Presenze Aliene

domenica 20 febbraio 2011

Ufologia -2-

UFOLOGIA -2-

Disco volante primordiale made in USA e ufo della Valtellina

LA METAFORA DEL MINESTRONE DI VERDURA

Se io chiedo ad un contadino anche di scarsa cultura, ma realista nel modo di concepire le cose, cosa è il minestrone di verdura, egli più o meno mi risponde così: Il minestrone di verdura è un composto, ovvero un insieme di ingredienti. Essi sono: l’acqua, il sale, le cipolle, le patate, le carote, i cavoli, qualcuno ci mette pure la pasta ecc..ecc.. Nessuno di questi ingredienti ovviamente è il minestrone e nessun contadino penserebbe che uno di questi ingredienti preso a se stante, possa spiegare il minestrone. In sintesi, ogni ingrediente spiega solamente se stesso. Nessuno penserebbe mai di spiegare cosa è una carota prendendo come riferimento una patata. L’insieme è un’altra cosa e a nessuno verrebbe in mente di dire che la patata è spiegabile parlando delle caratteristiche del minestrone in generale o di una carota. Questa saggezza contadina (ma è solamente “logica”), viene pure condivisa dal punto di vista scientifico. Nessun scienziato  metterebbe mai in dubbio questo ragionamento, se riferito al minestrone di verdura o argomenti similari. Appena entrano però in ballo argomenti che vanno a toccare gli interessi del potere che controlla la scienza, la logica contadina, così come pure la logica scientifica, devono lasciare il posto alla logica  CICAP. Intendo quella  logica faziosa che manipola le opinioni altrui nell’interesse della mafia globalizzata che controlla l’informazione. Vediamo come:
Se io prendo ad esempio un “rods” e cerco di spiegarlo secondo la logica materialistica comune, non potrò spiegare nulla. Idem se cercassi di spiegare la patata utilizzando la carota. Domanda: per quale motivo quando viene dibattuto l’argomento ufologia, vengono regolarmente utilizzati aspetti di un ingrediente per spiegarne un altro? Esempio: gli orbs sono prevalentemente tondi o tondeggianti e, visti in talune situazioni sembrano discoidi. Possono spiegare qualcosa del disco volante terrestre o alieno? Ovviamente no. Ed i rods con forma di sigaro, possono spiegare l’astronave madre con forma di sigaro? Un sigaro ripreso di fronte, si presenta nell’immagine con forma sferica; può per questo essere messo in relazione agli avvistamenti di sfere?.. Quindi, Se un semplice contadino non commette l’errore di accostamento degli ingredienti del minestrone, se lo scienziato non lo fa per le cose comuni ma viene fatto poi dai mezzi di comunicazione, allora sono costretto a pensare che: a) coloro che presentano l’ufologia sono degli incompetenti, oppure b)  in quanto mercenari, fanno ciò che è loro imposto dal sistema.

COSA SI DOVREBBE FARE
Secondo il mio modo di pensare, se l’intento fosse di chiarire l’ufologia, essa dovrebbe essere suddivisa in settori dove, ogni settore raccoglie esclusivamente gli elementi propri di quella tipicità e null’altro; dopodiché, per categoria, si cercherebbero le spiegazioni. Certo inizialmente non sarebbe facile selezionare le tipicità; ma unicamente lavorandoci su, a gioco lungo, si potrebbero ottenere buoni risultati. Il mantenere il calderone, cosa ha dato sino ad ora?.. ci ha dato, che più o meno tutti hanno visto degli ufo ma, quasi nessuno vi ha capito qualcosa. Gli ufologi che hanno capito, vengono emarginati o strumentalizzati e, in qualche caso, invitati al suicidio. 

SIAMO CERTI CHE SI VOGLIA VERAMENTE CHIARIRE?
Cito quanto anni addietro veniva detto in ambito di “intelligence” ovvero:
Gli ufo non possono esistere, quindi non esistono”. Questa affermazione, non significa come molti hanno pensato, che gli ufo non esistono; ma significa: ”Gli ufo esistono, ma siccome non è concesso riconoscerlo, deve risultare che non esistono”. Per ottenere questo risultato, ogni mezzo è stato utilizzato. Un esempio, ci viene dato considerando la strana moria che vi è stata di personaggi che si sono interessati di ufologia. Perché eliminare degli ufologi, se gli ufo non esistono?..
Volendo meglio chiarire l’argomento, potrei domandarmi come mai alcuni ufologi siano spariti (eliminati o suicidati) prima di pubblicare il loro primo libro, mentre altri abbiano tranquillamente dato alle stampe decine di libri!.. La risposta è semplice: i secondi sono quelli che non disturbano più di tanto il sistema, sono in altre parole compiacenti o quantomeno tolleranti con lo status quo.  Quelli ai quali è stato proibito di parlare, intendevano dire ben altro. Praticamente vi è una ufologia ammessa ed una ufologia non ammessa. E’ ammessa e favorita l’ufologia che non porta da nessuna parte (Esempio:vedi l’informazione secondo la quale l’ufologia sarebbe iniziata nel 1947. In quasi tutti gli scritti di ufologia se ne parla; ma questo nulla spiega a chi vuole capire il fenomeno, in compenso contribuisce a vendere carta e a confondere le idee. Per giunta, l’ufologia non è nata nel 1947 neanche se si intende quella moderna.( vedi R.S.33: Ricerche Speciali in ambito ufologico del periodo fascista. Vedi Clipeologia ecc..) Per cui, quando in ambito di discorso, di indagine o di ricerca, l’impostazione del contesto in oggetto si basa su presupposti dati per scontati senza che però  siano effettivamente veraci, significa che chi conduce il gioco o erra inconsapevolmente (ma è facile da scoprire) oppure (ed è il più delle volte) il “conduttore” della situazione sta operando secondo logiche strumentali di parte.

RIVELATORI-DEBUNKER- CONTATTATI
In ambito ufologico, ad un certo punto sono comparsi i “rivelatori” ovvero, personaggi che intendono rivelare. Possono legittimamente rivelare, unicamente quelle persone che, per una serie di circostanze particolari, sono venute a conoscenza di cose o informazioni  che, secondo loro, devono essere divulgate per  l’interesse collettivo. Generalmente, possono essere rivelatori agenti dell’intelligence, personaggi della politica, militari che hanno occupato posizioni particolari, personale addetto  in basi, in ricerche ecc.. (Come ad  esempio il Colonnello Philips Corso che, dopo aver rivelato tutta una mole di informazioni, muore lasciandoci nel dubbio che sia stato eliminato)
Il potere che invece occulta, ha interesse affinché nulla emerga, pertanto prende le contromisure. A sua volta mette sul mercato i suoi finti rivelatori. Questi, rivelando  cose pacchiane e non provate, ma anche cose vere in modo non appropriato o provato. Il tutto finisce con lo sminuire il valore di tutte le  informazioni ufologiche e delle rivelazioni, comprese quelle vere dei rivelatori legittimi. Diventa difficile a questo punto dividere il vero dal falso, come nel caso di John Lear rivelatore del così detto “Patto scellerato” tra rappresentanti terrestri e fazione aliena; oppure Cliffon Stone ecc..
A questa situazione, si aggiunge poi il ruolo che svolgono quei personaggi che vengono definiti contattati ma che, andrebbero definiti il più delle volte “manipolati”. Ci sono gli pseudo contattati o mitomani, ma ci sono i finti contattati in quanto finti rivelatori. Anche loro portano dell’informazione nel calderone. Ci sono poi persone che vorrebbero informare; ma essendo loro stessi manipolati internamente da entità aliene, finiscono con il fare il gioco dei manipolatori. In questa situazione confusa, contraddittoria, intenzionalmente caotica, i padroni dell’informazione sguazzano, gestendo il posizionamento dei diversi tasselli che, non andranno mai a combaciare in modo risolutivo. Ecco alcuni tra i più noti contattati: George Adamski, Orfeo Angelucci, Daniel Fry, Claude Vorilhon (fondatore del movimento dei Raeliani),Carlos Diaz, Eugenio Siracusa, Eduard Billy Meier ecc..
Non intendo escludere la possibilità che vi possano essere dei contattati che correttamente vorrebbero informare; ma questi poi, devono fare i conti con la contro/azione di discredito e d’insabbiamento. Compare così la figura del “debunker” che letteralmente significa “demistificatore” ovvero colui che smaschera le falsità. Nel caso però che il “debunker” sia un agente al servizio del sistema; diventa un mercenario che in pratica opera per disinformare. Tra i più noti, va ricordato Donald Menzel, docente di astrofisica, astronomo e acerrimo negatore della presenza ufo/aliena, si venne a sapere dopo la sua morte che era un agente  dei servizi segreti, pagato per svolgere questo ruolo. La propaganda operata mediante l’informazione di massa, farà il resto. Buona parte dei lettori, diventeranno dei credenti. Qui però, non siamo più in ambito ufologico.  Siamo nell’ambito della manipolazione di massa. Questo è il motivo per cui molti dei così detti ufologi (tra i quali il sottoscritto), ad un certo punto della propria ricerca, mettono da parte l’ufologia comunemente intesa, per dedicarsi agli studi della manipolazione di massa. Qui invito il lettore a considerare precedenti articoli del presente blog, relativi appunto alla manipolazione. Come se non bastassero i “debunker”, compaiono poi i “Men in bleak” i cosi detti uomini in nero. Numerose testimonianze, affermano che in relazione ad eventi ufologici, i testimoni hanno ricevuto la visita di questi uomini. Sono solitamente in due, vestiti completamente in nero e con occhiali  pure in nero,  con automobili tipo rappresentanza degli anni 50. Atteggiamenti da agenti dell’intelligence, si presentano per intimidire ed indurre i testimoni a rinunciare alle loro testimonianze. Vista la cosa da questa angolazione, tutto farebbe pensare che lo siano. Vi è però da considerare anche altra angolazione. Alcuni testimoni hanno affermato che nella loro occasione, questi presunti agenti, hanno avuto un atteggiamento che non è stato tipico degli esseri umani. Zero emotività, voce fredda  distaccata e quasi metallica, non è  stato possibile vedere gli occhi, al punto che si è ipotizzato che potessero essere entità aliene che si sono manifestate in forma umana. In alcuni casi, l’auto col quale sono andati via, è poi scomparsa come ufo!..  Qui però si entra nel mondo di Matrix.. A mio parere, questa testimonianze andrebbero verificate mediante l’utilizzo dell’ipnosi regressiva. Nulla esclude allo stato attuale, che il fenomeno degli uomini in nero, sia generato da  molteplici cause  che sfruttano le stesse apparenze.

ALCUNE CONSIDERAZIONI DI CARATTERE UFOLOGICO

·         Un termine sul quale si gioca sporco, è il termine alieno. Esso significa ”estraneo a” non significa però necessariamente extraterrestre. Un essere, alieno al genere umano, può essere terrestre o extraterrestre e se nel discorso non si precisa cosa si intende, vengono create difficoltà d’ interpretazione.
·         E’ possibile considerare l’ipotesi secondo cui possa esistere sulla Terra una categoria di esseri umani ”illuminati” (o auto definitosi tali)” che, prese le distanze dal genere umano, ora domina da posizione privilegiata generando aspetti che a noi sprovveduti paiono essere di natura aliena? Se questa ipotesi è realistica, si può ancora affermare che taluni fatti capitati sono frutto della casualità?.. del così detto governo ombra si parla da un bel po’ di tempo e le prove della sua esistenza, non sono certo poca cosa..
·         Mi sono chiesto nella vita più volte, se il fatto che venga indirizzata la ricerca (vedi Nasa e Seti) e l’attenzione della massa, lontano, il più lontano possibile;esclusivamente lontano, mentre contemporaneamente la massa viene invitata a non guardarsi vicino dove,  può essere possibile trovare, non sia intenzionale e strategicamente deviante. Le immagini e la realtà presentata nell’articolo “Entità Delta” provano quanto detto dopodiché, chiarita la realtà vicina, nulla vieta al genere umano di guardare lontano.
·         Quando in televisione o sui giornali vengono fatti parlare gli opinionisti  di turno (scelti generalmente ad hoc), vengono scelte le domande che non consentono “la risposta non gradita”. Quando la domanda sarebbe centrata, la pressione per una risposta evasiva si fa forte e l’opinionista acconsente. Altre domande non saranno mai poste. In sostanza viene generalmente chiesto all’opinionista di turno, di spiegare un evento ufologico tirando in ballo eventi di tipologia diversa. Non viene concesso il tempo di evidenziare le diversità di tipologie oppure l’opinionista non è competente e, il gioco è fatto. Trattasi quindi l’ufologia, di arcano mistero  e di credulità popolare. Come si può rispondere correttamente alla più tipica delle domande: “ cosa sono gli ufo?” se non si mette in chiaro che l’ufologia è un minestrone che va trattato ingrediente per ingrediente?
·         Siamo andati sulla Luna o meglio, così ci è stato detto. Il filmato con il quale ce lo hanno  fatto credere, si sa per certo che era una bufala, comunque, pensiamo pure che ci siamo andati. Per quale motivo dopo aver speso ingenti energie e denaro per arrivarci, nonostante la tecnologia abbia fatto passi da gigante e tutto sarebbe ora più economico e facile, non ci si torna; ma soprattutto, dove sono finiti i piani di utilizzo della base lunare?.. a cosa è dovuta la rinuncia?.. quanto regge la motivazione del necessario taglio dei finanziamenti, quando prima non erano necessari e dopo sono stati indirizzati semplicemente su altri obiettivi?.. e il “Progetto Horizon” della base lunare, precedente al primo sbarco sulla Luna, cosa sta a indicare?..
·         Nel corso delle numerose missioni spaziali per lo sbarco sulla luna ma, non solamente queste, si è assistito alla continua presenza e in alcuni casi ad interferenza aliena. Di tutto questo, poco ci è dato sapere. Siamo certi che la rinuncia circa utilizzo della Luna, come base per la ricerca spaziale  ( come era stato progettato e finanziato prima), non sia stata generata da imposizione aliena?.. oppure, non è che non ci viene riferito di quanto realmente sta avvenendo?..
·         Siamo in un mondo ormai globalizzato. Sta diminuendo l’autorità di stato, in favore degli organismi sovranazionali. Tutto viene centralizzato in mano a pochi; ma per quanto riguarda la ricerca spaziale, compare l’ente spaziale europeo!..mentre la specola vaticana, con i migliori telescopi, indaga lo spazio alla ricerca della fede e di Dio!..  non è strano?.. molti enti spaziali costano molto di più di pochi e, disperdono  energie e denaro!..misteri della fede o forse, vi è dell’altro?..
·         Questione pittogrammi. In tutto il mondo ormai si sa dell’esistenza di questo straordinario fenomeno. Le autorità nicchiano, fanno gli gnorri, depistano, sminuiscono, favoriscono l’informazione relativa ai falsi insomma, “C.I.C.A.P.izzano” il tutto. Eppure i pittogrammi continuano ad essere lì ogni anno, per comunicare quello che le autorità terrestri non vogliono ammettere alla massa.



Link: http://presenze-aliene.blogspot.it/2010/11/chi-produce-i-pittogrammi.html
http://presenze-aliene.blogspot.it/2015/11/crop-circles-il-messaggio-alieno.html

Nessun commento:

Posta un commento