Presenze Aliene

sabato 24 agosto 2013

Analisi di una minaccia

ANALISI DI UNA MINACCIA

(Solo per psicologi - psichiatri - cospirazionisti)


E’ parte del gioco, il fatto che se una persona si espone al pubblico, poi soggiace alle  valutazioni e quindi alle critiche. Con la gestione del presente blog, ricevo continuamente complimenti, osservazioni, critiche e anche minacce. Si va dalle minacce verbali a quelle di querela a quelle di morte. Quando la minaccia palesemente proviene dal classico (….) del giorno, ritengo opportuno non considerare la cosa. Sarebbe tempo sprecato. Se invece la minaccia proviene da persona che esprime delle particolarità, allora l’analisi diventa necessaria, specialmente se insiste con ulteriore invio. Ecco un esempio:

Che dilettanti, tutti indistintamente!!! Non so se ridere o piangere, ed è
grave. In fondo cosa ci si può aspettare da gente che pensa a massonerie
scoperte ed ai suoi legami con ufo-demoni-rettiliani, alieni e gnomi con ascia. La verità è molto più sottile e semplice di quanto si pensi.
 Ogni vostro possibile percorso in cerca della verità è stato studiato in anticipo, tanto che per i "padroni" (quelli veri, si ci sono) non costituite neanche una minima minaccia.
 Per quanto molti di questi falsi profeti possano essere in buona fede, inevitabilmente sbagliano, tutti voi sbagliate. Non capirete mai la verità sul perché siete qui.
 Comunque basta!!! Non dirò più nulla.
Perché così come disse saggiamente una volta Mauro Biglino (dal quale avete copiato le traduzioni bibliche) ad una conferenza: Ci sono persone in questo mondo che (per quello che fanno) ricevono minacce di morte e non muoiono, altre invece (per quello che fanno) muoiono senza ricevere le minacce di morte...
In fondo è la (mia) vita quello che conta, e di certo non mi va d'aiutarvi
tanto se smettete di essere sfruttati, inevitabilmente sfrutterete... allorché dovrete scegliere tra morire o diventare ciò che per anni avete combattuto... chissà se nel secondo caso avreste ancora rispetto per voi stessi... i miei saluti...
P.S Il messaggio era rivolto agli autori dell'articolo. Qualora invece foste pagati per fare quest'opera di depistaggio/distrazione, beh ottimo lavoro!!! 

Che dilettanti, tutti indistintamente!!!
Tutti sono dilettanti, tranne lui, quelli come lui, quelli col quale lui sta. Che pulpito!, che trono! Loro sono i professionisti. Non stai esagerando un pochino?

In fondo cosa ci si può aspettare da gente che pensa a massonerie scoperte ed ai suoi legami con ufo-demoni-rettiliani, alieni e gnomi con ascia.
Di gente che dice unicamente cazzate, ne è pieno il mondo. Basta guardare la televisione e sfogliare giornali. Stessa cosa per internet. Stranamente però, questi autori non subiscono contestazione e soprattutto minacce da parte vostra. Non costituiscono un problema per la mafia di sistema che, anzi li auspica e sostiene. Se un soggetto parla di ufologia gettando discredito su di essa, ben venga. Se invece rivela aspetti ufologici che infastidiscono l’omertà della mafia di sistema, l’ufologo diventa minacciato se non eliminato.

La verità è molto più sottile e semplice di quanto si pensi.
Tu mi parli di verità, mentre per cercare una verità seppure relativa, io gestisco questo blog. Saresti un ottimo collaboratore, se effettivamente conosci la verità. Perché, firmandoti e dimostrando palesemente, non mi invii qualche tuo scritto in modo che io lo possa pubblicare per far conoscere la verità tua  a tutti?

Ogni vostro possibile percorso in cerca della verità è stato studiato in anticipo, tanto che per i "padroni" (quelli veri, si ci sono) non costituite neanche una minima minaccia.
Mi confermi l’esistenza di padroni veri, quelli che io chiamo “oligarchia della mafia di sistema” e poi, mi dici che pubblico stronzate. Tu non mi hai scritto perché io pubblico stronzate, che tu non sei in grado di confutare; ma perché sei un malato di mente al sevizio del tuo titolare. Se poi io non costituisco una minaccia; perché vi agitate? Berlusconi di stronzate ne partorisce a tonnellate ogni giorno; perché non vai a contestare le sue? Forse perché siete entrambi al servizio dello stesso padrone?

Non capirete mai la verità sul perché siete qui.
L’interlocutore conoscerebbe lui la motivazione del perché l’essere umano è qui sulla terra e, sarebbe in grado di affermare che quelli come noi (presumo i goym) non lo potranno mai sapere. Vedi, io ho la presunzione di saperlo, mentre tu non sai cosa penso io!

..Comunque basta!!! Non dirò più nulla.
Ha detto ben poco e già dice che non dirà più nulla; ma allora, non faceva più in fretta a non scrivere affatto? Già, ma lui deve paventarsi come persona molto informata nel tentativo di assumere peso condizionante.

Perché così come disse saggiamente una volta Mauro Biglino..
Questo accostamento a Mauro Biglino, mi fa ricordare che anche lui ha ricevuto minaccia di morte. Sempre da te? Mi puoi dire come si chiama il lavoro col quale vivi?

Ci sono persone in questo mondo che (per quello che fanno) ricevono minacce di morte e non muoiono, altre invece (per quello che fanno) muoiono senza ricevere le minacce di morte...
La minaccia di morte è palese. Vuoi sapere cosa ne penso io e quanta paura mi fai? Leggiti il mio post che ancora non hai letto: http://presenze-aliene.blogspot.it/2011/11/la-morte.html Io ogni giorno sono pronto per morire; lo sono da quando sono nato, e tu?

..tanto se smettete di essere sfruttati, inevitabilmente sfrutterete...
Come dire: “Io sono legittimato a rubare, perché se non rubo io, questo sarebbe rubato da altri o rubereste voi!”. Complimenti! Bella filosofia di auto giustificazione. Ma davanti allo specchio della verità, tu non passi mai? A posizioni invertite tra noi due, come valuteresti questo concetto? Lo applicheresti ancora? Sei un fallito, prendine atto!

..allorché dovrete scegliere tra morire o diventare ciò che per anni avete combattuto... chissà se nel secondo caso avreste ancora rispetto per voi stessi...
Non venirmi a dire quale è la giustificazione per il quale hai venduto il rispetto di te stesso!. Lo hai fatto, perché non sai fare di meglio in base alla tua mancanza di dignità. Se ti sei trovato tra la possibilità di morire e quella di essere come sei, è perché non bazzicavi tra gli onesti, ma eri in mezzo al marcio. Molti uomini veri, dovendo scegliere tra il morire o il vivere prostituendosi, hanno scelto di morire. Anche perché alla fine comunque moriremo tutti.

Il messaggio era rivolto agli autori dell'articolo.
Perché dici “era”? Forse non lo è più? Parli al plurale senza sapere se di pluralità o meno si tratta?

Qualora invece foste pagati per fare quest'opera di depistaggio/distrazione, beh ottimo lavoro!!!
Ma come, prima mi dici di conoscere la verità e poi, non sai se il blog è un’opera di depistaggio o meno! In base ai contenuti non sei in grado di dedurlo! Il fatto è che tu sai alcune cose; ma non sei in grado di andare oltre. Ciò mi comunica il tuo reale peso.


CONCLUSIONE
La differenza tra una persona per bene e una tarata, è che quella per bene sa fare i propri veri interessi, mentre tutela l’interesse collettivo. La persona tarata, ritiene di fare il proprio interesse, affermando l’egoismo personale e di parte, mentre spesso è un mercenario al servizio della mafia di sistema.
Il fatto poi, che hai inviato il commento mediante il post “Gli elohim”, mi fa pensare che è questo il vero vostro problema; vi dà fastidio ciò che ho scritto, perché sapete che ho detto la verità che, quelli come voi, odiano perché fanno parte del carrozzone di sistema che intende nascondere la verità. Nulla di consistente, ma nulla di nulla, hai messo sul piatto della bilancia della contestazione al post; quindi significa che il tuo prurito è di patologia diversa. Tieni presente, che il tuo valore come uomo, è consistente nella misura in cui dopo la tua morte tu resterai apprezzato dagli onesti. Per gli altri, ovvero il potere quello vero che tu hai citato, già oggi sei unicamente un “usa e getta” carne da macello, uno strumento per la manipolazione della massa.

Nessun commento:

Posta un commento