Presenze Aliene

giovedì 11 agosto 2011

MOSE’ IL BUGIARDO

Mosè il bugiardo

E’ quantomeno sospetto, un Dio che genera tutta l’umanità e poi, in parte la premia e in parte la distrugge o comunque la combatte. E’ quantomeno sospetto, un Dio che per comunicare con gli esseri da Lui creati e quindi Lui stesso in quanto Tutto Assoluto, si serve di testi  poi detti sacri; scritti da ipotetici ispirati mediatori (medium) in contrasto tra di loro. Se il contrasto, è unicamente dialettico, formale, rituale, dottrinale, filosofico o altro, poco male;  Il guaio emerge quando compaiono i morti e le guerre di religione dove, non riescono più a capirsi neanche quelli che dicono le stesse cose!.. figuriamoci gli altri!..
Nel corso della storia umana, vi sono stati uomini che alla umanità hanno creato un danno  enorme. Alcuni sono ricordati correttamente per gli atti che hanno compiuto; altri sono stati santificati, osannati, beatificati, glorificati ecc.. Il personaggio che detiene però il record del danno fatto e che, anche attualmente continua a fare a causa del suo imposto pensiero alla massa; è Mosè. Il pensiero mosaico, è tutto quanto si è fatto credere ai credenti, mediante il pentateuco ovvero i cinque libri che stanno alla base dei cattolici, dei cristiani, dei mussulmani, dei protestanti, degli ebrei e comunque il danno è stato fatto, sin dove il pensiero mosaico è giunto. Il pensiero mosaico, è la causa dell’ideologia del “Popolo Eletto” che, attualmente, genera disastrosa sofferenza e morte nel mondo, coinvolgendo tutti quanti. Questa ideologia elargisce a coloro che si auto/proclamano eletti, il diritto di esistere imponendo la loro criminalità, su coloro al quale non viene riconosciuto, neanche il diritto più elementare di esistere. Questi sono i biblici “Gentili” ovvero non ebrei che precedentemente, ma ancora nel Talmud, vengono detti “Goym” ovvero animali immondi e dal quale viene tratta la frase che segue:
 "Che significa Har Sinai, cioè monte Sinai? Vuol dire il monte dal quale si é irradiato Sina, cioè l'odio contro i popoli del mondo" (Schabbat , fol. 80 col. 1)
Teniamo sempre presente che Mosè sarebbe vissuto nel XIII° secolo A.C. e che il Pentateuco venne redatto invece durante la deportazione a Babilonia sei/sette secoli dopo. Questo fatto presta il fianco a qualsiasi speculazione circa la veridicità; ma facciamo finta che la memoria orale sia stata fedele, la trascrizione anche, le traduzioni pure e che quanto scritto nel Pentateuco sia meritevole di considerazione. Vediamone alcune parti:
LA NASCITA DI MOSE’
Mosè sarebbe nato in Egitto da una donna della tribù di Levi ma, tre mesi dopo, fu deposto dalla madre in un canestro ed affidato ad un canneto presso le rive  del Nilo, affinché potesse sottrarsi al provvedimento che decretava la morte di tutti i neonati maschi degli Ebrei.
Il canestro fu raccolto (Esodo 2/3) dalla figlia  del faraone, che allevò il bimbo a corte come un figlio suo. Il nome "Mosè" deriverebbe, quindi, secondo alcuni studiosi dalla radice del verbo ebraico "salvare", indicando, così, la condizione originaria della sua esistenza, cioè l'essere stato "salvato dalle acque".
Certo è  strano il fatto; il faraone decreta la morte di tutti i neonati Ebrei e poi, proprio la sorella del faraone lo alleva in casa sua senza che venga al faraone, il dubbio che Mosè sia Ebreo!.. anche perché, la sorella del faraone sapeva che costui  ebreo lo era!.. stupisce poi il fatto che se una donna vuole salvare il proprio neonato; non pensa di affidarlo ad un cesto o ad un fiume!.. stupisce ancora il fatto che questa presunta vicenda relativa a Mosé, sia la ripetizione della vicenda di Melchisedek, anche lui salvato col cesto ed il fiume.
Diventa poi  sospetto e strano il fatto, che venga affermato che Mosè portò in salvo il suo popolo quando, se i neonati maschi venivano uccisi, vi è da stabilire chi generò  il popolo ebraico?.. ( vi fu una sola eliminazione in occasione della nascita di Mosé?..una sola volta?..) 


Sin da quando ero giovane e, avevo sentito parlare di satanismo; mi ero chiesto perché, nel corso delle sedute sataniche ma anche nel corso dei giuramenti a sette religiose, ordini di varia natura, associazioni a delinquere quali mafia ecc.. il giuramento viene realizzato davanti alla bibbia e in alcuni casi, ponendola rovesciata. Cos’è che viene rovesciato in realtà, visto che il gesto in sé non ha effetto reale alcuno?.. non sarà mica che viene rovesciata l’interpretazione biblica rispetto al comune intendere del plagiato  credente?.. Il comune credente che adotta la bibbia, crede che il Dio della bibbia sia un Dio del bene, dell’amore, della giustizia. Non pensa invece che il Dio della bibbia (quello dell’Antico Testamento), è il Dio che a sua immagine e somiglianza, Mosé ha creato e imposto per i suoi satanici fini di potere e di odio. Mosé era un satanista che, è riuscito a satanizzare il mondo ebraico mediante la credulità. Credenti e lettori dovrebbero porre maggiore attenzione a quanto male nel mondo,  Mosé ha generato e sta ancora generando. Vediamo alcuni esempi del satanismo mosaico:
·        Genesi 1 E Dio disse: Sia fatta la luce. E la luce fu fatta. E Dio vide che la luce era buona e divise la luce dalle tenebre.
E’ appena iniziato il Pentateuco e già, Mosè ha palesemente dimostrato che sta intenzionalmente mentendo. Vediamo come: Dio crea la luce che è bene e, la contrappone alle tenebre che sono male. Chi ha creato le tenebre?.. Se le tenebre erano state create precedentemente da Dio, esse non potevano essere male ( altrimenti il male è stato creato da Dio)!.. se erano state create da altre forze precedentemente a Dio, allora che Dio è se è stato preceduto e contro di lui furono create le tenebre?.. La ragionevolezza impone che la luce e le tenebre siano complementari e che il buio non sia il male. Il male è la necessità di  Mosè che intende realizzarla mediante la divisione di Dio in bene e male, scaricandone su di Lui la responsabilità. Mosè strumentalizza  il Dio vero, creandone uno  di comodo per i suoi fini.
·        Genesi 2/22 .. e della costola che aveva tolto ad Adamo, ne fabbricò il Signore Dio una donna.
Se la donna fosse stata creata come l’uomo, di fronte a Dio sarebbe uguale e diventerebbe difficile giustificare minori suoi diritti rispetto all’uomo. Se invece Dio l’ha creata con un sistema inferiore, di conseguenza ella si potrà considerare inferiore. Teniamo presente che questo genera disparità e pertanto lotta tra l’uomo e la donna.
·        3/16..e alla donna disse: io moltiplicherò i tuoi affanni e le tue gravidanze. Con dolore partorirai i figlioli, e sarai sotto la potestà del marito, ed ei ti dominerà.
E’ sconcertante l’odio che esprime contro la donna!.. ma d'altronde, nei fautori del popolo eletto questo odio si palesa ovunque. Nel Talmud troviamo:
 "E' giusto divorziare dalla propria moglie se rovina il cibo, o se si trova una donna più bella. (Talmud, Gittin, 91a)"
 "Che cos'e' una prostituta?.. Ogni donna che non sia ebrea" (Eben ha eser, 6,
La considerazione che viene data alla donna non ebrea è pari a 0!.. la considerazione a quella ebrea, pari a 0,1!.. complimenti!.. (scusate voi donne, ma perché continuate a partorire elementi del genere?.. questi andrebbero abortiti!..)
·        LEVITICO XII/1- “ Parla ai figlioli d’Israele, e dirai loro: La donna, la quale è rimasta incinta e partorirà un figliol maschio, sarà immonda per sette giorni, come ne’ mensuali suoi corsi. E l’ottavo giorno si circonciderà il bambino. Ed ella trentatre giorni starà a purificarsi.
·        XII/5 – Che se avrà partorita una bambina, ella sarà immonda per due settimane come ne’ mensuali suoi corsi e, per sessantasei giorni starà a purificarsi dal suo sangue.
Una domanda mi viene spontanea: Questo Mosè per caso non aveva qualche turba psichica?.. per caso qualche paranoia?.. Siamo certi che le corna della nota immagine di Mose’, non rappresentano Satana?..
·        Genesi 6/5 ..Vedendo dunque Dio, come era grande la malizia sopra la terra, e tutti i pensieri del loro cuore erano intesi a malfare continuamente, si pentì d’aver fatto l’uomo..
Può l’uomo pensare pensieri che non siano stati precedentemente creati da Dio?.. se l’uomo pensa pensieri non pensabili da Dio; significa che l’uomo è superiore a Dio!.. se l’uomo pensa unicamente pensieri pensabili; significa che Dio stesso li ha posti in gioco. L’uomo semmai, ha la responsabilità circa quali pensieri adottare!.. Dio poi che si pente, è cosa strana!.. Se Dio è la perfezione, non può sbagliare e pertanto non può pentirsi. Il Dio di Mosè però, deve potersi pentire, deve poter sbagliare, deve dividere tutto quanto in una lotta senza quartiere. Deve insomma creare il male ad uso e consumo degli eletti!..
·        MOSE’ UCCIDE UN EGIZIANO: Esodo”1/11 “ e scorse (Mosè) un egiziano che colpiva un suo fratello.   Egli  volse lo sguardo di qua e di là; e, visto che non c’era nessuno, uccise l’egiziano e lo nascose nella sabbia”.. qui non viene precisato se lo fece per volontà divina o meno!.. parrebbe che lo abbia fatto in quanto non vi era nessuno che vedeva!..

·        MOSE’ UCCIDE SUOI NIPOTI: Levitico X/1-  E Nadab, ed Abiu figlioli d’Aronne presi i turiboli vi misero del fuoco, e sopra di esso gettarono incenso, offrendo dinanzi al Signore fuoco straniero: il che non era loro stato ordinato. Ma un fuoco venuto dal cielo li divorò, e morirono dinanzi al Signore.. ..E Mosè chiamò Misaele ed Elisaphan figlioli di Oziel zio d’Aronne, e disse loro: Andate, e togliete i vostri fratelli dal cospetto del santuario.. e quelli subito andarono, e li portarono via vestiti, com’erano delle tonache di lino..
Sconcertante!.. i suoi due nipoti sarebbero stati divorati dal fuoco di Dio, ma vengono portati fuori dal santuario con ancora le loro vesti di lino!.. Siamo di fronte ad un ulteriore  miracolo, nel quale il fuoco incenerisce i corpi ma lascia intatti i vestiti di lino?..  questo miracolo divino non viene mai evidenziato!.. Mosè dice ad Aronne che i suoi figli sono stati inceneriti dal fuoco venuto dal cielo; significa che Aronne il fuoco venuto dal cielo non lo aveva visto?.. chi altri lo vide?.. Strano il fatto che Dio fulmina due persone mentre il solo presente è Mosè che, per conseguenza, senza la presenza di testimoni potrebbe essere accusato di aver commesso il duplice delitto?!.. non sarà mica che i due, con la scusa delle offerte sono andati a scoprire i segreti di Mosè e, per questo sono stati eliminati?..

·        NUMERI 1/1- E parlò il Signore.. il secondo anno dell’uscita loro dall’Egitto e disse: Fate il novero di tutti quanti i maschi di tutta la moltitudine de’ figlioli d’Israele secondo le stirpi, e le case, ed i nomi di ciascheduno. Tu ed Aronne farete la rassegna di tutti gli uomini forti d’Israele da venti anni in su divisi nelle loro schiere. E tutto il numero .. fu 603.550 (esclusi i Leviti che erano  la casta sacerdotale nel numero di 22.000).
Sconcerta la necessità del Signore di sapere quante persone compongono il popolo di Israele. In quanto Dio già doveva saperlo, altrimenti che Dio è?.. che lo abbia fatto nell'interesse di Mosè?.. in quanto dio, poteva comunicargli direttamente il censimento!.. Non è che l’evidenziare il numero della popolazione (eccessivo  ma non dimostrabile oggi), determina l’importanza della popolazione in base al numero e accresce il valore della storia?.. più alto è il numero, più è importante la popolazione?..  Se i maschi da 20 anni in su erano 603.550, con il rapporto attuale (maschio/femmina), le femmine erano, in base alle percentuali di oggi almeno altrettante. In base a periodi di  continue guerre e quindi di grandi morie di uomini, almeno il doppio o il triplo. Per un totale coi maschi da 20 anni in giù, di almeno 2,5/3 milioni di persone. Dopo due anni dall’uscita dall’Egitto, la popolazione non poteva nel frattempo essere cresciuta di molto, quindi significa che dall’Egitto era uscito un popolo di quasi tre milioni di persone!.. Chi sarebbe in grado di portare per il deserto tre milioni  di persone, per la maggior parte donne e bambini e di farle sopravvivere?.. Fare la conta della popolazione, in base alla volontà divina è cosa lecita; perché allora più avanti nella bibbia troviamo lo sterminio di 70.000 persone mediante una peste divina per aver osato censire la popolazione?.. (2 Samuele 24/15) e in (1- Cronache 24) viene detto che a incitare il censimento della popolazione è satana!..

STERMINIO DEI MADIANITI

Mosè ordina, dice lui per volontà divina, lo sterminio della tribù dei Madianiti, perché questi avrebbero peccato. E’ veramente strano, come Mosè, paladino della correttezza, non fa altro che derubare e uccidere ovunque passa. Fa sterminare i madianiti che lo avevano precedentemente ospitato, dal quale aveva avuto la moglie Zippora o Sefora. Da questa si separò per convivere con la bella amante!.. anche questo per volontà divina?.. Mosè fece uccidere Jetro suo suocero, detto anche Reuel e tutta la popolazione incluse le donne. Solamente le vergini potevano salvarsi, purché venisse accertato che vergini lo fossero veramente!.. Le donne si dovrebbero chiedere oggi, come facevano gli uomini allora, ad accertare quali fossero vergini; e quindi quante se ne potevano salvare! Se lo dovrebbero chiedere soprattutto nel giorno "Contro la violenza sulle donne" e prima di andare in Piazza S.Pietro a baciare le mani al papa, che tale è grazie alla esistenza della bibbia mosaica.

Nell’immagine sopra esposta, viene rappresentato Mosè mentre difende le donne e le figlie di Jetro, che prendono acqua alla fonte. Che paladino altruista!.. peccato che non vi siano rappresentazioni (per parcondicio) che facciano vedere che le stesse donne, poco tempo dopo, sono state (come riportato nella bibbia) tutte quante da lui fatte uccidere se non vergini!..


LA CASTA DEI LEVITI
I Leviti erano i membri della tribù ebrea di Levi. Da questa tribù provenne Mosè e anche Aronne. Erano i Leviti, coloro che avevano il privilegio esclusivo di fornire i sacerdoti al popolo ebraico. Non tutti diventavano sacerdoti, quelli che non lo diventavano comunque, erano delegati alla gestione degli apparati sacri. Avevano la responsabilità dello spostamento e conservazione di tutti gli arredi (tabernacolo, l’arca dell’alleanza, del tempio), erano quelli che avevano il compito di cantare, di suonare e di assistere. Erano considerati i guardiani di Dio, il suo esercito personale. Apparentemente non possedevano beni (come la chiesa cattolica e, tutte le chiese di origine mosaica) in quanto erano dediti a Dio. Poverini!.. Vivevano grazie alle offerte al tempio. Gli animali che venivano offerti in sacrificio, non potevano essere mangiati dagli offerenti, tranne dai Leviti che, vivevano anche  grazie al pagamento delle decime da parte di tutto il resto della popolazione.

LE DECIME
Le decime sono la decima parte del bene in questione. Ogni ebreo doveva versare ai leviti, la decima parte dei suoi beni ovvero, del bestiame, della frutta e di tutto il suo reddito. In sostanza era una tassa netta del 10% ai leviti che, non pagavano a loro volta. Ricevevano unicamente. Esattamente come la chiesa cattolica oggi che, continua a dissanguare il popolo italiano e nulla dà in cambio, se non parole per i creduloni. Il dio dei cattolici è esattamente fatto ad uso e consumo della mafia cattolica, esattamente come quella mosaica che, nel mondo ha fatto scuola ed ha proliferato. Il dio è lo stesso, gli ebrei lo sanno e in segreto, lo chiamano satana!.. torniamo alle decime: dopo il periodo mosaico, le decime in un modo o nell’altro, sono sempre state applicate. Nel periodo medioevale, le decime andavano ai nobili e alla chiesa del luogo. Che combinazione!.. la nobiltà del passato era tutta quanta ebrea, anche se accuratamente e occultamente nascosta!.. le decime andavano alla chiesa cattolica ove era presente questa e, anche questa è occultamente una creazione ebrea, esattamente come tutti i poteri forti o occulti che oggi generano le mafie che avvelenano l’umanità ( massoneria, ordine di Malta, gesuiti ecc..).  Tutto perché queste mafie, sono tutte quante tentacoli della grande piovra mafiosa. La mafia delle mafie. La mafia sionista mosaica!..

I PAPIRI DI BERLINO:
In quattro papiri trovati nei pressi di Ghurab, si parla di un Mosè che viene definito “proprietario di greggi presso la corte faraonica” e anche “ricco possidente di bestiame”.  Si parla in questi scritti, di alcune transazioni intercorse tra questo Mosè, proprietario di bestiame, e vari proprietari di schiavi. Nell’anno 27 Mosè diede pecore e buoi a Neb-Mehy, proprietario di schiavi, in cambio di “particolari servizi” dei suoi schiavi “addestrati e agguerriti”. Questi schiavi erano definiti “predoni e mercenari” (mariannu in copto). Altre transazioni vennero fatte lungo un periodo di quindici anni: pecore e buoi del pastore Mosè in cambio di numerosi schiavi addestrati. Queste transazioni furono riportate dallo scriba di corte Tutu (vedere papiri di Berlino n.9784-9785). Il secondo di questi papiri ci fa capire che nessuna di quelle transazioni era un semplice baratto. Buoi e caproni venivano scambiati con schiavi; ma anche con misteriosi “servizi”. Razzie?..
Consiglio la lettura del libro: Il Mosè proibito” di M.Pincherle
Ovunque Mosè passò, lasciò morte, distruzione, odio, razzia e credulità religiosa. Che grande uomo!.. meno male che era ispirato da Dio!.. figuriamoci cosa avrebbe fatto se fosse stato ispirato da Satana!..
Sarebbe  finalmente ora che i credenti bigotti si rendessero conto che il dio della bibbia  ( o 6i66ia, come scrive qualcuno )  è, come sanno bene gli ebrei e non solo, SATANA!.. svegliatevi!..

3 commenti:

  1. SONO PIENAMENTE D'ACORDO CON TE, SIAMO TROPPO POCHI A RAGIONARE CON LA PROPRIA TESTA, E FINCHE' L'ESSERE UMANO NON PRENDERA' COSCENZA CHE PUO' AVERE UN SUO CREDO NON CONDIZIONATO DA CIO' CHE CI VIENE INCULCATO IN TENERA ETA', NON CAMBIERA' NIENTE. COMPLIMENTI PER LE SPIEGAZIONE CHE TENTI DI DARE, CI STANNO TUTTE O QUASI. JESUA

    RispondiElimina
  2. mosè è stato un uomo di DIO per quanto ci siano stati fiumi di sangue si viveva in un epoca dove c'era un popolo gli egiziani che avevano un potere esuberante che sottometteva tutto il medio oriente gli ebrei stufi di essere schiavi hanno dato ascolto a mosè che aveva il potere di riunire i popoli purtroppo il sangue va versato per essere liberi vorrei precisare che mosè si è inoltrato nel deserto ha avuto prove di abbandono crisi di coscienza ecc.ecc.. paragonare mosè a satana non credo che sia appropriato concordo che la bibbia non va presa alla lettera ma va filtrata come la maggior parte dei testi antichi troppe mani fanno contaminato gli scritti e religioni, il tuo NON essere arrogante ti fa onore ma la verità sta in ognuno di noi mosè è stato uomo come noi e peccatore come noi solo che aveva una cosa molto importate la fiducia in DIO la consapevolezza che DIO lo amava...

    RispondiElimina
  3. ..aveva la fiducia che Dio lo amava..bene!. quanto sangue avrebbe versato se avesse pensato il contrario?
    ..Mosè è stato un uomo di Dio..bene!.. gli altri non sono uomini di Dio?
    ..Mosè è stato peccatore come noi?..bene!..ma io e molti altri non abbiamo ucciso tante persone quanto lui!..

    RispondiElimina