Presenze Aliene

giovedì 7 maggio 2015

Video Ufo in Valmalenco

Ufo in Valmalenco
Analisi di un filmato

Di Dario Giacoletto

PS: A post pubblicato, ho ricevuto osservazione in base al quale molti lettori del blog, non dispongono della possibilità di rallentare il filmato in questione. Per costoro quindi, inserisco la mia versione rallentata al 20%.


video


1

Un lettore in anonimo, mi ha invitato ad esprimere opinione, circa il video “Ufo in Valmalenco” https://www.youtube.com/watch?v=c6rn8-G2Bgw Sono 33’’ di un filmato del 2013, relativo ad un avvistamento in Valmalenco che, mostra un ufo o sfera luminosa, nella sua straordinaria esibizione. Osservando il filmato a velocità normale, l’osservatore, pur se meravigliato dai cambiamenti estetici continui, non riesce ad apprezzare in modo adeguato. Ho pensato quindi di valutarlo in modalità rallentata e, questo consiglio a tutti quanti. Quanto prima era deducibile, ora appare nella sua straordinaria bellezza. Ho quindi deciso di estrapolare alcuni frame, per renderli facilmente visibili e, soprattutto per sviluppare alcuni pensieri in merito. Invito però il lettore a non restare anonimo e, se possibile, ad inviarmi i dati relativi all’autore del filmato.

2
Quando si è spettatori di eventi del genere, non finisce mai la meraviglia. Io ho avuto la fortuna di assistere in più occasioni a manifestazioni del genere; ogni volta si presenta qualcosa di diverso che lascia a bocca aperta. Intanto l’ufo può manifestare la sua varietà di forme e colori stando fermo. In altri casi invece, può spostarsi lentamente o schizzare improvvisamente in tutte le direzioni. In altre occasioni ancora, è visibile quando è fermo, ma non è visto nell’attimo dello spostamento, tanto è veloce, oppure lo fa senza luminosità. Comparirà dove si ferma, dando la sensazione di essersi smaterializzato e ri/materializzato. Se veramente fa questo, ancora non ne siamo consapevoli noi.

3

In alcune occasioni mantiene colorazioni costanti o quasi, per un certo lasso di tempo. In altre invece, e sono le più spettacolari, sembra friggere in una varietà infinita di colori. In altri casi invece, sono prevalenti solo alcuni colori. Io ho visto in prevalenza l’arancione, il rosa e il blu; ma osservando questi frame, si vede una grande varietà di colori.

4

Di notte si possono vedere tutte queste colorazioni; ma occorre invece dire che di giorno, il colore prevalente è il bianco e diminuiscono di gran lunga le altre colorazioni. Di giorno appaiono come sfere bianche, più o meno ovattate, in base alle diverse occasioni. Questo effetto ovattato probabilmente è generato dal campo di energia che le circonda. L’immagine sotto, ne è un esempio. Anche questa è stata tratta da un filmato della Valmalenco. Uno degli inconvenienti che si può incontrare, è generato dal fatto che, determinati riverberi, generano effetti esteticamente simili.

5

Torniamo al filmato originale. Queste presenze aliene, non solamente cambiano colore; spesso cambiano forma. Occorre precisare, che molti apparenti cambiamenti di forma che si vedono nei filmati, sono generati dalla ripresa con oggetto in movimento. Se per esempio l’ufo si sposta ad alta velocità allontanandosi, nell’immagine si allungherà la figura, diventando più piccolo a causa della distanza maggiore. Come ad esempio, con la bella sottostante bandiera francese.

6

Ovviamente, se poi la registrazione del video non è avvenuta con l’ausilio del cavalletto, oppure stando molto fermi appoggiandosi a qualcosa di stabile, si aggiungono gli effetti del mosso. Il filmare con cavalletto offre maggiore qualità al video e ancora di più, si potrebbe ottenere se contemporaneamente all’ufo che si riprende, è visibile un punto di riferimento certo, quale una luce fissa su una montagna, un campanile, la Luna ecc. Avere un riferimento certo, consente tutta una serie di valutazioni in più. In talune situazioni, questi ufo di natura parafisica, si manifestano come se fossero degli orbs (Ovviamente questa valutazione presuppone che il lettore sia a conoscenza del fenomeno orbs). Qui nasce un problema, in quanto non si è ancora stabilito cosa esattamente sono gli orbs. Io sostengo che sono entità in quella determinata forma estetica e, sostengo che la stessa cosa è l’ufo di questo filmato. Esattamente come questi ufo sono materializzazioni parafisiche, così sono gli orbs. A sostegno di quanto affermato, occorrono delle prove che lo dimostrino, quindi sposto l’attenzione su di un altro interessante video, proveniente da Vicenza, realizzato da Antonio Tafuro, del quale a questo indirizzo potete visionarne una sintesi: https://www.youtube.com/watch?v=lDSlRxj4ZWg Non intendo dilungarmi nell’esporre questo filmato, del quale consiglio la visione; intendo però estrapolare due fotogrammi che confermano l’ufo/orb della Valmalenco. In questo caso, gli ufo/orbs sono due, più altre luminosità che in questo contesto non sono pertinenti. Le due immagini estrapolate sono le sottostanti.

7

Come si può facilmente osservare e dedurre, dall’immagine soprastante, in quanto presenza stabile nel cielo, è considerabile un ufo; ma in quanto ad estetica, se l’osservatore dell’immagine non lo sa, lo definirebbe un orb con il classico occhio. Mentre la prima luce si manifestava in forma di orb, la seconda si manifestava con variazioni di colori, assimilabile alla presenza ufo, del filmato della Valmalenco. E’ possibile notare che la seconda luce è tutto un variare di tonalità di colori.

8

La distanza che si ipotizzava tra gli orbs e gli ufo parafisici, va quindi diminuendo. Questa tesi, se ulteriormente confermata, potrebbe rivoluzionare il concetto di ufologia parafisica sino ad ora considerato. A sostegno di tale tesi voglio aggiungere alcuni particolari, relativi a due casi da me visti e documentati. http://presenze-aliene.blogspot.it/2010/11/eccezionale-evento-ufologico.html

9

Specialmente di giorno, ma anche di notte, sono state viste sfere bianche assemblarsi nelle forme più disparate, generando i così detti ebani: http://presenze-aliene.blogspot.it/2015/02/ebani-flottillas-plasmoidi.html ma sono state viste anche, assemblarsi per generare più grandi globi di luce. Oppure forme che vagamente richiamano alla mente le forme di astronavi, dischi volanti o comunque, ufo in generale. Nelle foto 9 e 10 (faccio presente che entrambe sono parte di una consistente documentazione) si può notare che la presenza luminosa che sta al centro (sopra ve ne sono due) sono generate dall’assemblaggio di numerosi orbs o sferette di luce, che generano l’essere di luce più consistente.

10

Nel collage 11 sotto part.1 si vede un’orb nel quale compare un volto. Col part.2 si vede la materializzazione di un volto umanoide, iniziata come orb. Il part. 3 fa vedere una forma ufoidale luminosa, (è la stessa che compare di fianco all’ufo lungo e che poi entra in questo generando una presenza unica) Il part. 2 fa vedere un volto macrocefalo; ma procedendo nella materializzazione, potrebbe generare un intero essere alieno mutaforma.

11

Ciò che si scopre indagando l’ufologia parafisica, è che tutto ciò che si manifesta mediante materializzazioni o concretizzazioni, ovvero ufo o entità aliene, nasce dagli elementi di base che possono essere definiti orbs. Il part. 2 fa vedere il volto di una entità aliena; ma al passo seguente, possiamo tranquillamente vedere una entità umanoide e volante: 

12

Questa foto proviene dalla provincia di Torino e l’ho fatta io; ma è in perfetta coerenza a quelle provenienti dalla Valtellina: http://presenze-aliene.blogspot.it/2013/02/3-ufo-in-valtellina-umanoidi-volanti.html Le differenze estetiche perdono valore, dove l’intelligenza che si manifesta è in grado di cambiare costantemente la veste dell’apparenza. Si necessita quindi un nuovo paradigma di pensiero per quanto riguarda questo genere di ufologia, delle entità aliene e degli orbs.

13

CONCLUSIONE
Ringrazio gli autori del filmato e, il fatto che lo abbiano posto a disposizione di tutti. Un grazie ai lettori e testimoni della Valmalenco e Valtellina, che con forte senso di partecipazione, continuano ad inviarmi le loro testimonianze ed il loro materiale, indipendentemente da quello che è l’atteggiamento o il riconoscimento dei mezzi d’informazione. Ricevo materiale e testimonianze da tutta Italia e, tutti ringrazio; ma la quantità e la qualità prevalente, generata dalla particolare situazione ufologica, è quella della Valmalenco. Colgo l’occasione per ulteriormente ricordare e ribadire; ai detrattori e contestatori dell’ufologia genuina, quanto segue: “Se valuti un evento normale, è logico che lo misuri con la metrica della normalità umana; ma se valuti un evento non normale, ovvero paranormale, non lo puoi valutare con la metrica del normale, in quanto normale non è. L’ufologia parafisica e valtellinese è paranormale quindi, devi adeguarti e non rompere i maroni, anche se sei fedelmente colluso col sistema”.













Nessun commento:

Posta un commento