Presenze Aliene

lunedì 24 settembre 2012

UFO sul Musinè

UFO sul Musinè-(TO)

dario.giacoletto@vodafone.it



Monte Musinè, luogo di leggende e di folclore, con tracce di culto nel passato e nel presente. Percorso votivo a salire da Casellette, con cappella di S.Abaco e grande croce in cima. La cima è un ottimo posto panoramico e pertanto, adatto a coloro che intendono scrutare cielo e dintorni alla ricerca di eventuali ufo. Stranamente, sui suoi versanti non sono presenti abitazioni ma, tracce del passato, attestano una presenza umana consistente seppure non stabile. Veniamo però agli ufo:

Evento Michael Bolognini:

 La fotografia mira a riprendere la cima del monte. Ciò che compare nella immagine non era obiettivo visibile al momento dello scatto pertanto è stato casuale e non intenzionale. Le analisi effettuate sulla foto, accertano l’autenticità della stessa. Non è stabilito però di cosa si tratti. La “cosa” o ufo volante, presenta una parvenza di corpo con due alette e  la fisicità non pare essere consistente, nonostante sia presumibilmente certa.

In base alla mia esperienza, mi permetto di ipotizzare quanto segue, dopo aver proposto l’immagine sottostante che, a mio parere, evidenzia la stessa tipologia di ufo, ripreso in modo migliore:


Foto di A.D., riprende a mio parere un Rods. Chi volesse maggiori informazioni su questa tipologia di ufo, che macchine volanti non sono, per comprendere meglio di cosa realmente si tratta, vedere: http://presenze-aliene.blogspot.it/2010/11/i-rods.html e


A mio parere pertanto, non si tratta di ufo astronavi o comunque macchine volanti terrestri o non; ma di una precisa tipologia di organismo eterico del quale ancora l'informazione quasi totalmente tace. Sono organismi relativamente facili da riprendere intenzionalmente con la videocamera, molto meno facile con la fotocamera.
Evento Davide Russo Diesi:
L’immagine è spettacolare, pertanto se autentica, occorre togliersi il cappello. Vediamo il racconto  dell’autore:


10 Marzo 2009

"Ieri mattina ore 6:30 circa del 9 marzo 2009 appena stavo per parcheggiare la mia auto nei pressi del mio ufficio (Buttigliera Alta vicino ad Avigliana in provincia di Torino) ai piedi del Monte Musine' ho notato che la radio della mia macchina iniziava ad avere dei strani e misteriosi sintomi, come se ogni tanto andava via la corrente. Quindi ho parcheggiato, ho spento le luci e la radio della macchina e ho chiuso le portiere con il telecomando dell'allarme. Ho dovuto ripetere le manovre di accensione e spegnimento dell'allarme per tre volte di seguito, dato che sembrava non si fossero azionati i dispositivi di allarme. Cosa alquanto strana...ma al terzo tentativo era tutto ok.

Quindi nel girarmi verso la mia macchina per ricontrollare se era tutto ok, ho potuto notare in alto nel cielo prima un grosso cerchio incandescente molto luminoso, stabile e fermo, più o meno sopra alla mia auto mentre il secondo più piccolo dietro si muoveva lentamente seguendo la traiettoria del primo. Fortunatamente avevo appena comprato un telefonino con videocamera da 2 mega pixel in quanto più volte ho avuto occasione di vedere questi oggetti strani nel cielo, ma essendone sprovvisto non ho potuto fotografarne alcuno. Prendo il mio videofonino e scatto una sola fotografia. A un tratto appena finito di scattare la foto, spariscono entrambe ad una velocità incredibile ed impercettibile. Scaricata la foto sul computer ne sono rimasto meravigliato. Ho fatto analizzare la foto che tengo nel mio telefonino a un mio caro amico esperto di fotografia. Bene lui stesso non ha potuto far altro che verificare che quello che avevo visto e immortalato, non erano altro che due UFO". Davide RUSSO DIESI

Alcune segnalazioni nel tempo, riguardanti il Musinè e dintorni:

 La più antica riguarda la Testimonianza del vescovo Amizone che si trovava in Val di Susa nel 996 in occasione della consacrazione della Sacra di S. Michele. Fu affermato che durante la notte comparvero sull'imbocco della valle di Susa,travi di fuoco e globi luminosi che si spostavano tra il monte Musinè ed il Pirchiriano ed illuminaronono fino alla Sacra stessa. Ricordo che "trave di fuoco" era il termine dell’equivalente oggi di sigaro e, globo o clipeus all’equivalente oggi di sfera o disco volante.
24/9/1970 Tre corpi volanti vengono segnalati in prossimità del Musinè nelle ore serali.
10/9/1972  Avvistato globo rosso/arancione sul Musinè da parte di Marzio Forgione e tutta la sua famiglia.
27/12/1973 Da Condove, paese ai piedi del monte Musinè, dal quale è avvistato presunto ufo. 
30/9/1976 Da Torino, (caso Sorgno) avvistamento di spettacolare ufo cruciforme che lentamente procede verso il Musinè.
3/12/1976 Da Torino, avvistamento di due ufo luminosi da parte di moltissime persone sulla perpendicolare di Mirafiori: Rimasti fermi per molto tempo, a un certo punto uno si spegneva per  riaccendersi in seguito. L'altro intanto cominciava a girare su se stesso sciabolando luci rosse e blu. Si allontanava quindi verso il Musinè.
24/9/1977  Segnalazione da Givoletto.

8/121978 Dalla versione dei testimoni: Due giovani escursionisti vedono sul monte Musiné una luce bianca accecante sopra gli alberi. Uno dei due si avvicina, scomparendo alla vista del compagno, mentre la luce si alza in cielo; l’amico comincia allora a cercarlo e incrocia altri escursionisti. Tutti si sparpagliano a ventaglio per cercare il primo. Lo trovano svenuto, infreddolito, incapace di tollerare la luce ed in evidente stato di shock, con il battito cardiaco irregolare. Il ragazzo è come in trance e si sveglia solo dopo molti tentativi. Dopo l’esperienza, i due testimoni soffriranno di congiuntivite. Il rapito ha una cicatrice sulla gamba e ricorda di essersi avvicinato all’UFO, che aveva forma di pera e che in quell’istante era diventato più grande. Erano comparsi 3-4 uomini con la testa “a melone”, che si stagliavano tenebrosamente nella luce. L’uomo si sentì paralizzato e fu in grado di avvertire solo luci e suoni, sentendosi inoltre toccato e sollevato.
  /12/1985 Segnalazione di presunto ufo da Buttigliera Alta in un pomeriggio di metà Dicembre nel corso del quale viene  fotografato un ufo.
8/3/ 1996: un oggetto luminoso viene osservato per oltre un quarto d’ora da due escursionisti mentre scendono dal Musinè alle ore 18,30. Secondo il racconto dei due testimoni, l’oggetto aveva una forma simile ad un cilindro dai riflessi giallo-verdi, con le estremità arrotondate. Pareva poi sostenersi, oscillando leggermente, su un cuscino di luce bianco-gialla. L’oggetto presentava due grosse calotte trasparenti attraverso le quali si intravedevano muoversi sagome apparentemente umanoidi. Da quanto riportato in seguito dai testimoni, c’è chi ha concluso che si sia verificato anche un ipotetico caso di abduction. I due testimoni sono riusciti a fotografare l'oggetto che si trovava quasi sopra di loro e anche a tracciare un rapido schizzo. (foto sottostante)

21/03/2005 Arrivata alla Redazione di Ufoitalia una nuova segnalazione di avvistamento. T.V. ci racconta: ”Alle ore 19:20 circa di giovedì 10 marzo, percorrevo la Statale 24 in direzione Avigliana (TO) e mi trovavo nella giurisdizione del comune di Villardora (Via Cuminie) quando ho visto un globo rosso assolutamente fermo nel cielo, in alto alla mia sinistra. L'altezza dell'oggetto poteva essere circa 300 m da terra. Dopo 4-5 minuti dall'avvistamento, mi sono fermato e il globo si è spento di colpo. Di lì a qualche minuto si sono sentiti alcuni pesanti elicotteri volare nel cielo a luci spente (so che solo l'esercito lo può fare) ma non ho più visto nulla. Un amico, che proveniva invece dalla direzione opposta, mi ha detto di aver visto anche lui chiaramente il globo assolutamente immobile e di aver anche scorto una sagoma con qualche luce a bordo che ha tentato l'avvicinamento dal basso. Non appena arrivato in prossimità del globo questo si è spento ed è rimasto solo questo inquietante rombo di elicotteri. Questo mio amico, volontario AIB, si è subito recato in centrale per vedere cosa fosse successo ma le radio non davano informazioni. Dai colleghi ha però appreso che per tutta la giornata in zona ci sono stati strani blackout a linee elettriche e informatiche, anche se non è detto che ci sia un nesso. In ogni caso, Le ho fatto questa segnalazione per confrontarla con eventuali altre che dovessero pervenire.Non so cosa fosse quel bel globo rosso nel cielo ma ha sicuramente incuriosito chiunque l'abbia visto.Potrebbe trattarsi di qualche manovra militare ma per me quello non era identificabile quindi ho scritto a Voi. Saluti”.www.targatocn.it

29 febbraio 2012 alle ore 19.45 sul cielo di Avigliana, un testimone  dichiara di aver visto, con grande stupore, una palla di luce grande come venere che sfreccia velocissima e sparisce.

1/3/ 2012 ore 22,30 Pinerolo/Cumiana, viene vista una palla infuocata di colore verde fosforescente con punte bianche che sorvola la zona di Cumiana  a velocità tale da poterla vedere in modo chiaro e netto. Traiettoria rettilinea verso nord direzione Giaveno- Musinè, (per conseguenza Lanzo) altezza non superiore ai 1000 metri.

1/3/2012 alle 22.30, segnalazione testimoniale da Lanzo Torinese: “Mentre rientravo a casa dal lavoro in bicicletta, ho visto a est nel cielo a poca distanza una sfera o simile di una lucentezza mai vista con una scia luminosa che procedeva orizzontalmente verso nord. Dalle dimensioni di una luna piccola, procedeva a una velocità elevatissima ed è scomparsa nel giro di qualche secondo. Sono stato impressionato dall’evento in quanto è stato diverso dalle consuete “stelle cadenti”. Che cosa poteva essere?” Sicuramente sono due testimonianze dello stesso evento.


1/1/2013 Avvistamento UFO a Collegno (To) Vorrei segnalare avvistamento ufo esattamente alla mezzanotte di capodanno. Abito a Collegno, alle porte di Torino, e alla mezzanotte mi sono affacciato dal balcone verso la Val di Susa con mia figlia per vedere i botti. Lo spettacolo è stato ben diverso: 4 ufo di colore arancione stavano volando a velocità moderata da sud-est verso nord-ovest. Entrambi abbiamo visto il fenomeno distintamente (mia figlia si è un pò spaventata!!!). Poco dopo mi ha chiamato mio padre, che abita vicino al parco Ruffini a Torino (un paio di km in linea d’aria da me), e gli ho segnalato l’avvistamento. Anche lui si è affacciato dal balcone e, poco dopo, mi ha richiamato confermando il passaggio delle luci arancioni che, però, erano solo più 2. In pratica si stavano muovendo dalla Val di Susa verso la collina torinese, direzione sud-est -> nord-ovest (rotta totalmente diversa da quella di decollo / atterraggio degli aerei a Caselle, che è Sud -> Nord).
Avevo la macchina fotografica in mano ma, inspiegabilmente, non sono riuscito a scattare alcuna foto (come se la macchina si riufiutasse di farlo). Dopo alcuni minuti l’evento si è ripetuto: stavolta però erano 6 le luci arancioni disposte verticalmente sopra il monte Musinè, però stavolta erano fisse, immobili. Sono rimaste così per una decina di minuti e poi, poco per volta, sono scomparse. Dell’ultima sono riuscito a scattare una foto ma, ahimè, si vede solo un puntino arancione.
Buon Anno!!! - Umberto




8 commenti:

  1. Io da piccolo sogno di vedere almeno un UFO :)

    RispondiElimina
  2. Io posseggo due video di oggetti che volano na non si comprendono cosa siano. A chi potrei inviarli per farli analizzare?
    Sono di Collegno TO e proprio questa sera ma non siamo riusciti a rirprenderlo ..... ne abbiamo visto un altro con amici che sono rimasti con il naso in aria perche non sapevano spiegare questa sfera roteante arancione che volteggiava...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..per qualsiasi ufologica richiesta, testimonianza o materiale da valutare; inviare a: dario.giacoletto@vodafone.it il materiale verrà considerato e se meritevole di considerazione, potrà essere oggetto di studio e di pubblicazione. Nel caso di invio di testimonianze, affermare giorno, ora luogo ecc.. Io abito a Villanova Canavese, pertanto siamo anche vicini.. Saluti

      Elimina
    2. 3 giorni fa io e altri 2 amici abbiamo avvistato 2 luci che cambiavano intensità diventando anche molto potenti sulla sommità degli alberi del Musinè quindi a mio avviso non si tratta di una cazzata... provare per credere.
      Tali luci sono comparse in prossimità della croce spostandosi verso Sx scendendo lungo tutto il crinale della montagna.
      L' avvistamento è durato circa 10 min. La spiegazione che mi sono dato inizialmente è che poteva trattarsi di un escursionista in bici ( non in moto dato che non si sentiva alcun rumore). Tuttavia a quell' ora di sera (19:00 circa: a quell' ora è buio pesto in questa stagione e soprattutto nella strada che avrebbe dovuto fare il ciclista per scendere dalla montagna).
      Inoltre avrebbe dovuto avere un faro potentissimo per giustificare la luce da me vista.
      In definititva o si trattava di uno psicopatico che non aveva niente di meglio da fare che andare a schiantarsi contro qualche roccia di notte, oppure d'avvero non saprei.
      Ciliegina sulla torta mentre osservavo queste luci.. ho alzato lo sguardo verso l' alto e ho assistito al passaggio di una luce arancione che ha sfrecciato attraverso il cielo... diminuendo l' intensità della propria luce fino a scomparire durante il percorso (potrebbe trattarsi di un meteorite ma sarebbe una bella coincidenza). Se non sapete che fare fatecela una capatina e portatevi una macchina foto non come me che non ce l' avevo, ma d' altronde non ero andato li per quello.

      Elimina
  3. PARTE UNO.
    Tutti gli orari sono a mia conoscenza grazie ai video realizzati per l'intera giornata.

    Sabato, 20 giugno 2015 (ore 15.00) - Io e il mio compagno partiamo per la nostra escursione verso la cima del Monte Musinè. Prima di partire siamo venuti a conoscenza delle misteriose storie di questo Monte e, visto il nostro spirito avventuriero e spinti dalla forte curiosità, decidiamo di portarci dietro una tenda e passare lì in cima la notte.

    (Ore 17.00) - Siamo a metà strada e, a dire il vero, una cosa strana è successa. Prima di partire la videocamera segnava 141 minuti.. utilizzandola è ovviamente scesa a 94 minuti (guardavo spesso per gestirmi con i video e farmi bastare la batteria fino al giorno successivo). dopo neanche 5 minuti guardo di nuovo e stranamente la batteria sale a 141 minuti di nuovo per poi segnarmi la batteria scarica nemmeno 2 minuti dopo! La videocamera si spegne quasi immediatamente dopo aver segnalato la batteria scarica. 20 minuti dopo provo a riaccenderla e..... 141 minuti di autonomia! Già sapevamo di casi simili a questo ma eravamo molto scettici.

    (Ore 18.20) - Arriviamo in cima e dopo un'oretta di riposo cominciamo ad aprire la tenda prima del buio. Ormai non c'è più nessuno in cima, sono scesi tutti.

    (Ore 22.20) - Guardando le stelle che viste sul Monte appaiono più belle e luminose intravediamo una strana luce arancione in cielo completamente immobile! Dopo 10 minuti si muove in modo strano, anomalo.. Sembra quasi girare in modo circolare, per poi schizzare via alla velocità della luce sopra le nostre teste! Ci giriamo e la luce non c'è più.
    Il mio compagno sembrava volesse in tutti i costi autoconvincersi che si trattasse di un satellite in orbita. Ma sapevamo entrambi che non era proprio così... Allora decidiamo di andare a dormire. (continua...)

    RispondiElimina
  4. PARTE DUE. (Ore 3.00/4.00, circa) - Uno strano rumore ci sveglia la notte. All'inizio credevamo fosse un animale ma rimanendo in silenzio ad ascoltare bene il "suono" non riusciamo a capire quale animale è in grado di fare questo tipo di verso. Era un "suono" meccanico, io l'ho paragonato allo stesso dei semafori in città quando viene attivato il suono per i ciechi. Era molto simile. Ci siamo detti: "magari è qualche dispositivo che qualcuno ha installato qui sul monte" però, fosse stato un dispositivo lo avremmo sentito provenire da un posto fisso, invece sembrava spostarsi.. Non avevamo nemmeno il coraggio di uscire dalla tenda. Provo a prendere la videocamera ma il mio compagno mi disse di stare immobile, forse è un animale che, sentendoci, potrebbe avvicinarsi. Dallo spavento sto ferma.
    Dopo 5 minuti il "suono" smette e ci rimettiamo a dormire.

    (Ore 4.30, mezz'ora dopo il "suono") - Un bagliore di luce che punta la tenda ci sveglia ed io sbalzo subito seduta. Dal panico dico "Andiamocene adesso, sono terrorizzata", ma giustamente il mio compagno mi fa notare che è buio pesto ed è impossibile e pericoloso muoversi adesso. Stavolta voglio prendere la videocamera e filmare la tenda illuminata da quel bagliore di luce ma, in qualche modo mi sento immobilizzata, incapace di muovermi e prendere la videocamera.
    Non sappiamo come, ma ci siamo svegliati il mattino alle 6.30 circa senza ricordarci come ci fossimo addormentati.
    Ovviamente, visto che ormai la luce del giorno era saltata fuori, in un lampo chiudiamo la tenda e scappiamo via cominciando la discesa lunghissima verso la macchina. Per tutta la discesa non ci siamo rivolti la parola, eravamo terrorizzati. Soprattutto lui non voleva parlarne.

    Ora un altro fatto molto strano è accaduto un paio di notti dopo, a casa nostra.
    Il mio compagno si sveglia spaventato dalle mie urla (causa: un incubo); il fatto strano è che non erano proprio urla, ma era il famoso "suono" da noi sentito sul Monte Musinè, quasi IMPOSSIBILE da riprodurre a voce!! E cosa stavo sognando...? Proprio gli alieni..
    Sembra tutto così assurdo continuo a pensare.
    Da quel giorno mi sento attratta tantissimo da quel Monte, appena potrò ci ritornerò munita di videocamera e sta volta documenterò tutto, sperando accada qualcosa. Ancora oggi mi sento pentita di non aver ripreso tutto...
    Potete crederci o no a questa storia, ma mi sono liberata di un peso enorme. Dovevo pur raccontarlo a qualcuno! E come non farlo su un forum dedicato proprio a questo? I miei amici e parenti ovviamente se ne sono usciti con una risata e un "voi siete pazzi, è impossibile". Ma io non mi sento pazza. Con questo racconto non voglio dimostrare nulla, voglio solo che venga ascoltato e basta, senza che mi venga data della pazza. A chiunque abbia letto lo ringrazio molto per aver dedicato il loro tempo alla mia storia.

    RispondiElimina
  5. Interessante il racconto della vicenda che, intendo valutarla partendo dal presupposto che è genuina. Gli aspetti raccontati sono quelli tipici dell’ufologia. Batterie che si scaricano (di solito non si ricaricano, ma a loro nulla è impossibile) Rumori anomali sono riferiti di frequente e, in alcuni casi si tratta di presenze aliene. Anche loro emettono versi, rumori e anche la loro tecnologia ove presente, genera rumori di vario genere. L’ufo visto conferma la realtà presente in zona in quel momento.
    La questione relativa alla luminosità presso la tenda è tutta da accertare. Vi sarebbe da stabilire se si tratta di luce tipica nostra, quindi visibile normalmente; oppure luce sulla frequenza che va oltre e non tipica nostra, quindi fotografabile o meno in base alla frequenza.
    La sensazione di essere paralizzati o impediti ad agire è cosa tipica della loro presenza. Consiglio comunque di visionare con attenzione eventuali video girati nella zona Musiné quel giorno.
    La questione relativa al sogno è di grande importanza, in quanto propone una qualche forma di contatto tra le due parti. Si potrebbe trattare di amici tuoi a tua insaputa, in una forma di relazione tutta da verificare e scoprire.
    Consiglio di non avere comunque mai alcuna paura, ovviamente di agire con accortezza; ma anche tenere presente che loro possono anticipare ogni nostra azione; per cui se intendono restare invisibili o non farsi riprendere, questo faranno. Se invece si lasciano riprendere o vedere, anche solamente in sogno, significa che hanno intenzione di interagire con noi; ovvero in questo caso tu. Puoi scrivermi direttamente. Ciao
    dario.giacoletto@vodafone.it

    RispondiElimina