorica,  plagio ecc..). Che sia questo il motivo per cui un dio alieno ha imposto al genere umano, la babele delle lingue?.. La tentazione di pensarlo è forte; ma andiamo alla base. Cosa si trova alla base del primo  e più elementare tentativo di imporre una strategia di manipolazione?.. La bugia. La bugia, nel preciso istante in cui viene espressa, manifesta il tentativo di ingannare. Quell’inganno è la prima strategia di manipolazione. Tutto il resto viene di conseguenza. Le strategie sono un insieme di bugie imposte. Il tutto possibilmente condito, con l’ingrediente paura. Una massa impaurita e plagiata, è quanto occorre per farla andare dove si vuole.
Le strategie di manipolazione, sono di due tipi: quelle offensive e quelle difensive. Se le quantifichiamo e le poniamo sui due piatti della bilancia; vediamo che non vi è equilibrio. Quelle offensive sono di gran lunga in maggiore quantità rispetto alle altre. Questo significa che gli offensivi hanno elaborato, adottato e imposto, una mole di lavoro decisamente maggiore rispetto coloro (la massa) che addirittura non si rende conto di quanto sta avvenendo. Quando si rende conto di essere offesa, tenta delle difese; ma essendo condizionata dall’ignoranza, dalla limitazione di mezzi, dalla morale, dall’etica, dalle leggi che non devono essere affrante (mentre dall’altra parte non vi è legge se non la propria) ecc.. alla fine non saranno altro che un pallido  e limitato tentativo. Teniamo presente poi, che la manipolazione di massa prevede strategie tipo quella di far scannare gli avversari tra di loro, affinché affranti si consegnino spontaneamente nelle grinfie del vero nemico. Affermava un tale: “Quando due parti sono in guerra, nessuna delle due vincerà!.. vincerà la terza parte che, le due ha fatto scontrare!..”.
Sintesi: La manipolazione di massa è l’espressione d’insieme della auto/manipolazione, della manipolazione  di sistema e di quella aliena, dall’intreccio contemporaneo di un’infinità di strategie offensive e per conseguenza anche difensive. La realizzazione delle strategie offensive, utilizza tecnologie. Il tutto, condito di paura e di credulità.
Questa è l’impostazione che io attualmente adotto per quanto riguarda la manipolazione. Chi disponesse di una struttura interpretativa migliore, è pregato di comunicarmela affinché possa migliorarmi. Fino ad allora, utilizzerò e svilupperò la presente. Gli articoli che seguiranno, approfondiranno meglio.
Dario Giacoletto

Nessun commento:

Posta un commento