Presenze Aliene

lunedì 24 agosto 2015

-39-News Valmalenco Agosto 2015

News Valmalenco
Agosto 2015

Di Dario Giacoletto


Calda stagione ufologica, quella in corso nella Valmalenco. Le segnalazioni si susseguono, il materiale arriva in abbondanza. Il problema è diventato, il tempo necessario per poterlo vagliare adeguatamente e utilizzare. Seguendo questa vicenda valtellinese, mi sono chiesto più volte, come fanno le autorità, la scienza e l’informazione giornalistica a non vedere. E’ un vero mistero! Un mistero più grande dello stesso mistero degli ufo! Come si fa a non vedere un ufo del genere!? La scena è spettacolare, siamo sopra il campanile di Lanzada. Se questo campanile potesse parlare, potrebbe scrivere la storia ufologica della Valmalenco. Dove sono il C.U.N., il C.I.C.A.P o chi per loro, dove sono i servizi segreti per scoprire la realtà ufologica e non per tacitare gli argomenti scottanti. Dove sono le istituzioni, l’aeronautica militare, gli astrofili, i giornali, le Tv con Mistero o Voyager ecc. Dove sono i detrattori, così tanto attivi in internet nello screditare e nel porre in circolo materiale falso. Dove sono tutti costoro, o invece ci sono, ma se vedono e sanno non te lo vengono a dire? Ok, la massa non deve sapere e gli ufo non esistono, intanto però vede, fotografa e si chiede, cosa ci state a fare voi.


L’autore, tale non meglio identificato Adamo, ha inviato cinque foto, delle quali quella sopra è la quarta della serie, forse la più spettacolare assieme alla quinta. Quella sotto è la prima e, come si può vedere, l’ufo è più lontano dal campanile. Mediante la serie di foto, si vede l’ufo andare sopra la perpendicolare del campanile, quindi scendere e risalire. Non mi è dato sapere, cosa il testimone ha visto prima e dopo queste foto e, se altre foto sono state fatte. Sarebbe interessante sapere come e quando se ne è andato. Una costante di questa tipologia di presenze, è il continuo cambiamento estetico. In talune occasioni e in una certa percentuale, è dovuto al mezzo tecnico e alla situazione ambientale; ma in molte altre è prevalentemente dovuto alle variazioni che compiono loro.


Giunto sopra la perpendicolare del campanile, con la tipica inclinazione a 40°, (prima foto) si è abbassato ponendosi in piano come da foto sotto. Nel riquadro a sinistra, ho tolto luminosità al particolare, per identificare meglio il contorno della navicella. Il risultato è notevole e spettacolare. Mi chiedo anche però, quante persone in Valmalenco hanno visto questo spettacolo. Teniamo presente che le visite ufologiche su questo campanile, sono state ripetitive e numerose.


19/4/2015 Lanzada

E’ un peccato che questo campanile non possa parlare, avrebbe fantastiche storie da raccontare. Storie di viaggiatori spaziali, entità aliene, ufo o astronavi. Potrebbe raccontare la storia locale dal 1600. Potrebbe dirci se, prima che si avesse notizia degli avvistamenti ufo dell’epoca moderna, in passato i valligiani hanno visto le stesse cose. Se ipotizzavano fate, gnomi e folletti nei boschi, o altro ancora. Dove cercare ora eventuali tracce, se ai posteri sono state lasciate. Questo campanile potrebbe raccontarci, quanta tecnologia di ultima generazione, ad insaputa dei locali, ha volato di recente sopra le sue campane, nel tentativo di individuare e intercettare le presenze aliene in vallata. Fantasie di mezza estate.


Si è soliti pensare che gli ufo sono macchine; ma non è sempre così. Gli ufo della Valmalenco sono prevalentemente degli Organismi Complessi Intelligenti. Sono un insieme di entità che si manifestano nella forma che scelgono. Quando scelgono di presentare una forma tipica ufoidale, noi vedremo forme di dischi volanti, di astronavi, di navicelle di luce come nel caso sopra, oppure un insieme di sfere. Quando aumentano la luminosità, noi vediamo un globo di luce, pressappoco come quello della foto sopra. Qualcuno li chiama appunto, esseri di luce. Altre volte l’essere di luce cambia forma e assume quella di un budello, come appunto quello della foto sotto.


Così come l’essere di luce è un insieme di entità in forma sferica, così il budello è un insieme di entità in forma sferica, del quale alcune traspaiono. Quando loro decidono, possono uscire dal budello che quindi può anche scomparire del tutto, oppure ricomparire e consentire a loro di rientrare. Questo genere di fenomenologia ufo, in America è detta E.B.A.N.I. ovvero Entità Biologiche Anomali Non Identificate. Vedere: http://presenze-aliene.blogspot.it/2015/02/ebani-flottillas-plasmoidi.html Quando le sfere, solitamente bianche volano numerose, sono dette, sempre in America, Flottillas. E’ una fenomenologia ufologica che presenta aspetti sconcertanti. Possono assumere qualsiasi forma e pertanto l’osservatore può illudersi di vedere quello che in realtà non è. Quando assumono forme strane, e sono visti cambiare forma, sono detti anche plasmoidi. Non sono tanto loro che ci possono ingannare con le loro manifestazioni, siamo noi umani che non sappiamo interpretare la realtà che loro esprimono.


Gli Ebani presentati in questo articolo, sono stati tutti quanto fotografati sopra il campanile di Lanzada. L’intera serie di foto non è proponibile a causa della quantità. Propongo quelli più significativi, con relativi ingrandimenti. L’immagine sotto è straordinaria in quanto fa vedere le entità sfera che compongono l’ebani. Ricordo che la sfera che vediamo, altro non è che il campo energetico/sferico/luminoso nel quale alberga l’entità aliena intelligente.  Stessa cosa potremmo dire nei confronti di quell’altro fenomeno detto degli Orbs. Anche questo è unito da un filo di continuità al fenomeno degli Ebani e degli ufo parafisici. Il fenomeno degli Ebani filiformi, non è stato prevalente in Valmalenco, rispetto agli altri aspetti estetici. Qui si presentano in genere come ammassi più o meno compattati di singole sfere. Vedere:  http://presenze-aliene.blogspot.it/2015/08/ufo-in-valmalenco-1942015.html


Ma torniamo al campanile in questione. La sottostante è una foto della serie del caso Lanzada 2011 http://presenze-aliene.blogspot.it/2013/03/il-caso-lanzada-2011.html Eccezionale caso, nel corso del quale due sfere si sono distaccate dall’ufo che stava sopra il campanile, per poi scandagliarlo o quantomeno volteggiarvi attorno. Nella foto il momento della discesa al campanile. Per quale motivo queste entità aliene hanno tanto interesse per la chiesa e il campanile di Lanzada? Forse lo fanno in quanto la chiesa è posta in posizione favorevole per essere vista dalla vallata, oppure ha altro significato? Staremo a vedere l’evolversi degli eventi.


23/5/2015 Sondrio
Se in Valmalenco, è la chiesa di Lanzada una delle mete preferite dagli ufo, con le tre foto di cui una quella sotto, pare che a Sondrio non sia disdegnato Giuseppe Garibaldi. Anonimo ha appunto inviato tre immagini, scattate in piazza Garibaldi, in cui si vede un ufo che passa davanti al monumento. Invio pertanto un ideale, ipotetico e improbabile messaggio a questo eroe:
“Tu che da vivo sei stato l’eroe dei due mondi, perché da defunto non diventi l’eroe anche del terzo, quello ufologico? Da vivo hai accettato grandi compensi per le tue prestazioni, non sempre limpide. Perché ora, senza denaro, non rendi consapevole l’aldiquà, rivelando quale è la realtà ufologica del quale hai avuto conferma dal tuo monumento e dal pulpito sul quale stai ora? Comprendo che è una missione non facile, ma non dovrebbe essere impossibile per te che sei stato Grande Maestro Massonico, Generale ed eroe dei due mondi. 


Ovviamente questa volta nessuno ti pagherà, dovrai fare tutto gratis. Il premio sarà, che ti chiameranno buonanima per meriti acquisiti. Mi rendo conto che dovrai superare lo scoglio della tua fratellanza; ma per ricambiarci di averti dedicato vie, piazze monumenti e quant’altro, cerca di farlo. Grazie

Conclusione

Ufo ed entità aliene che si manifestano insistentemente sopra un campanile, in un punto panoramico fondamentale per la vallata. Esattamente come se intendessero farsi vedere il più possibile. Il tutto mentre omertosamente le istituzioni, gli enti preposti, le associazioni culturali non vedono e non sentono. E’ un mondo strano il nostro. Guardate nell’immagine sottostante, come una delle massonerie e quindi, una istituzione legalmente riconosciuta come associazione culturale finalizzata alla crescita dell’essere umano, nel 1939 invitava i confratelli. L’immagine è tratta dalla guarnitura di carta stampata per comunicazione interna, inviatami da un lettore del blog:


Da voi mi sarei aspettato che invitaste le aquile ad insegnare alle cornacchie a non essere dei polli. Che invitaste le aquile a volteggiare sopra i campanili, per essere ben visibili ed esempio di crescita al genere umano. Mi sarei aspettato che le aquile vadino a volteggiare vicino agli ufo, per dimostrare che nulla hanno da temere e che la fratellanza non è solamente quella di quartiere, ma è universale, come appunto manifestano le entità aliene con le loro esibizioni. Sono certo però che lo farete, è solamente una questione di tempi non ancora maturi.









Nessun commento:

Posta un commento