Presenze Aliene

martedì 28 dicembre 2010

UFOLOGIA -1-

UFOLOGIA -1-
dario.giacoletto@vodafone.it


                                                                               

PREMESSA: mi interesso di ufologia da una trentina di anni. Prima non avrei mai pensato di farlo; ma poi avvenne il fatto. Vidi un ufo spettacolare, clamoroso, coinvolgente. Una di quelle cose che nella vita, non si dimenticano più. Ne fui tirato dentro per i capelli e non ne sono più uscito. Da allora, ho visto altri ufo, due dischi volanti e, ho ripreso con fotocamere e videocamere, tutta una serie di presenze aliene. Certo, l’informazione al riguardo, mi ha creato grandi perplessità e in tal’uni momenti, anche delusione; ma i fatti di cui ero stato testimone mi davano la convinzione circa l’opportunità di continuare nella ricerca. Cercai di capire cosa avevo visto (inizialmente ero completamente estraneo all’argomento) e qui emersero tutte  le difficoltà e le incongruenze che circondano l’ufologia.

L’ASSURDITA’ DEL TERMINE UFO
L’ufologia è metaforicamente, come un minestrone e, come tale, in essa convergono numerosi ingredienti. Taluni ci stanno di diritto, altri ci stanno di frodo.  “Ufo”, significa “oggetto volante non identificato”. In italiano appunto O.V.N.I.. L’opposto del termine ufo è “Ifo” ovvero, oggetto volante identificato”. Altro termine utilizzato è “”Uso”” ovvero “oggetto volante che esce dal mare”. Lo stesso oggetto quindi può essere per taluni un Ufo e per altri un Ifo, per altri un Uso. Dipende dal dove si vede, come si vede, come lo si identifica e, qui già un bel minestrone.  Il termine ufo, presenta poi una contraddizione del termine stesso. Se io definisco un oggetto volante come “non identificato”, automaticamente lo definisco. Definendolo, non è più “non identificato” pertanto non è più un ufo; ma semmai un ifo. Probabilmente occorrerebbe un termine più adatto. Vi è poi da considerare che se un tizio lancia una mela al buio e, come tale non viene da altri individuata; per conseguenza può essere definita ufo quindi, per conseguenza, un ifo!.. Spesso si sente la solita  domanda ovvero, se gli ufo esistono. Questa è una domanda demenziale!.. certo che esistono e, esisteranno sino a quando esisteranno mele (qui ci potete mettere di tutto) che, non individuate come tali, sono per conseguenza ufo.

COMPONENTI DEL MINESTRONE
Nell’informazione ufologica circolante che da allora ho considerato, ho constatato la presenza di tutto ed il suo contrario; ma ciò che più infastidisce, è il fatto che a distanza di anni poco è cambiato. Certo ora vi sono ammissioni ufficiali, che prima non venivano fatte e, la quantità di avvistamenti e  di prove è aumentata a dismisura. Purtroppo però, a  livello d’informazione di massa, si continua a far di tutta l’erba un fascio e, a creare caos. 
·       Dischi volanti prodotti da tecnologia terrestre. Ci sono le ammissioni ufficiali, circa i tentativi più o meno riusciti della loro costruzione nel dopoguerra. Non dimentichiamoci che già i nazisti ne costruirono. Si potrebbe discutere circa il grado tecnologico raggiunto; ma non il fatto che ci provarono e ci riuscirono. Così pure russi, statunitensi, canadesi e altri.
·        Dischi volanti da tecnologia ignota a noi:Potrebbero essere costruiti da terrestri ignoti a noi o alieni terrestri, così come pure alieni extraterrestri.
·        Altre tipologie di forma:Stesso discorso dei dischi volanti, vale per altre forme volanti (triangoli,astronavi, sfere, sigari ecc.. ecc..
·        Aerei sperimentali:La tecnologia di avanguardia esistente sul pianeta Terra ed in mano agli apparati scientifici/militari, sicuramente ricerca e sviluppa nell’ambito dei mezzi aerei; pertanto è consequenziale che vi siano,visibili occasionalmente, aerei avveniristici. Teniamo qui presente, la tecnologia relativa al volo con sistema antigravitazionale e, non meno importante, gli studi detti di retro ingegneria. La retro/ingegneria riguarda gli studi sperimentali che vengono fatti su reperti o relitti di ufo alieni recuperati. Vedi caso Roswell ecc..
·        Sonde terrestri e non:In seguito alla ricerca spaziale terrestre, migliaia di sonde sono state lanciate in orbita. Alcune recuperate, altre dimenticate. A migliaia continuano a vagare come rottame spaziale. Di tanto in tanto qualcosa cade dal cielo. Stessa logica dell’immondizia di Napoli. Addirittura, vi sono state proposte riguardo l’invio di materiali inquinanti e problematici da gestire, nello spazio. Scorie radioattive, compattate in missili di profondità, già  sarebbero state inabissate nei mari. Il bubbone però, potrebbe scoppiare!.. se invece il materiale fosse inviato nello spazio.. Già da tempo, sono state recuperate sulla Terra, delle strane sonde sferiche di varia dimensione. Vuote all’interno ma con un’apertura che parrebbe essere la porta dal quale il materiale interno è stato fatto  uscire all’atto dell’avaria, mediante esplosione. Tutto farebbe pensare a sonde terrestri, se non fosse che i tempi non collimano. Quando sono state inizialmente trovate queste sonde, la tecnologia terrestre ancora non disponeva di questa possibilità.


Sino a qui, siamo nell’ambito della fisicità come è comunemente intesa quindi, gli ufo sono macchine volanti terrestri o non. Va tenuto presente, che pur restando nell’ambito della fisicità a noi nota, nulla impedisce di pensare che conoscenze più avanzate possono o potrebbero generare aspetti estetici del fenomeno ufo che più nulla hanno a che fare con quelli a noi noti. Esempio: un oggetto volante fisico che si sposta dentro un particolare campo antigravitazionale, oppure dentro un campo che genera particolari luminosità o effetti, vedi ionizzazione; potrebbe indurre coloro che lo vedono a pensare chissà quali conclusioni fantascientifiche. Se andiamo oltre la fisicità più spinta, incontriamo la realtà “parafisica”, ovvero una realtà che oggettivamente o materialmente, si presenta in modo molto più tenue e con caratteristiche di acquisizione di forma che trascendono il comune modo di modellazione della materia. Va ricordato inoltre, che pure restando nell’ambito della materia comunemente intesa, già si presentano aspetti di essa che sono al limite dell’accettazione o del convenuto. Esempio: la vista umana, opera ad una certa frequenza ed è efficiente sino ad una certa velocità dell’oggetto osservato, nonché con limiti di distanza in relazione alla dimensione. Con la fotografia, sia tradizionale che digitale ed in particolare con la videocamera, è possibile vedere cose (che vengono discutibilmente poste in ambito ufologico) che altrimenti non sarebbero ad occhio nudo visibili. Di esse le persone comuni, generalmente non sanno  nulla; ma in tutto il mondo vi sono persone che le indagano e del quale hanno prove ripetute in abbondanza. Anche la scienza le conosce e ne ammette internamente l’esistenza, ma per interesse di parte, preferisce poi "cicapizzare" il tutto (vedere articolo sul presente blog “Prova fotografica della presenza aliena” ). Qui però stiamo sconfinando in un ambito nel quale gli ufo non sono più delle macchine, ma sono delle entità che in talune situazioni, assumono forme ufoidali.
·        Orbs: Vedi articolo “Gli orbs ci guardano?”. Ancora esistono  persone le quali sostengono che gli orbs sarebbero particelle di umidità, di polvere o aberrazioni. Solamente chi ha la disgrazia di essere cieco o, di doverlo essere, può affermare questo. Per gli altri, gli orbs, sono entità intelligenti che si manifestano in questa forma che, in qualsiasi momento possono cambiare. Si potrebbe supporre che sono (generalmente) parziali materializzazioni ectoplasmatiche su vasta scala; oppure anche entità che hanno un qualche ruolo nella natura. In tal’une situazioni, si è riscontrato che vi è della nebbia fotografabile ma non visibile a occhio nudo, che è costituita da miriadi di orbs. Sul luogo poi, in taluni casi, si è creata una vera nebbia. Questo fenomeno potrebbe essere legato al mistero di certe tipologie di nuvole che manifestano anormalità.  I granellini di polvere e le particelle d’umidità restano tali, indipendentemente dal fatto che in mezzo a loro vengano ripresi o meno degli orbs.
·        Rods: Vedere articolo “I rods”, sia quelli tipici che quelli superiori del quale una tipologia è rappresentata nell’articolo “Entità Delta”. Ve ne sono di altre tipologie che presenterò in seguito.
·        Plasmoidi: Questi creano dei veri rompicapo se si cerca di spiegarli secondo logiche comuni. Per giunta è stato constatato che queste presenze “giocano” con noi, in sostanza sono in grado di farci vedere ciò che vogliono, essendo plastica e malleabile a volontà la loro forma, esse ci possono far vedere la forma che scelgono che, non è quella reale, in quanto non hanno una forma statica come quella umana. Il termine plasmoide venne utilizzato, accostando questa manifestazione e quelle ectoplasmatiche tipiche dello spiritismo.
  • Ebani e flottillas:Con il termine messicano (luogo dal quale è emerso  inizialmente il fenomeno) E.B.A.N.I. si intende: Entità Biologica Anomala non Identificata. Essi appaiano come lunghi vermi volanti (in inglese infatti si usa definirli ufo-worms ) di vari colori che cambiano posizione e forma nel loro lento volare. Da questi  più o meno lunghi vermi, escono delle forme sferiche, generalmente leggermente luminose e di vario colore.  Variano di numero e vanno da poche unità a molte centinaia, creando in questo caso le così dette flottillas. Il fenomeno ebani però, non era nuovo e prerogativa dei messicani, in quanto anche qui da noi già in precedenza esisteva. Semplicemente venivano detti plasmoidi e non erano stati adeguatamente studiati. Vedere articolo “Ebani-flottillas-plasmoidi” del presente blog.   
·        Forme pensiero: “Potrebbero taluni tipi di ufo, essere delle strutture mentali di esseri superiori e/o, forme pensiero dell’inconscio individuale o collettivo?”..Potrebbero essere manifestazioni psichiche, manifestazioni di egregori o realtà virtuale?..in fondo, ogni cosa generata dall’essere umano, prima di essere realizzata materialmente, era unicamente pensata!..
·        Fenomeni naturali: che esistano fenomeni naturali che possono essere scambiati per ufo, non è un mistero. Meteore, (esse non presentano però traiettorie intelligenti). Fulmini globulari, (se però non se ne abusa per quanto riguarda la quantità e le caratteristiche, visto che la scienza non riesce a produrre la prova che siano così frequenti e così certi). Inversioni termiche, aspetti nuvolosi particolari come ad esempio le nuvole Asperatus e strane nuvole a forma ufoidale. Nuvole che vanno controcorrente, nuvole che compaiono all’improvviso in condizioni meteorologiche improponibili e poi scompaiono rapidamente ecc.. Vi è poi da considerare la questione di tutta quella miriade di forme luminose nonché di rifrazioni e di eventuali altri fenomeni ancora non sufficientemente indagati e noti. Nel calderone, ci finiscono pure le così dette “apparizioni mariane” che, si tratterebbero di madonne per i credenti e, manifestazioni ufologiche per gli ufologi.
·        Clipeologia o clipeostoria: La clipeologia o clipeostoria à la storia antica dei clipeus. I clipeus erano gli ufo, come erano definiti dai romani. Anche clipeus ardentis, per le luminosità che manifestavano che i romani interpretavano come fuoco. Nella clipeologia convergono tutte le informazioni relative ad  ipotetici avvistamenti nel passato; ma anche tutto quanto al riguardo ci è stato tramandato. Pertanto anche quanto relativo  alla  mitologia, a certa tradizione esoterica, ai testi sacri. Vedi  carro di Ezechiele, i Vimana (mezzi volanti nelle antiche civiltà orientali) ecc..convergono nella clipeologia, le tracce,  manufatti, reperti archeologici, tal’uni “ Oopard” ovvero  quegli oggetti la cui datazione  non collima con la versione ufficiale dell’evoluzione umana. (Vedi “Astronauta di Kiev” ecc..) In particolare, tutto quanto manifesta l’ipotetica presenza nel passato,  di macchine  volanti guidate da esseri superiori. Queste presenze aliene, sono state riprodotte anche su numerosi dipinti. In tal’uni sono dipinte come palle di fuoco, travi infuocate, scudi volanti ecc..


·        Le entità aliene. Per questioni di spazio, questo argomento molto complesso ed ampio, verrà trattato a parte. Nel frattempo in modo provocatorio, invito il lettore a chiedersi perché vi sono sulla Terra entità che sono disponibili a farsi fotografare mentre altre invece, non vogliono assolutamente se non  quando manifestano ciò che vogliono che l’uomo creda di loro. Le tipologie di entità maggiormente note, sono:
A)il Grigio o E.B.E. (entità biologica extraterrestre). Ve ne sono di diversi tipi e sono praticamente una manovalanza al servizio di entità superiori.
B)Il Sauroide che dà luogo ai cosi detti rettiliani.
C) Il Lux, parassita che si manifesta in forma luminosa e che può essere scambiato per entità di luce.
D)L’umanoide. Ve ne sono di vari tipologie.
E) L’Orange
F)Mantide
G) Horus
H)Il Sei Dita
I)L’Anubi
L) Il Sek
M) L’entità “Uomo Primo” che si manifesta in forma umana. Vecchio, con barba lunga. E’ Un parassita mutaforma.
N) Il Ringhio
A questi andrebbero aggiunti diverse forme di servitori vari. Va considerato poi, che diverse tipologie di entità si manifestano nelle forme prescelte sul momento in quanto sono dei mutaforma o, come li definiva Carlos Castaneda, degli inorganici. In alcune situazioni, ciò che i testimoni hanno visto e pensato quindi che fosse, altro non era che una proiezione mentale indotta. ( Chi volesse immediatamente, migliori ragguagli, può visionare: http://interferenzealiene.blogspot.com/ )  
·        Contattisti e contattati. Questo argomento verrà sviluppato in seguito in relazione alle entità aliene e, assieme agli addotti, ai manipolati e ai miracolati.
http://presenze-aliene.blogspot.it/2016/08/contatto-alieno.html
Fine prima parte -ufologia 1-

1 commento:

  1. In seguito a richieste dei lettori del blog, circa l'indirizzo mediante il quale contattarmi, segnalo dario.giacoletto@vodafone.it
    Dario Giacoletto via Quarello 9 Villanova Canavese 10070 -TO-

    RispondiElimina