Presenze Aliene

martedì 3 febbraio 2015

9- Fotografia aliena

9-Fotografia aliena

Di Dario Giacoletto



Foto 87: In molti hanno cercato di spiegare cosa sono gli orbs. Coloro che non accettano l’idea che siano manifestazioni intelligenti, hanno espresso le ipotesi più impossibili e fantasiose. Una delle ipotesi che sono stato costretto a considerare, è che gli orbs sarebbero nient’altro che l’effetto di riflesso del flash su delle ragnatele. A tale proposito, mi è stata mandata la seguente fotografia. Occorre ammettere che, quando gli orbs si dispongono in fila, generano effetti estetici vagamente simili; ma per tutti gli altri casi, come la mettiamo? Tirare in ballo le ragnatele, mi pare però troppo.


Foto 88: Mi viene inviata poi, la seguente fotografia. Questa foto, elimina ogni eventuale dubbio; in quanto dimostra in modo palese, in questo caso, che la ragnatela sta davanti e gli orbs dietro. Non solo dimostra che orbs e ragnatele nulla hanno in comune; ma dimostrando che gli orbs si trovano a una certa distanza oltre la ragnatela, dimostra anche che gli orbs, non possono essere neppure particelle di umidità o di pulviscolo. Mi piace questa foto!


Foto 89: Una bambina guarda fuori dalla porta. La nonna decide di fargli una foto. Tutto sarebbe normale ma, nel riflesso sul vetro, non compare il suo volto. Quando ci sono di mezzo vetri e specchi, certamente si può assistere ad anomalie dell’immagine riflessa.


Foto 90: Ciò che però sconcerta maggiormente, non è tanto il fatto che il volto non è riflesso; ma il fatto che compare un apparente altro volto, che nulla ha a che fare con il volto della bambina! Preciso che la bambina non aveva in braccio alcun bambolotto, così dice la nonna. Gioco di riflessi? Casualità? Pareidolia? Difficile dirsi; ma certamente alquanto sconcertante, specialmente per la veridicità estetica degli occhi.


Foto 91: G.P. Mi invia la seguente foto affermando: ho visto delle luci in cielo che si muovevano. Ho fatto la foto ma, nella foto è comparso altro che non ho visto. Effettivamente nella foto ci sono tre luminosità (Riquadro in rosso). Dire di cosa si tratta è però difficile, comunque, qualcosa sono, anche perché qualcosa è stato visto. Molto interessanti le due scie gialle che non sarebbero state viste. Questo genere di manifestazione è difficile da comprendere e inquadrare, in base al pensiero comune. Si tratta di luminosità su di una frequenza non accessibile all’occhio umano, ma fotografabile. Si tratta di scie luminose prodotte da ufo/sfera; forse proprio dello stesso tipo di quelle nel riquadro. Altre foto del genere si possono vedere: http://presenze-aliene.blogspot.it/2014/06/ufologia-e-perturbazione-fotografica.html La foto è molto interessante; anche perché la cosa si ripete alcuni giorni dopo, quando mi invia la foto n.91.


Foto 92: Anche in questo caso, afferma l’autrice, avrebbe visto vaghe luminosità sfrecciare in cielo. Tenta quindi di riprenderle, ma nella foto si vedono nuovamente delle anomali scie. Questo fenomeno è andato ultimamente intensificandosi, o forse nel porvi maggiore attenzione, lo si riscontra più frequentemente. Una cosa è però certa, sarebbe bene che la scienza rendesse noto questo fenomeno, generato da sfere/ufo/aliene; anche perché ormai molte persone ne sono a conoscenza e, lo riprendono intenzionalmente di giorno, quando le scie sembrano comuni scie di condensa o scie chimiche, ma in realtà sono altro. Quelle sopra, sono le stesse del quale ho pubblicato in:  http://presenze-aliene.blogspot.it/2015/01/spettacolari-ufo-ad-ariccia-di-dario.html Cambia semplicemente l’aspetto estetico e, la velocità dell’ufo al momento dello scatto. Nel caso delle foto G.P., la velocità era molto alta. Complimenti per le foto.


Foto 93: L’autrice Anna Gargano, nel momento giusto, mi invia la seguente fotografia, che è pertinente alla foto 77. In questo caso vediamo l’ufo/sfera che produce una apparente scia di condensa oppure di scia chimica. Come si può vedere nell’ingrandimento, non vi è traccia di aereo, ma di sfera. In ambito ufologico, ormai tutti conoscono la cosa. È vergognoso continuare ad assistere a una scienza, ad una classe politica e agli operatori dell’informazione, inginocchiarsi proni, di fronte agli interessi della mafia di sistema, per un lauto stipendio pagato da noi.


Foto 94: Serie di cinque foto di Stella d’Ambrosio, inviate dalla Svizzera località Valens, mediante Deborah Ramarindo. L’evento si è verificato il 25/11/2014. L’autrice afferma di aver visto questa strana luminosità, in una località che lei conosce bene, dove mai prima o dopo è stata vista, quindi non è da imputarsi ad una luce del luogo. Il teste afferma di aver visto la luminosità, con un alone intorno che cambiava tonalità, passando dall'azzurro all'arancione, al rosso e nuovamente all'azzurro. La prima foto riprende la luminosità immersa nella nebbia.


La luminosità ad un certo punto, pare anche sdoppiarsi in due sfere bianche. Questo genere di fenomeno si è verificato in altre occasioni. Il particolare sotto, ingrandito ed esaltato nei colori e nel contrasto, evidenzia certamente qualcosa di non convenzionale.



Foto 95: La nebbia se ne va, la luminosità permane. La luce è troppo forte per tirare in ballo eventuali riflessi, anche perché la nebbia non favorirebbe. Si può ipotizzare la presenza di un ufo o essere di luce. Sarebbe stato interessante sapere, come quella luminosità è arrivata e come se ne sia andata; ma purtroppo non è stato possibile a causa della nebbia.


Foto 96: Intervenendo sulla luminosità e il contrasto della foto 95, si ottiene di visualizzare meglio, ma il risultato non è tale da concedere di individuare la fonte della luminosità che, si evidenzia come molto forte. Casi del genere non sono rari. In alcuni casi si riprende la luminosità, senza che sia visibile a occhio nudo. In altri casi, nei quali la frequenza entra nel visibile umano, è possibile vederla. Come appunto per il caso di Valens e quello della foto 97.


Foto 97: Quella sotto è una foto proveniente da un caso simile verificatosi in USA alcuni anni fa. Anche in questo caso il testimone vede una luminosità particolare e forte. La differenza rispetto al caso di Valens, è che non vi è nebbia, e la foto è ottima. Come si può costatare, nulla di tecnologico o artificiale si accorderebbe con l’ambiente circostante, per giustificare una luminosità del genere.












Nessun commento:

Posta un commento