Presenze Aliene

giovedì 27 giugno 2013

DOPPIA MORALE

DOPPIA MORALE 
Di Dario Giacoletto


Un male imperversa nella nostra società, è la malattia detta: “Doppia moralità”. La doppia moralità è quella logica per cui, se sei tu che devi incassare; uno più uno fa tre. Se invece sei tu che devi pagare, uno più uno fa il meno possibile!. E’ la logica del metro elastico. E' la logica in base al quale si applicano due pesi e due misure, in base a come si ritiene che faccia comodo.

In questo mercato di doppia morale emergono numerose strategie di manipolazione di massa. Una delle tante è quella in base il quale la mafia di sistema impone al popolo la logica “della speranza”. La logica della speranza è quella logica di doppia morale in base al quale alla massa manipolata si vende la speranza, dell'ideale o del sogno, mentre la si priva della sostanza. In ottica religiosa, la “speranza del paradiso” si realizzerà poi da defunto, mentre per il credente l'inferno si realizza in molti casi, sin da subito. Si dirà che è stato un santo o un martire. Intanto la religione ingrassa, vedere il Vaticano. Per loro vale la logica del paradiso subito ed eventualmente l'inferno poi. Stessa logica la si vede in politica dove viene venduta al popolo, la logica di una società migliore a venite (quella del paradiso dei cattolici), in un eterno presente d'inferno. Cambiano i partiti, i politici, i governi ma la storia è sempre quella. Stessa strategia viene adottata da parte della bassa mafia. Paghi il pizzo per una speranza di protezione paradisiaca ma, ti trovi perennemente in un inferno di ricatto.
ESEMPI DI DOPPIA MORALE:
  • La legge è uguale per tutti si recita mentre, purtroppo la sua applicazione non lo è! Tanté che si dice: La legge per i nemici si applica, per gli amici si interpreta. Per il ricco ha determinate conseguenze, per il povero altre.
  • Il governo italiano non è in grado di legiferare ma (come ha affermato veracemente la Rosy Bindi), semplicemente di approvare decisioni prese altrove. Acconsentire tale realtà da parte della casta politica, mentre si dice al popolo che il governo è libero e al limite incontra opposizione nei poteri forti, è indice di doppia moralità politica.
  • Attualmente, uno degli esempi più calzanti, è quello relativo all'atteggiamento del PD che, prima apparentemente all'opposizione e di sinistra; diventa partito di governo assieme al PDL di destra, rinnegando in un attimo, finalità e passato. Prima lasciava che il PDL facesse; ora partecipa al fare del PDL!..
  • Il problema più grande che ci troviamo ad affrontare ora, è la crisi. Le istituzioni sino ad ora l'hanno affrontata proclamando incessantemente la necessità di intervenire urgentemente con provvedimenti efficaci. Nulla è stato fatto contro la crisi. Tutto ciò che è stato fatto di importante l'ha assecondata!..
  • La doppia moralità è fortemente presente nelle religioni e, per quanto prevalentemente ci riguarda col cattolicesimo. I credenti sono giunti giustamente, nei confronti della chiesa, ad affermare: “Fate come essi dicono, ma non fate come essi fanno!”. Volendo però andare oltre, anche i credenti hanno la loro doppia morale; in quanto si mantengono cattolici anche quelli che lo sono unicamente per una questione di “quieto vivere” ovvero, non dover pagare il prezzo della palese disapprovazione da parte della massa bigotta e della mafia religiosa.Quanto costa il Vaticano all'Italia degli onesti? (Vedere: http://presenze-aliene.blogspot.it/2011/12/quanto-ci-costa-il-vaticano.html ) Perché nessun politico affronta seriamente l'argomento?.. Doppia moralità da dipendenza? Se il Vaticano pagasse le tasse dei beni e delle attività in Italia come tutti gli italiani onesti, e non interferisse mafiosamente e affaristicamente nella vita italiana, l'Italia non si solleverebbe dalla crisi?.. Sarebbe chiedere troppo, considerato tutto quello di cui beneficiano!
  • La doppia moralità vaticana, fa porre dalle TV italiane la seguente domanda: “Vi chiedete voi italiani come sarebbe la vita di questi bambini ( intanto fanno vedere la fame e la disperazione loro) se non venisse donato l'otto per mille alla chiesa cattolica?”.. Intanto io dico che potrebbero essere meno poveri quegli italiani che sono sotto la soglia di povertà; poi dico che il fare con il sedere degli altri è indice di immoralità e di ipocrisia. Non capisco poi, perché deve sempre essere il povero meno povero a donare per il povero più povero, tramite la gestione del ricco! Ci dicono pure: “ Chiedetelo a loro come sarebbe la loro vita senza l'otto per mille”. Ho sentito idealmente questi bambini e, loro mi hanno risposto: “Se anche il Vaticano sborsasse l'otto per mille loro come fa l'Italia, noi staremmo meglio e la chiesa sarebbe meno ipocrita!”.
  • Papa Francesco ha in questi giorni affermato: “Un cristiano non può essere antisemita”. Perfetto, perbacco!.. Peccato però che non ha affermato che un cristiano non deve essere: un figlio di puttana, un ladro, un parassita, un corrotto, un pedofilo, un tossico, un violento, un massone, un mafioso, un satanista, un ipocrita ecc.. Francesco!.. perché una dimenticanza del genere?..
  • Il cattolicesimo è figlio del cristianesimo, a sua volta figlio della volontà religiosa ebraica. Il Talmud, testo sacro ebraico, è uno strabiliante esempio di doppia morale religiosa. Si legge: “Quando un ebreo ha un Gentile nelle sue mani, un altro ebreo può andare dallo stesso Gentile, prestargli denaro e truffarlo in sua vece, così da rovinare il Gentile. Poiché la proprietà di un Gentile, secondo la nostra legge, non appartiene a nessuno, e il primo ebreo che passa ha pieno diritto di prendersela. (Schuican Amen, Choschem Hamischpath, 156)." ..niente male se posto in relazione all'imposizione del debito di stato orchestrato dalla mafia bancaria sionista!.. Vedere: http://presenze-aliene.blogspot.it/2011/05/il-signoraggio-bancario.html e, per altri sconcertanti parti del Talmud: http://presenze-aliene.blogspot.it/2011/01/vergogne-ditalia-5-milioni-di-euro-per.html
  • Si è costantemente proclamato che il nazismo agì contro gli ebrei. Non si dice mai che furono i banchieri e gli industriali ebrei sionisti a finanziare il nazismo, per eliminare gli ebrei anti/sionisti, oltre che per altri motivi. La logica imposta dall'informazione sionista mediante l'antisemitismo, esprime palesemente la doppia morale.
  • Nella nostra società, a farla da padrone in fatto di doppia moralità, è il palese controsenso del valore dato a due elementi in gioco. L'apparenza e la sostanza. Prevale nettamente l'importanza data all'apparenza rispetto alla sostanza!..
  • Uno degli aspetti più frequenti di doppia moralità è quello che potremmo definire del “se fatto col sedere degli altri”. Abbiamo così la suocera che dice alla nuora di fare ciò che la suocera non fa. Abbiamo l'armiamoci e partite, dove il generale blatera e il soldato ci lascia la pelle. Abbiamo il “se fossi io al posto suo” farei questo e quello, mentre non lo fa potendolo fare, perché ha degli interessi in gioco.
  • Il presente blog affronta il tema dell'ufologia, quindi non può mancare un esempio di doppia moralità presente in essa. Ve ne sono di disponibili in grande numero; ma per aver affrontato in uno specifico post il presente argomento; ricordo http://presenze-aliene.blogspot.it/2013/04/pizzo-scalino-la-s-messa.html dove alcune centinaia di testimoni hanno visto, hanno fotografato e si son fatti fotografare in presenza di tre ufo; ciononostante la notizia è rimasta impantanata nell'archivio dell'omertà. In generale e non legato all'ufologia, il negare la propria verace testimonianza è indice di doppia morale.  

Doppia morale a danno di se stressi.
  • Non necessariamente la doppia morale agisce unicamente sugli altri; spesso si incontrano casi di doppia morale che danneggiano prima di tutto se stessi. Dove le scelte di un individuo danneggiano il soggetto; ma il soggetto le sceglie ugualmente anche se non gradisce il danno, siamo di fronte a doppia morale.
  • Abbiamo così i fumatori, gli alcolisti, i drogati e le dipendenze in tutta un'infinità di forme. Il soggetto afferma di essere consapevole e di poter smettere quando vuole, ma intanto continua!..
    • Doppia morale nei rapporti di coppia, dove il soggetto si separa affermando che la colpa è del partner, mentre sa che non è vero. Stessa doppia morale dove il soggetto tace la colpevolezza accertata del partner, per quieto vivere.
    Doppia morale perversa:

  • Berlusconi dopo essere stato al governo afferma di aver fatto l'interesse degli italiani. Peccato che non dice di quali. Dà ad intendere che si tratta degli interessi dei ceti deboli, ma la realtà è altra e lo dicono i conti della mafia. Dopo si comporta come se al governo ci fossero stati altri e lui si trovi a dover fare opposizione (periodo Monti e attuale). Ora afferma che i passati suoi governi hanno operato bene ed è la volontà dell'Europa e del mondo ad aver danneggiato l'Italia. Si scorda di dire che precedentemente alla sua discesa in campo, ha giurato fedeltà a vita alla massoneria, con giuramento prevalente su tutti gli altri!.. Dice ora che si è resa necessaria una pacificazione con i comunisti, nell'interesse del paese!.. Berlusconi, quanti matrimoni hai fatto?..
  • La Brambilla prima trattava gli uomini come animali, (eccetto Berlusconi) ora tratta gli animali come uomini!..
  • Quante guerre sono state fatte in funzione della pace? Possibile che per avere la pace si debba essere costantemente in guerra? Non è che il potere occulto usa la guerra motivata dalla necessità di pace? Non è che il terrorismo internazionale è in funzione di tutto questo?



Si potrebbe continuare lungamente con altri esempi; ma il fine del presente post è unicamente quello di attrarre l'attenzione su di un particolare aspetto della vita umana e di rivolgere un invito alle persone, ad assecondarlo il meno possibile.
CONCLUSIONE
La morale doppia, è in realtà una morale immorale, dalle molteplici facce. La nostra società ne ha fatto un uso smodato; anche perché la manipolazione di massa da parte della mafia di sistema l'ha imposta in funzione dei suoi fini. Qui per mafia non s'intende quella con coppola e lupara; ma quella che manipola dall'alto mediante l'informazione, usi e costumi, economia, condizione sociale, politica e religioni ecc.. Si può affermare che la moralità immorale si può chiamare tranquillamente “ipocrisia” e ciò vale sia sia nei confronti di se stessi che applicata agli altri. Volendo andare oltre, si può affermare che l'ipocrisia è espressione di “mancanza di coscienza” ed espressione di “ignoranza”, in quanto ammala e danneggia se stessi e per riflesso la società tutta, compresi quei cari che teoricamente si vorrebbero favorire. Laddove l'individuo, pur riconoscendo la logica della doppia morale, l'accetta e la applica, si sottopone ad un atto di prostituzione nei confronti di chi esercita l'imposizione. Alcuni adottano, per indicare la doppia morale, il termine “Bispensiero”. Il significato sarebbe quindi che possono esistere due pensieri diversi per la stessa situazione. La realtà tangibile però, indica che i pensieri possono essere più di due e quindi si tratta di “Pluripensiero”. Che tutto questo fosse già stato considerato in passato?


Nessun commento:

Posta un commento