Presenze Aliene

giovedì 3 marzo 2011

Entità: ALFA

Nel corso della realizzazione di filmati, con l’intento di individuare presenze aliene alla conoscenza umana; mi sono imbattuto in una tipologia che, mi ha lasciato a suo tempo, perplesso. Si tratta di cinque fotogrammi in sequenza, nella quale la velocità della presenza (deducibile visionando il filmato), è sicuramente alta; ancora di più però è la velocità  di metamorfosi  ovvero, cambiamento di forma in 1/25° di secondo. Di fronte alla videocamera, alcune piante che emergono dal bordo di un vallone che scende in modo molto ripido, sul comune di Chialamberto (Valli di Lanzo-Torino).  L’entità filmata pertanto compare nel filmato, arrivando da sottovalle. Non sottoterra e quindi vola. Arriva compiendo un balzo e ridiscende verso terra. Dal filmato non è deducibile se, si sia posata oppure abbia continuato a volare.  
Nel fotogramma A si vede, nel riquadro in basso a destra, questa strana presenza.
Non si tratta chiaramente di foglia; le piante sono nude, né vi è vento, per cui potrebbe trattarsi di un qualche cosa che occasionalmente  vola. Non si tratta di alcunché di noto. Parrebbe una sorta di mostriciattolo con due gambe posteriori, due braccia  a sostegno di una grossa testa piatta e visto posteriormente!?.. Passiamo al sottostante fotogramma B. Cambia la prospettiva. Qui parrebbe essere visto di fianco.







Cambia nuovamente la prospettiva. Qui parrebbe essere visto  lateralmente e da sotto. Compare nuovamente l’appendice bianca che nell’immagine A sembravano gambe.



Questo fotogramma, non aggiunge molto al precedente. La forma è simile, cambia la colorazione.


Questo fotogramma ripropone nuovamente l’immagine del fotogramma A. Questo particolare è molto importante in quanto dà ad intendere un movimento ripetitivo e ciclico che, potrebbe essere proprio di quella tipicità di presenza aliena.


A mia futura memoria e sintesi dell’evento; ho composto questa immagine cartolina. Faccio notare che, la distanza percorsa nei cinque fotogrammi e quindi in 5/25 di secondo è stata all’incirca di cinque metri; pertanto, ogni fotogramma è all’incirca uguale a un metro percorso. Al momento del passaggio la presenza è stata visibile nel mirino della videocamera (non tutte le tipologie fotografabili lo sono). Questo è indice di una certa consistenza materiale.
Metto a disposizione di chi volesse analizzare il filmato originale; il video-clip in questione, dal quale il presente articolo è stato tratto e del quale affermo la genuinità.
video

10 commenti:

  1. A prima vista potrebbe essere una foglia.

    Riccardo.

    RispondiElimina
  2. ..se si tratta di foglia, io sono un pirla. Siccome non mi sento pirla, devo capire in base a cosa si dimostra che sarebbe una foglia. A fine Marzo in alta montagna, le foglie non volano, tant'è che intorno non si vedono foglie volare nè,tantomeno sono sugli alberi. La velocità della presunta foglia poi, dice il resto. Altri filmati mi confermano. Fammi capire cosa intendi sostenere.

    RispondiElimina
  3. La forma, il colore ed il movimento ricordano, sottolineo ricordano, quelli di una foglia...Tuttavia se sono giusti i parametri di frame rate della macchina da presa facendo due conti abbiamo che l'oggetto in 20 centesimi di secondo compie 5 metri, convertendo in km abbiamo che in quel tempo percorre 0,005 Km.
    Quindi in 1 secondo fa 0,025 Km, se convertiamo il tempo in ore moltiplicando 0,025 km per 3600 (secondi in un ora) abbiamo un risultato di 90 km/h: La velocità del vento, forse.

    Riccardo

    RispondiElimina
  4. Parto dal presupposto che quanto da te affermato in fatto di velocità, corrisponda al vero. Domanda: Può essere la velocità indice verace che stabilisce quindi di cosa si tratta? Ritengo di no. Pertanto ritengo inopportuno nell’interesse di entrambi, cavillare sulla velocità. Mi è poi capitato di osservare foglie che vengono portate dal vento; ma ho visto altre traiettorie. Nell’ipotesi che la presunta foglia fosse portata dal vento, proveniente dal basso del vallone; per quale motivo, dopo pochi metri termina di sollevarla? Se l’aria saliva quattro metri prima, possibile che scende quattro metri dopo con parabola repentina?.. Probabilmente potremmo dibattere all’infinito, senza cavare il ragno dal buco. Ti propongo quindi la strada che ritengo migliore per entrambi, anzi, per tutti. A mio parere è sempre sbagliato, affidare esclusivamente la propria opinione a esperienze fatte da altri. Occorre fare la propria esperienza e analizzare quella, inizialmente adottando gli stessi parametri che s’intendeva adottare nei confronti altrui. Quindi, occorre prendere in mano la videocamera e, da aprile in poi, andare sul campo a filmare. Esattamente come specificato in: http://presenze-aliene.blogspot.it/2010/11/prova-fotografica-della-presenza-aliena.html
    Rispetto ad altre tipologie, le entità Alfa sono piuttosto rare da riprendere; ma il tentativo di farlo produce comunque risultati nei confronti di altre tipologie più frequenti. Prima o poi, dipende dalla costanza e dalla fortuna, capiterà di riprendere la tipologia alfa e altre non menzionate nel presente blog. Se lo farai, nel caso che i risultati siano interessanti, fammeli pervenire ed eventualmente io te li pubblicherò. Ciao

    RispondiElimina
  5. Al giorno d'oggi ritengo che il cavillare su un caso del genere serva non per determinare se sia o meno riferibile ad entità non terrestre ma ad aprire il via ad una dialettica concentrata non più unicamente sulla scienza, molte volte usata come manganello in luogo della sua strumentalità volta all'appurazione di un fatto, quanto sulla buona fede: Il video pubblicato e le tue risposte ne sono un esempio.
    Purtroppo la buona fede l'abbiamo persa e sarebbe opportuno ricominciare a fare riferimento ad essa più spesso.
    Il fatto che io abbia commentato questo post e non un altro, magari con più appeal, trova la sua ragione nel fatto che da mie esperienze sul campo il problema delle interferenze risulata essere, se pur con molti punti oscuri, una verità.

    Riccardo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa ... probabilmente non l ' hai vista bene ...è una variante albina della Vanessa dell ' Ortica ( vedi ) , comune lepidottero diurno .

      Elimina
    2. Inviami le prove che è come dici tu e io mi ricrederò.Ciao

      Elimina
  6. Ma quali prove? Ci vuole un bel po' di immaginazione (e tanta voglia di vedere alieni dappartutto) per non capire che è una banalissima farfalla

    RispondiElimina
  7. ..con i tuoi occhi puoi vedere tutto ciò che la tua mente ti impone o consente.Considerato che insisti, inviami una serie di foto della farfalla che dici tu, dove in alcuni scatti la farfalla è come quella che presento io. Intanto faccio notare che la velocità della tua farfalla deve corrispondere a quella della presenza Alfa.

    RispondiElimina
  8. sistema integrado de morfología variable.. una hoja seca no se dobla, ni adopta tantas diferentes formas.. es una especie de entidad que muy pocas ocasiones descienden cerca de las personas.. se los denomina '' VARIABLES'''...muy buen video.. para mi..

    RispondiElimina