Presenze Aliene

venerdì 11 novembre 2011

3- ANIME E GENESI

di Dario Giacoletto


Le canalizzazioni, sono comunicazioni col profondo e, possono essere di tanti tipi. Possono essere mediate, mediante particolari sogni o diverse forme di ricezione del messaggio. La presente canalizzazione si compone di due parti: la prima sognata e la seconda in cui avviene la spiegazione del sogno. Apparentemente e di primo acchito, il sogno pare essere di modesta importanza; ma, la spiegazione giunta con la seconda parte, offre spunto per consistenti e nuove considerazioni.


PARTE SOGNATA

Il ricordo del sogno inizia così: Io e mia moglie, rientriamo in casa nostra dopo un lungo viaggio di vacanze. Andiamo a dormire ma, mentre stiamo per addormentarci, sentiamo la chiave entrare nella toppa, la porta che si apre e una persona che entra in casa. Penso che si tratti del mio secondo figlio che ancora vive con noi ma che, non vedevo da quando eravamo partiti per le vacanze. Mi alzo e vado verso l’entrata mentre vedo nella penombra e  di spalle, una figura maschile che entra in cucina. Lo chiamo dicendogli: neanche dopo tanto tempo non ci si saluta più?..lui si volta e vedo che non si tratta di mio figlio. Si tratta di un ragazzo giovane che,mi sorride in modo ironico. Io gli chiedo dove ha preso le chiavi per entrare in casa mia e in base a quale diritto. Lui mi risponde che le chiavi gli sono state date da mio figlio. Io mi arrabbio e gli dico che non ha il diritto di entrare in casa mia, anche se le chiavi gli sono state  date da …. mio secondo figlio. Lui mi risponde che gli sono state date, non dal secondo, ma dal mio primo figlio che, sposato vive altrove e lontano. Io ribatto che nulla cambia, cerco di riprendermi le chiavi, lo prendo per un braccio, cerco di buttarlo fuori. Lui si dimena, io tiro qualche ceffone che lui scansa abilmente. Io apro la porta d’entrata e cerco di spingerlo fuori ma, fuori dalla porta ci sono due donne uguali che, con due scope tenute come se fossero pale, appena apro iniziano a palare l’immondizia che stava ammucchiata sul pianerottolo d’entrata.  Mentre io cerco e lotto per buttare fuori la persona, loro mi buttano in casa tutta l’immondizia possibile. La lotta va avanti per un po’ e poi, il sogno sfuma e io mi sveglio. Sono innervosito dal sogno e, non ne ho compreso il significato. Decido quindi di fare una canalizzazione con l’intento di scoprirne il significato. Invito pertanto il mio amico del “piano di sopra” a fornirmi la spiegazione del sogno. Ecco quanto comunicato:

PARTE CANALIZZATA


La tua famiglia è l’umanità e tu, sei tornato ad essa dopo una lunga vacanza. Tu sei un’anima la cui presenza sulla Terra è antica ma, mentre non eri presente, un tuo discendente ha fornito le chiavi per l’ingresso a chi non ne aveva diritto. Con l’apertura della porta per la sua cacciata, è entrata l’immondizia in seno all’umanità. L’immondizia rappresenta le anime che, non avrebbero dovuto animare esseri umani, in quanto anime non confacenti o inopportune al piano originario per cui esiste l’umanità. Il fatto che nel sogno sono responsabili dell’inconveniente le donne che lavorano con la scopa; sta a significare che è mediante la procreazione di nuovi esseri umani che arrivarono sulla Terra anime inopportune. Il fatto che le donne erano molto attive nel portare dentro casa l’immondizia, significa che esse erano e sono molto prolifiche. Le anime delle donne prolifiche, non si sono determinate onde impedire l’esperienza umana alle anime non idonee che si presentavano al loro grembo. Fu praticamente, il precedente peccato di Eva..
A questo punto divento curioso e quindi chiedo al mio interlocutore di spiegare meglio la questione anime opportune e  anime inopportune. Ecco la sconcertante risposta: Voi esseri umani, così come siete ora, non siete il prodotto naturale del pianeta Terra. Voi terrestri siete il prodotto di un progetto che, nella fase iniziale, è stato concepito da un insieme di gruppi diversi di anime o entità aliene. Le anime sono ognuna diversa da un’altra ma, in quanto gruppo, esprimono il paradigma di pensiero, di consapevolezza e la finalità propria di quel gruppo. Gruppi diversi di anime, comporta portare nella realtà umana e quindi anche nella genetica terrestre, contributo di paradigmi e retaggi esistenziali diversi tra di loro. Nella fase iniziale quindi, era stabilito che i gruppi di anime, seppure diversi tra di loro, dovevano garantire una compatibilità finalizzata a generare una sintesi delle caratteristiche nell’essere umano. Non dovevano unirsi anime dello stesso gruppo (che poco o nulla di nuovo avrebbero generato a livello di sintesi) ma anime compatibili di gruppi diversi che avrebbero generato nella discendenza, l’affermazione delle loro caratteristiche migliori. Purtroppo il progetto iniziale venne alterato da fazioni aliene contrarie. Queste, facendo partorire donne terrestri, portarono sulla Terra anime non opportune ovvero, anime le cui caratteristiche di compatibilità, generarono enormi problemi. Troppo grandi le differenze del loro modo di essere, dei loro paradigmi e delle loro finalità.  Troppo grande la loro mancanza di morale, di etica, di stati d’animo. Troppo grande il loro desiderio di affermazione individuale. Sono le anime che oggi nel mondo, danno luogo alla realizzazione dell’ideologia satanista.
 Nella vostra realtà tangibile, ciò comporta difficoltà di integrazione, di sintesi genetica, difficoltà pratica nel convivere tra di voi. Sia a livello coniugale che sociale o collettivo. Da questa causa nascono molte  crisi coniugali nel quale si assiste al fatto che, dopo aver messo al mondo figli (che sono la sintesi caratteriale delle due anime che li hanno generati), le coppie si scoppiano. Eppure l’attrazione iniziale era stata molto forte; questa però non era motivata dall’amore vero, ma dalla reciproca necessità di bere all’altra fonte per generare un frutto migliore. Le coppie si sfaldano quando non hanno più ragione di essere tali. Non esiste l’anima gemella in assoluto. Nella migliore delle ipotesi, esistono anime del proprio gruppo col quale è possibile entrare in sintonia o simbiosi. Esistono poi anime di altri gruppi, diverse ma compatibili e anime quasi o totalmente impossibili.
Comunque, neanche l’inconveniente del prematuro e inopportuno inserimento di anime non idonee, avrebbe impedito il realizzarsi del progetto iniziale. Sarebbe bastato che il numero delle anime inopportune (qualcuno le definisce nere)  non avesse mai preso numericamente il sopravvento e, nel tempo la sintesi si sarebbe realizzata comunque. Purtroppo il ladro ora aveva la chiave di casa e, se tentavi di cacciarlo aprendo la porta, il risultato era ancora peggiore. Nella fase iniziale, il progetto prevedeva la creazione di una sintesi  ovvero la creazione dell’essere umano espressione di sintesi di una comunità galattica. Modello da esportare altrove. Con la profanazione del progetto iniziale, e il sopravvento delle anime non opportune, la finalità delle culture aliene che l’anno generata, è diventata quella di raccogliere il massimo dei frutti dal frutteto per affermare il loro desiderio di potere. L’intento dell’interferenza aliena al quale assistiamo oggi, è la prosecuzione nel tempo, di quel loro piano di  creazione mediante manipolazione e ibridazione, di un essere umano ideale al pieno asservimento dei loro creatori. Qui si deve considerare la presenza sulla Terra del dio della bibbia e degli elohim in generale. Teniamo sempre presente che la partita non si svolge unicamente sul piano fisico ma, contemporaneamente anche in quello prossimo ad essa. Tutto questo attuale problema terrestre, poteva essere impedito?.. Certamente sì. Nella fase iniziale non si doveva commettere il peccato (errore) d’origine. Nella fase seguente, ancora certamente sì ma, sarebbe equivalso ad impedire a quelle anime inopportune di effettuare quelle esperienze che a gioco lungo comunque si riveleranno costruttive e positive per loro. A gioco breve sono e saranno per gli umani, causa di sofferenza e sconcerto. Per questo motivo, tutti dovrebbero considerare quanto appena detto, affinché si pervenga ad un vivere più sereno, di maggiore disponibilità alla accettazione delle differenze altrui e quindi, meno guerreggiato. La differenza altrui dovrebbe essere intesa, come opportunità di conoscenza e di crescita,  non di scontro. Coloro che vogliono lo scontro sempre, hanno i loro fini..


PS: Ripeto a costo di essere noioso: Le canalizzazioni non vanno credute. Vanno utilizzate nella misura in cui i dati che apportano, si  inseriscono in modo proficuo, nel retaggio del soggetto in questione.

3 commenti:

  1. affascinante, ho letto molto in proposito....

    RispondiElimina
  2. Salve, sono nuova, e vorrei chiedere a chi ne può sapere di più, ma queste anime inopportune, oggi in rapporto a queste energie potenti che stanno investendo la nostra galassia, più la cintura fotonica, almeno verranno tolte di mezzo? Il progetto Originale sta almeno facendo una opera di pulizia, eliminando questi ostacoli dal gioco?
    Questo numero anomalo di morti, che vediamo oggi, potrebbe essere dovuto alla pulizia, potrebbe trattarsi della dipartita di questi esseri?

    ciao, so che il bloggher di questo sito si nomina Tapion;
    mi piacerebbe avere qualche delucidazione da te,Tapion, se è possibile.
    ciao da Tuli

    RispondiElimina

  3. ..ciao Tuli
    ..il blogger Tapion, è l’autore del blog “Interferenze aliene”. Io sono l’autore del blog “Presenze aliene”. L’articolo “Anime e genesi” l’ho scritto io. Le anime inopportune sarebbero le anime presenti sulla Terra, senza aver scelto di esserci. Quindi presenti per costrizione o per mancanza di alternativa. Sono quelle che danno luogo ad una popolazione senza voce in capitolo ma, utili sul piano energetico per chi le manipola. Il Progetto non fa opera di pulizia perché, di fronte all’Uno siamo tutti uguali e non può favorire uno a scapito di un altro. Collegare le morie agli ipotetici o reali cambiamenti in corso non è facile, anche perché ci sono sempre state. Troppa informazione caotica, poca quella certa. Consiglio di non andare troppo lontano nella ricerca, mentre non riusciamo a scorgere quanto è vicino. Tieni presente che se la vita ti ha portata dove sei, probabilmente ti porterà anche altrove. Serenamente.

    RispondiElimina