Presenze Aliene

venerdì 25 maggio 2012

L’ANIMA -Seconda parte-


L’ANIMA  -Seconda parte-
Entra nel giardino della tua anima e, diventa il giardiniere.
Al centro del tuo essere, sii sacerdote di te stesso,
non delegare rappresentanti!.
In questa seconda parte relativa all’anima, l’argomento verrà trattato da altro punto di vista rispetto al primo. Non l’anima come generalmente considerata in base  a filosofie, dottrine o comunque in base al pensiero generalmente circolante; ma in base alle informazioni emergenti dalla ricerca mediante canalizzazioni, indagini regressive ipnotiche e non.
LE ANIME SONO TUTTE UGUALI?
Le anime sono tutte diverse una dall’altra; perché diversi sono i retaggi acquisiti in base alle proprie esperienze di percorso. Percorsi diversificati, generano anime diverse che, generando la fisicità mediante la genetica, determinano ognuna la propria specifica realtà. Secondo quanto emerge dalle indagini regressive di scandaglio del profondo, le anime giunte sulla terra che vivificano gli esseri umani, provengono da gruppi diversi. Diversi sono i paradigmi di pensiero che queste anime adottano e manifestano, diverso è il loro modo di determinarsi pertanto, diversi sono i loro modi di concepire la vita umana. In base al gruppo di appartenenza e agli obiettivi di quel gruppo, cambiano le finalità delle singole anime e quindi delle persone. Non tutte le anime possiedono lo stesso parametro di moralità, di etica, di logica, di sensibilità, nonché il parametro della fisicità ecc.., così si spiega un grande problema umano, quello della non comprensione e condivisione. Ecco perché nasce la frequente affermazione: “Non  capisco come fai ad essere così!”. Oppure, volendo andare oltre, nasce la domanda: Quando si formano le coppie che poi uniscono la loro genetica nelle manifestazioni dei figli che verranno; l’unione è determinata all'origine dalle rispettive anime? E’ una scelta della persona?  Si tratta di casualità? Quale logica si afferma?
ANIME BIANCHE E ANIME NERE
Come più volte espresso, le anime sono ascrivibili in due posizioni apparentemente contrapposte; la posizione bianca e quella nera. Quella bianca è detta positiva e quella nera, negativa. I due schieramenti sono nati dal fatto che all'inizio, le scintille Divine dette spiriti, hanno assunto posizione. Questi due campi contrapposti hanno lo scopo di stimolare il confronto che, nel corso del tempo, assumerà aspetti anche drammatici sul palcoscenico della vita. Il bianco combatte il nero e viceversa. Tutto ciò genera il dualismo che, a trascendenza avvenuta, genera lo stato della “Coscienza d’essere” sul piano individuale. Terminato il film della vita umana, si stringeranno la mano e scenderanno dal ring. La partita che si svolge nella realtà umana, può essere paragonata a quella della partita di scacchi. Se tu sei sulla scacchiera, sei parte della partita. O giochi per il bianco, o per il nero. O per te decidi tu, o lo faranno altri. Quando però decidi tu, sei tu a stabilire oppure lo è la tua anima?. Quando decide l’anima, quanto in realtà è stato determinato dal gruppo d’appartenenza?.Quando non decide la persona, chi decide?.  Chi conduce la partita? Vedremo.
I POSITIVISTI O BUONISTI
Così definisco quei ricercatori i quali sostengono che la vita di tutti gli esseri umani è pianificata a monte, in base ad una logica Divina al quale l’anima consapevolmente partecipa. Tra questi, Brian Weiss, il quale sostiene che tutte le persone da lui  indagate mediante ipnosi, manifestano questa realtà. Caro Brian Weiss, hai detto bene: tutte le persone da te ipnotizzate. Le non ipnotizzabili o contrarie al farsi ipnotizzare, dove le metti?. Sei certo che se quelle persone fossero  ipnotizzate manifesterebbero un’anima che partecipa favorevolmente alla pianificazione della vita che và a generare? Hai accertato che non esista anche l’altro versante?
I NON POSITIVISTI
Così definisco quei ricercatori, i quali sostengono che le anime sono in gran parte strumentalizzate e non sono libere di scegliere consapevolmente l’indirizzo della vita che vanno a generare. Tra questi, fa spicco il pioniere Corrado Malanga, del quale menziono l’interessante libro: Alieni o demoni? Secondo Malanga, esiste unicamente il versante negativo poiché, lui ha riscontrato  anime negative. Caro Malanga, hai accertato che non esista anche l’altro versante?
IN BASE AL MIO PERCORSO
In base al mio percorso, hanno tutti una parte di ragione però, hanno anche una parte di torto. Chi guarda solo il bianco, vede solo quello. Chi guarda solo il nero idem. Esistono però molteplici colori e, la manifestazione umana è l’insieme di una miriade di particolarità, generatasi dall’incontro delle diversità che ne fanno parte. Diversità di base, bianco o nero; ma diversità in base al gruppo di appartenenza dell’anima pertanto, diversità di paradigmi in gioco. Sino a quando il bianco e il nero svolgono il ruolo a loro ascritto dal copione; tutto si svolge secondo il piano. Quando invece certi gruppi di attori neri a sé stanti, si dimenticano del copione di base; lo scopo di quella parte nera non è più la componente necessaria per la presa dello stato di coscienza ma diventa l’opposto. Diventa l’impedimento alla presa di coscienza e qui, nasce il problema. Queste anime nere (ma si potrebbe dire spiriti), si astraggono dal gioco originale e pertanto perdono il contatto col piano Divino. Come direbbe Castaneda, perdono il contatto con la Fonte e, da quel momento in poi, il loro operare non conoscerà più logica perché, la posta in gioco diventa l’energia vitale necessaria. Sarebbe bene che il lettore giunto sino a qui, leggesse anche gli articoli del presente blog:
ANIME PUTTANE
Nella vita di tutti i giorni, possiamo ampiamente costatare che vi è un’alta percentuale di persone che non posseggono il senso, la necessità, “dell’essere liberi”. Forse troppo abituate a non decidere per l’indipendenza, diventano disponibili all’essere usate. I manipolatori non aspettano altro che renderle schiavizzate e, loro, non fanno altro che vendersi al miglior offerente, in un mercato che gioca al ribasso dove, si afferma chi si vende per meno. Nel nostro mondo, finiamo quindi per riscontrare la presenza di puttane ovunque. Così come sono le persone, sono le anime. Dove l’anima non è disponibile a vendersi, la persona non si compromette.  Certo non è simpatico affermare che le anime sono anche puttane; ma il loro operare in base ad uno stato di coscienza relativo, in base al ruolo bianco/nero, fa si che vi siano anime il cui comportamento e la cui responsabilità inducono a poter affermare che puttane lo sono. Lo sono tutte quelle che accettano di essere esecutrici di una volontà che, non è consapevolmente la loro.
L’ANIMA IN BASE ALL’INDAGINE REGRESSIVA
L’indagine regressiva nei soggetti interessati, è necessaria per molteplici motivi. L’individuo che vuole indagare da solo la propria realtà interiore, si serve della meditazione; ma dove l’individuo non è determinato o in grado di ottenere risultati da solo, ricorre all’aiuto esterno. L’aiuto esterno (superata la fase della meditazione) può utilizzare le tecniche ipnotiche. Mediante queste, è possibile accedere a fonte che si presenta come espressione dell’anima. Interpellate in una certa quantità, esse manifestano capacità decisionali molto diverse.
A)     Alcune affermano di aver deciso consapevolmente la propria manifestazione sul piano fisico. Il quando, il dove e il come e, anche le future relazioni con  genitori, parenti, amici. E' mantenuto un rapporto d’esperienza umana, in relazione ad altre anime dello stesso gruppo d’appartenenza o di progetto generale. Quando il soggetto vivrà l’esperienza umana, avrà sentore che la sua vita pare essere agganciata a un benevolo volere superiore. Incontrerà e prevalentemente relazionerà, con persone/anime dello stesso gruppo.
B)     Alcune affermano di non aver deciso, ma di essersi trovate indirizzate o obbligate. Non decidono loro e, qualcuno per loro ha deciso. Manca la consapevolezza e la capacità decisionale del determinare l’esperienza a venire. L’esperienza umana sarà una manifestazione continua di vissuto non padroneggiato. La vita di questo individuo parrà legata a invisibili fili di: destino, caso, fortuna o sfortuna, imponderabile volere superiore. Accettano comunque favorevolmente di portare il fardello della vita umana.
C)     Alcune affermano che non avrebbero voluto fare l’esperienza umana. Queste sono simili a quelle del punto B ma, nel corso della loro vita umana vivranno malvolentieri. Non accetteranno volentieri se stessi e la propria realtà. Non avranno coscienza d’essere e, alcuni non condividono neanche la propria sessualità giacché in essa non si riconoscono. Spesso si sente affermare, che l'anima è infastidita da un corpo che ritiene troppo pesante.
D)     Altre affermano che non avevano possibilità e che il loro esistere era monotono. O la strada dell’esperienza fisica, o la monotonia del nulla. Scelta la manifestazione, sarà vissuta senza entusiasmo e partecipazione attiva dell’anima. Sarà un aspettare che il tempo passi. La persona non sarà interessata alla sua anima ed essa, sarà poco interessata all’essere umano.
A parere mio, tutta questa diversità e altro ancora, è generata dalla differenza degli stati di coscienza di queste anime e dal percorso precedentemente svolto. Teniamo sempre presente che, da un punto di vista superiore, l’esperienza umana è una necessità per quelle anime che devono acquisire coscienza. Da un punto di vista inferiore, l’esperienza umana è un mezzo di costrizione strumentale per mantenere le anime da parassitare in condizione di non coscienza. Verranno ovviamente strumentalizzate maggiormente le anime dei punti BCD. Sempre lo stato di coscienza è prioritario e al centro della questione dell’essere. Secondaria in ordine d’importanza, la questione energetica dell’essere.
L’ANIMA IN BASE ALLE CANALIZZAZIONI
Prendendo in considerazione un certo numero di canalizzazioni, da queste provengono informazioni che si confermano e si contrastano a vicenda. Perché?. Risposta: Perché essendo le fonti diverse, con retaggi diversi, esprimono diversità in base al loro stato di coscienza. Nelle canalizzazioni poi, occorre sempre considerare l’intento cui tende la fonte.  Dove a comunicare, è lo spirito della persona mediante l’anima; si ha un tipo di messaggio. Dove l’anima è assente in quanto a determinazione, il comunicante può essere chiunque e pertanto il messaggio deve essere vagliato con accortezza.
ANIME FRANTUMATE E INTEGRE
Coloro che indagano l’essere umano sotto l’aspetto anima; prima o dopo incontrano il termine” anima frantumata”. Anche nella parlata popolare si può incontrare, riferito a una persona: tizio ha ” l’anima a pezzi”. Ovviamente, essendo l’anima cosa non fisica, non può essere frantumata fisicamente e, in questo caso si riferisce a una frantumazione più del morale e della condizione psicologica che non di altro. Nulla esclude però, che la condizione psicologica dell’individuo possa anche essere lo specchio della condizione della sua anima. Per comprendere però il significato di “anima frantumata”, occorre considerare il termine opposto ovvero: “anima integra”. Per anima integra, s’intende un’anima in grado di esprimersi liberamente in base al proprio potenziale. Quando invece un’anima, a causa d'impedimenti vari, non esprime il suo potenziale; incontriamo termini quali: dissociata, disgregata, disconnessa, duplicata o replicata ecc.. L’anima è strumento dello spirito; pertanto quando l’anima è integra, è perché il suo spirito è determinato, attivo e gestore superiore della situazione. Nel caso delle anime frantumate invece, il ruolo dello spirito è venuto meno. Qui si scopre quindi, che il responsabile vero del modo d’essere dell’anima, è lo spirito. Spirito attivo significa anima attiva e quindi persona attiva. Persona ignava significa anima ignava da spirito ignavo. Le anime integre pertanto, sono l’espressione di spiriti fortemente determinati. Indagando mediante canalizzazioni e regressioni, emerge che uno spirito può essere gestore di più strumenti o anime. Nel caso ciò si confermasse vero; si creerebbe una ulteriore domanda: Lo spirito gestisce un’anima frantumata in più parti o, gestisce più anime a sé stanti?.. la domanda è opportuna oppure non ha senso?.. vedremo in seguito. Ciò che ci interessa ora però, è capire se vi è reale possibilità di frantumazione di un’anima. La necessità è emersa nel momento in cui, persone indagate nel profondo mediante ipnosi, affermavano condizioni generate da frantumazioni. E’ questo il caso di una certa percentuale di addotti, sottoposti ad interferenza aliena mirante a replicare o strumentalizzare il loro essere.
CHI CONDUCE LA PARTITA?:
Quando l’anima di un individuo è consapevole e determinata, impone la decisione alla persona in questione. Lei decide da posizione superiore all’uomo. Quando l’anima non decide, altre entità prendono decisioni che coinvolgono le anime che non decidono pertanto; vi sono entità che hanno interesse affinché vi siano anime che non decidono. In questo modo codeste entità decideranno il percorso delle anime ignave. Spesso nella nostra vita sentiamo affermare che la volontà dell’individuo è determinante ai fini di quanto si intende ottenere. Certamente dico io, quando l’individuo è determinato, lo è anche la sua anima e pertanto questa determina la realtà a venire nel gioco della manifestazione. Per quanto riguarda la questione dei rapimenti o adduzioni aliene; dalle canalizzazioni emerge che le adduzioni avvengono esclusivamente in relazione al gruppo animico d’appartenenza. Le entità aliene che operano i rapimenti, rapiscono esclusivamente esseri umani la cui anima appartiene al loro gruppo e non di altri. Non tutti i rapimenti sono da intendersi negativi. Vuoi per certi esiti positivi, oppure per il fatto che a monte quelle anime avevano accettato la realtà umana a venire, comprendente la parte di addotti. Non tutti i rapimenti sono effettuati sul piano fisico. In gran parte sono esteriorizzazioni in astrale o OBE.
COSCIENZA D’ESSERE: In base al mio percorso di vita, lo scopo del nostro vivere qui sulla Terra mediante la propria anima; è quello si acquisire la propria individualizzata coscienza d’essere. La personalità (struttura mentale) o persona (corpo fisico) sono strumenti dell’anima che, manifesta a monte lo spirito o scintilla Divina. Chiunque sia in grado di manifestare una ragionevole spiegazione diversa, è invitato a esprimersi.
Fine seconda parte
Nella terza parte verrà esposta l’anima in base a canalizzazioni e, molti punti si chiariranno.

giovedì 10 maggio 2012

LA CASTA PUTTANA

LA CASTA PUTTANA
Di Dario Giacoletto




La casta puttana è quella meretrice, dispensatrice di prestazioni a pagamento che, senza dignità alcuna, pretende di essere considerata fisicamente e moralmente, vergine come la madonna. Mentre la casta puttana, spavalda si esibisce ed esercita, mentre espone le sue doti dalla vetrina del bordello di stato, la sua verginità e santità, è formalmente garantita dai bavosi e pervertiti grassoni dell’oligarchia del vizio, mediante adeguati professionisti della fratellanza mafiosa.
In Italia, la casta è generalmente considerata l’elite della politica e mai, termine fu più appropriato. Come puttane in vetrina, vanno in televisione a esibire le loro doti mercenarie. Come puttane santificate, minacciano chiunque tenti di dimostrare il mestiere che hanno scelto. La loro spavalda immoralità, il loro insaziabile desiderio di parassitare il prossimo, sta generando il rigetto della politica mentre, loro giocano abilmente (ma poi neanche tanto), con la retorica, il politichese, la neuro/linguistica e il potere. Presto ci faranno vedere Formigoni o chi per lui, camminare sulle acque e la loro beatificazione! Ogni accusa nei loro confronti, è sempre da loro definita ingiusta, orchestrata da misteriosi complotti per screditarli. Intanto, dopo essersi venduti alla mafia di sistema (le personalità politiche), pretendono operazioni di ricucitura plastica per riavere la loro verginità. Il tutto a carico dell'onesto cittadino ingannato. Ora ho capito perché in Italia, la classe politica non intende far pagare le tasse alle puttane! Questa classe politica non intende tassare se stessa.

LE PUTTANE DI STRADA
Le dispensatrici di prestazioni sessuali hanno maggiore dignità dei politici. Intanto non manifestano la pretesa di essere caste e poi, il denaro se lo fanno dare da coloro a cui offrono il loro servizio. I politici offrono invece la loro prestazione all’oligarchia mafiosa ma poi, presentano il conto ai trombati contribuenti, come se per loro avessero svolto il servizio. Le puttane di strada non si offendono se, definite con garbo ciò che sono. I politici fanno invece gli offesi e, minacciano querele! Le puttane di strada vendono esclusivamente del proprio. I politici, dopo aver prostituito se stessi nella propria dignità, vendono il prossimo dal quale si fanno poi pagare. Ergo: LE PUTTANE MERETRICI, HANNO MAGGIORE DIGNITA’ DELLA CLASSE POLITICA ITALIANA IN GENERALE (salvo poche eccezioni). Le puttane di strada, certe volte ringraziano. I politici mai! Le puttane di strada non pretendono di avere riconoscimenti non dovuti. I politici si auto proclamano a vicenda, eroi nazionali meritevoli di titoli, di entrare nella storia, di avere a futura memoria intestate vie, strade, piazze, monumenti  ecc.. Negli stati meno bigotti e meno mafiosi dell’Italia; le meretrici svolgono il lavoro scelto, pagando le tasse e quindi contribuendo come comuni cittadini quali sono. In questa Italia bigotta e mafiosa, esattamente come vuole il Vaticano; le puttane di strada non devono pagare le tasse e, le puttane di stato devono essere rimpinguate dai contribuenti onesti!


Questi dati di fatto, hanno generato il totale disprezzo nei confronti dei politici; al punto (Italia o altro stato nulla cambia, in quanto a concetto) da giungere a portare a testa alta, una maglietta con la scritta: "Noi prostitute insistiamo nel dire che i politici non sono figli nostri". Quest'affermazione è nata in conseguenza del fatto che, i politici vengono generalmente considerati ”figli di puttana” ma, da questa affermazione le puttane si sono sentite offese e hanno voluto prendere le distanze!

LE DONNE IN POLITICA

Con l’emancipazione femminile che, esigeva uguali diritti degli uomini, le donne hanno fatto l’entrata in politica. Si diceva allora, “ Le donne porteranno in politica la loro esperienza femminile, il loro senso pratico, la loro moralità”. Ovviamente a chi gestisce la politica, è chiaramente noto che non è questione di uomini o donne. Sa benissimo che si tratta esclusivamente di avere a disposizione sottoposti politici asserviti o no pertanto; le donne che sono entrate in politica, sono state scelte con il criterio già applicato con gli uomini ovvero: “Se non sei disposto a venderti e a comprometterti, non entri!”. Ora, benché nessun politico abbia interesse a evidenziare, si può fare l’inventario di quanto ottenuto. Anche le donne, come gli uomini; hanno adottato la stessa strategia. Quando sono all’opposizione, parlano nell’interesse degli elettori onesti, ma lasciano agire il governo in base agli interessi della mafia di sistema. Quando invece sono loro al governo, agiscono negli interessi della mafia di sistema (di tanto in tanto la definiscono come: potere forte) affermando che è l’Europa che glielo chiede, oppure la logica internazionale. La Bindi, in un'intervista televisiva “faccia a faccia”; ha affermato che le decisioni del parlamento vengono prese altrove e che il parlamento, semplicemente le avvalla! Un'affermazione del genere è di quelle che dovrebbero far tremare il Colosseo e i palazzi dei dintorni. E’ invece calma piatta. Certo la Bindi lo ha detto; ma perché non lo ha denunciato quando era lei al governo? Perché non ha precisato nelle persone di chi e, quali poteri occulti impongono le decisioni al governo italiano? Semplice, la Bindi si può considerare un politico che si è venduto al potere forte ma che, agisce mediante la logica del “minor danno” per il paese e non, del maggior profitto per se stessa. Altri politici invece, come Berlusconi, Alfano, Monti ecc.. (tutti massoni), puntano al maggior vantaggio per loro stessi e la massoneria. Il meretricio politico non ha limiti. Poi è arrivata la Cicciolina, il partito dell’amore, le escort, gli omosessuali, i trans ecc.. Viva puttanopoli! Per fortuna poi, è arrivata una ventata di candida verginità con la Fornero e le sue sincere lacrime.  Analizzate nel laboratorio della condivisione dal ceto medio basso dopo la stangata “lacrime e sangue”; le lacrime si sono rilevate con dei gradi di purezza pari, all’acqua del bidet dopo che la stessa si era lavata in seguito a dissenteria! Non perdiamo tempo con la Santanchè, la Gelmini ecc..


I GIURAMENTI MULTIPLI
Teoricamente, chi giura fedeltà alla patria, dovrebbe adempiere coerentemente il mandato, nel rispetto di ciò che ha giurato. Che cosa prevede tale giuramento, se a monte o a valle ci sono però altri giuramenti che lo invalidano? Stranamente però, non ho mai sentito dibattere l'argomento da nessun politico della casta. Nessun politico (ovviamente) pare essere interessato alla cosa e, non sono mai proibiti altri giuramenti. Chi ha giurato fedeltà alla patria, dopo aver giurato a vita con giuramento prevalente per la mafia o per altre  congreghe; compresa la massoneria, l’ordine dei gesuiti ecc.. come deve essere considerato di fronte allo stato onesto? La corruzione dilagante nel nostro paese, negli aspetti di minor conto, può essere fatta passare come espressione di una corruzione individuale e quasi casuale. Negli aspetti importanti, è però riconducibile a personaggi legati a poteri occulti criminali che a questi poteri (detti poteri forti) hanno giurato fedeltà con giuramenti prevalenti su quello della fedeltà alla patria. I politici che tradiscono l’elettorato onesto; sono però coerenti al giuramento di fedeltà alla patria, nel senso che il potere mafioso è il padrone della patria Italia e, per padroneggiare ancora, ha necessità che per fedeltà all’Italia il corrotto della casta, sia fedele all’interesse della mafia che la gestisce. Il tutto, sotto l’egida e il controllo dei servizi segreti, massoni se considerati riguardo alla vicenda P2, Sifar ecc.. Cosa è cambiato dopo? Dopo abbiamo assistito alla devastazione dello stato di diritto e della giustizia che, già anche prima non era granché. Silvio ha fatto scuola.


Nell’immagine, la rappresentazione dell’uso e della prevaricazione che il governo Berlusconi ha fatto della giustizia. Certo, non è stata la prima volta!. Certo, la giustizia non era già più vergine da un bel po'; ma la tua è stata palese depravazione senza alcuna dignità di uomo!.
L’ANTIPOLITICA
L’immondizia morale prodotta dalla casta politica, si è palesata ovunque. L’iniquità sociale lo prova ampiamente. Ora che l’elettorato onesto si è rotto i coglioni e, si rifiuta in alta percentuale, di votare una qualsiasi puttana del bordello; gli strateghi della mafia di stato hanno coniato il termine di anti/politica popolare. Come rimediare ora che i politici non sono più credibili? Bene! Ora la politica sarà gestita dai tecnici! Che cosa è cambiato? Nulla! Puttane erano i politici e, uguali sono i tecnici. Il grasso continua a ingrassare e il povero a dimagrire. Tutto il resto è retorica mentre, il papa conferma Napolitano e Napolitano conferma il papa. Le tasse al Vaticano si discuteranno poi, mentre il pensionato è inchiappettato a oltranza fin da subito!.
LA DEMOCRAZIA DEL TE’ (Tratto dal sito di  Beppe Grillo)


Nella sala da tè di Rigor Montis si celebra la fine della democrazia parlamentare. Ieri, nell'usuale incontro carbonaro (i carbonari erano persone al servizio della massoneria), Monti, Alfano, Bersani e Casini hanno sorseggiato tè e mangiato biscottini, i loro placidi lombi stavano su poltroncine ottocentesche, discorrendo amabilmente per cinque ore di Salva-Italia e di Cresci-Italia. La democrazia del tè. Un'innovazione tutta italiana.                                                                                           Il Parlamento ha cessato la sua stessa esistenza con l'avvento di Rigor Montis. Gli italiani hanno barattato quel 10% di democrazia che gli restava con un 150 di spread. E' un brutto precedente, passato sotto silenzio. La democrazia è diventata una merce di scambio. Domani, di fronte a una crisi mondiale dell'energia, potremmo persino ritrovarci Scaroni a capo del Governo con 10 centrali nucleari di ultima generazione. Senatore a vita nel pomeriggio per meriti napoletani e presidente del Consiglio il giorno dopo con Chicco Testa ministro dello Sviluppo. La democrazia è sul bancone, il suo prezzo svalutato come i nostri titoli pubblici. La democrazia è un fastidio per chi vuole decidere escludendo i cittadini. La democrazia del tè è nata prima dell'estate, quando gli italiani hanno ripreso a fare politica, dopo anni, con i referendum. Il no al nucleare e il sì all'acqua pubblica sono stati devastanti per il Sistema, per le banche, per le multinazionali. Intollerabile, non si poteva continuare su questa strada.     Nella sala da tè, mentre la Frignero sparecchiava il tavolo Luigi XVI, ci si è lasciati andare, come tra vecchi amici che hanno fatto carriera insieme. Le risate e le battute si sono sprecate, esilarante quella del capotavola Rigor Montis: "Sono profondamente grato per l'atteggiamento degli italiani che nella pur grave sofferenza stanno dando una prova esemplare". E' come se Nerone si complimentasse per il comportamento dei cristiani mentre pregano nel Colosseo prima di essere sbranati dai leoni. Chissà se Rigor Montis ha versato una lacrima nella tazza, insaporendo la fettina di limone, pensando alle decine di imprenditori suicidi. Mentre i Quattro dell'Apocalisse discutevano di Sviluppo, si è saputo che nel primo trimestre del 2012 hanno chiuso 146.000 imprese. Bersani, con la faccia di chi ancora una volta si è salvato il culo e non sa perché, ha detto "C'è un nuovo patto politico!". Un altro? Ancora? E tra chi? Tra quattro imboscati in una stanza che ignorano l'opinione pubblica e fanno carne da porco del Parlamento? Voglio una web cam in quelle maledette stanze mentre discutono del futuro della NOSTRA nazione, del NOSTRO futuro e di quello dei NOSTRI figli. Nessuno può decidere per noi.
SUICIDI
Quando comparve tangentopoli, vi furono alcuni casi di decessi presumibilmente non naturali. Mediante l’informazione faziosa, fu affermato che si trattava di suicidi generati dall’ingiustizia dell’essere coinvolti in tangentopoli. Un forte dubbio esistette; giacché i decessi includevano personaggi che, nell’interesse generale del potere dei tangentisti, era meglio che scomparissero. In sostanza si può ipotizzare che furono suicidati; dopodiché venne inscenata la commedia che tangentopoli produceva ingiustizia e  suicidi. Ora, dopo la palese mafiosità degli ultimi governi, numerose persone portate alla disperazione dall’attuale crisi e ingiustizia di stato, si sono e si stanno  effettivamente suicidando. Non passano giorni che nuovi casi non si manifestino. Ora i politici (diversamente dal periodo di tangentopoli), non si esprimono al riguardo dei suicidi generati dalla crisi imposta da loro. Perché? Eppure questi sono reali e i primi erano presumibilmente fasulli!.. Pensano che gli italiani non vedono e non si ricordano? Intanto, sconcertante per i cittadini onesti, Napolitano accusa il popolo di demagogia! Attenti politici, state esagerando!. I potenziali suicidi, potrebbero cambiare rotta e decidere, prima di suicidarsi, di trascinare con loro  personaggi della casta che la crisi hanno imposto!.
IL VATICANO
L’Italia è un paese che ha molti problemi. Tra questi, ha la disgrazia di subire l’ingerenza del Vaticano e della mafia cattolica. Perché gli italiani non pensano di risolvere alcuni problemi, come fanno gli stati che questi problemi non li hanno? Il Vaticano ha beni e interessi economici in Italia ma, all’Italia non paga le tasse. Perché l’Italia non deve avere beni e interessi in Vaticano e non pagarvi le tasse? Il Vaticano porta la sua immondizia in Italia a spese nostre; perché gli italiani non portano l’immondizia in Vaticano e spese del Vaticano? In Italia vi è il problema della prostituzione, in Vaticano vi è il problema delle suore in cinta. Lì, le donne sono occultate con paramenti vari. Famosa una certa frase pronunciata da un famoso cardinale, di fronte alla denuncia alla comunità europea, di suore costrette ad abortire: “Ci mancavano solamente più in Vaticano, le suore puritane!”, avrebbe detto!
Poiché la prostituzione non si può debellare, se non con l’applicazione di una logica di vita non attuabile al momento; perché non regolamentarla come in molti altri stati? Se la prostituzione, sebbene mascherata, è presente anche in Vaticano; perché la chiesa ha imposto al governo italiano (mediante personaggi politici italiani prostituiti al Vaticano) l’abolizione delle case chiuse? Moralmente, oggi la situazione è migliore rispetto a prima?
CONCLUSIONE
Dopo questa riflessione sulla casta politica; sono costretto a chiedere scusa alle prostitute vere, per averle prese a riferimento. Voi ancora meritate il mio saluto, la casta puttana non più! A quelli della casta, il mio soave augurio: “Che restiate sepolti soffocati, sotto la montagna di escrementi che avete prodotto!”.


giovedì 3 maggio 2012

UMANITA’ ALZA LA TESTA


L’attuale crisi mondiale sta portando l’umanità onesta in un baratro infernale. I politici dei vari governi non rappresentano le volontà popolari, né il buon senso o la moralità; ma finalizzano unicamente la volontà di quella mafia mondiale che la crisi l’ha voluta e  intenzionalmente creata. Costantemente ci è detto che : “vi è la crisi”. Non viene mai dibattuto il seguente quesito:  Quanto questa crisi è casuale?  Quanto è intenzionale? David Icke afferma:  Quando non siete in grado di dare una risposta ad un problema sociale che non viene risolto chiedetevi sempre “A chi giova tutto ciò?”. L’attuale crisi mondiale, giova unicamente a chi l’ha creata ovvero, alla mafia mondiale sionista che già possiede il sistema bancario, economico, industriale, politico ecc.. La dimostrazione lampante di quanto affermo, si nota quando si constata che le caste politiche dei diversi stati, anziché affrontare la crisi scardinando le cause che l’anno generata, assecondano il gioco, assecondando le richieste che la crisi genera. In tutto il mondo ormai si è costatato quanto affermato. Per questo motivo, è stata avviata un' iniziativa mirante a far prendere coscienza a coloro che ancora non hanno capito; ma anche ad ostacolare se non a scardinare mediante una forza pensiero collettiva, la volontà mafiosa posta in essere con la crisi. L’iniziativa chiede a tutte le forze oneste, di unirsi in un unico pensiero collettivo, il quale esprima la volontà di un mondo che emargini quella delinquenza che genera la mafia di sistema. L’appuntamento è fissato per il 5/6 Maggio; ma teniamo presente che è utile mantenere fortemente attivo il pensiero anche nel periodo seguente. Ricordiamoci sempre che, mentre il disonesto è molto attivo e opera, l’onesto è generalmente molto passivo e lascia fare!. Invertiamo il meccanismo almeno per una volta; facciamo in modo che ognuno di noi possa dire: “Io ci sono!”. Facciamo sentire la voce di quella umanità che si può definire tale!.


Propongo ora l’invito circolante in internet..  

Come sappiamo, è stato provato scientificamente che il pensiero focalizzato e contemporaneo di un grande numero di persone produce rilevanti effetti nel campo elettromagnetico, enormemente maggiori della semplice somma degli effetti dei singoli individui, poiché si produce una sorta di reazione a catena che moltiplica la forza del fenomeno facendo sì che esso possa influire sulla realtà modificandola. Gli effetti sono stati studiati e misurati già da molti anni, in occasioni di eventi mediatici globali in cui milioni di persone stavano concentrate emotivamente nello stesso momento sullo stesso soggetto: la prima misurazione avvenne durate il processo a O. J. Simpson, in seguito durante olimpiadi e campionati mondiali. A tale proposito, una meditazione di massa in cui molte persone in tutto il mondo visualizzino lo stesso evento può costituire una decisiva spinta a che tale evento prenda inizio. Per questo motivo è stata promossa una visualizzazione massiva in un preciso momento, coincidente con l’inizio astronomico della prossima luna piena, che avverrà a secondo dei fusi orari tra il 5 e il 6 maggio 2012.
In Italia tale momento sarà alle ore 5,30 del mattino del 6 maggio.
Diffondiamo volentieri l’appello proveniente dal gruppo “Cobra” sulla web page 2012portal, raccomandiamo di fare questo piccolo sforzo malgrado l’orario disagevole per la nostra longitudine. La posta in gioco è infatti il manifestarsi di un evento di importanza unica nella nostra storia.
Jervé

EARTH LIBERATION DAY

2012/05/05
E ‘tempo di agire! E ‘il momento di prendere il destino del nostro mondo nelle nostre mani! Quindi ci incontreremo in gruppi grandi e piccoli, come individui e come coppie, al momento esatto del plenilunio questo mese di maggio. Milioni di noi raccoglieranno e visualizzeranno la liberazione del nostro pianeta dalla tirannia delle banche centrali in modo che per la prima volta nella nostra storia avremo la possibilità di creare il nostro destino come liberi cittadini della Terra.
C’è un piano attualmente già in corso, concepito da persone positive in campo militare, supportato da autorità civili, per arrestare i membri della fazione bancaria per i loro crimini contro l’umanità. La nostra visualizzazione sosterrà questo progetto, in modo che si manifesti il più presto possibile, nel modo meno violento e più agevole possibile. Sosterremo eroi coraggiosi che realizzeranno questo progetto. Qualcosa del genere non è mai accaduto su questo pianeta prima d’ora. Questa è la nostra possibilità di essere parte di questo grande evento!
Il nostro sforzo di massa in questo giorno sarà l’innesco che attiverà il piano in modo che possa giungere a compimento. La nostra visualizzazione in quel giorno è la nostra dichiarazione di libertà e indipendenza. Rendete questo virale! In tutto il mondo!
Fondamentale per moltiplicare l’effetto e raggiungere la massa critica è che tutti compiano la visualizzazione allo stesso tempo, il momento di luna piena, che viene questo maggio il 5 °e 6 ° giorno, a secondo della longitudine. Gli orari esatti in base ai diversi fusi orari sono i seguenti:
08:30 PDT 5 maggio maggio (Los Angeles)
09:30 MDT 5 maggio maggio (Denver)
22:30 CDT 5 maggio maggio (Houston)
23:30 EDT 5 maggio maggio (New York)
04:30 BST 6 maggio maggio (Londra)
05:30 CEST 6 maggio maggio (Parigi)
11:30 CST 6 Maggio ° (Beijing)
12:30 JST 6 Maggio ° (Tokyo)
13:30 AEST 6 maggio maggio (Sydney)
 Istruzioni:
1. Rilassate il corpo e la mente osservando il respiro per qualche minuto.
2. Visualizzate l’autorità civile mentre arresta i criminali delle banche centrali come Rothschild, Rockefeller e altri membri di questa fazione, come Henry Kissinger, ecc. I nomi sono ormai noti. Visualizzate questo processo a livello mondiale mentre ha luogo pacificamente e senza intoppi. Visualizzate il mondo finalmente libero dalla schiavitù finanziaria, libero da ogni male causato da dittatori e politici corrotti.
3. Visualizzate un nuovo futuro luminoso per l’umanità, con un nuovo ed equo sistema finanziario messo in atto, con tutti i debiti cancellati, i fondi di prosperità per i progetti umanitari rilasciati, tecnologie avanzate introdotte, l’ecosistema guarito e gli esseri umani finalmente liberi da ogni oppressione.
Disclaimer: la data di questa visualizzazione (5 maggio °) NON è necessariamente la data più probabile in cui questi arresti di massa si svolgeranno. La visualizzazione di massa costituisce un trigger che spinge le linee temporali a manifestare gli eventi visualizzati.