Presenze Aliene

mercoledì 5 agosto 2015

Ufo in Valmalenco 19/4/2015

Ufo in Valmalenco 19/4/2015
Di Dario Giacoletto


Anonimo interlocutore ha fatto pervenire questa eccezionale serie di nove foto, scattate a Lanzada in Valmalenco. Partono dal n.2856 e arrivano al 2865. Sono foto che lasciano il fiato sospeso, per nitidezza, evidenza, incontestabilità. L’autore ha rilasciato una nota, che riporto sotto, nel quale attesta la sua percezione, sensazione e testimonianza. Una sola di queste foto, farebbe la gioia di molti giornalisti, ricercatori, amanti dell’insolito. Potermi permettere di presentare l’intera serie; ma soprattutto, potermi permettere di esprimerne il significato profondo che queste immagini portano, mi rende gratificato del lavoro sino ad ora svolto. Come più volte ho affermato, non è la bravura dei testimoni che consente di fotografare ufo e entità; è la bravura delle entità che intenzionalmente si fanno riprendere. Detto ciò, se poi non vi fosse la bravura dei testimoni, io ora non potrei disporre di queste foto. A loro mi inchino riverente. Il tutto mentre la Nasa scopre la vita sul pianeta Kepler 452b, i disinformatori di sistema operano per nascondere quanto sta avvenendo in casa nostra e, l’aeronautica militare veglia attentamente. Ma restiamo a noi e sentiamo cosa ha affermato il testimone.

2

Domenica 19.4.2015 ore 11.oo circa, mentre percorrevo a piedi via Roseg del Comune di Lanzada con l'intento di raggiungere il centro abitato, all'improvviso sopra di me si è materializzato il velivolo UFO presente in queste foto.
Era bello, futuristico, silenzioso e sembrava fatto tutto d'oro. Galleggiava in aria, sembrava che mi osservasse a distanza senza propagare nessun rumore, forse un debole ronzio sordo di sottofondo. Mi stava di fronte andando all'indietro, mantenendosi sempre una ad una certa distanza. Non intimorito ma elettrizzato ho iniziato a fare alcune foto che allego. Poi è sparito luminoso e velocissimo verso la frazione di Primolo.

3

Faccio notare che le undici del mattino della domenica, è l’orario e il giorno ideale per farsi vedere. E’ l’orario in cui i pellegrini vanno alla Santa Messa, i ragazzi sono fuori di casa, la gente si muove, gli sportivi fanno attività.  Certamente altri hanno visto, pertanto attendo ulteriori conferme.
Osservando le foto, alcune riflessioni sono d’obbligo. Se questa manifestazione ufologica è un messaggio, le foto ne sono l’intenzionale scrittura. Se sono la scrittura, ogni foto deve esprimere qualcosa di diverso, affinché si possa cogliere il messaggio d’insieme. Leggendo in questo senso le foto, si nota che non sono mai ripetitive della stessa estetica dell’ufo, ma evidenziano una estetica in continua trasformazione. Quindi comunicano che, estetica diversa non significa causa diversa ovvero: “Quando vedete queste estetiche diverse, siamo sempre noi!”. Lo stesso principio di lettura si può applicare all’insieme delle manifestazioni in Valmalenco, Valtellina, oppure su tutto il pianeta.

4

In ordine di importanza se ci basiamo sull’estetica, la foto uno è la migliore; ma se ci basiamo sull’importanza del significato, la foto 3 non ha nulla di meno. Questa foto è la chiave di volta di tutto quanto il messaggio. Ora però propongo il sottostante collage che scrive il messaggio.
A) Fa vedere un ufo. Se fosse visto o ripreso a maggiore distanza, si potrebbe pensare che si tratta di astronave o disco volante; ma vedendolo da vicino e notando la figura asimmetrica, si è costretti a cercare altra spiegazione. Il colore è uniforme, non si colgono i particolari che lo compongono.
B) L’ufo prende colorazioni, si vanno evidenziando i particolari. Iniziano ad emergere delle forme sferiche. Si può iniziare ad ipotizzare che sono queste sfere, le quali ammassate o aggregate tra di loro danno luogo all’ufo. La forma dell’ufo è leggermente diversa rispetto al particolare A, quindi significa che la forma dell’ufo è in evoluzione. Ora se l’evoluzione non è casuale, non può essere altro che intenzionale, quindi intelligente. Pertanto, per il fatto che l’ufo si muove in modo intelligente e le sfere che lo compongono pure; siamo di fronte a presenza aliena intelligente. Ricordo che queste aggregazioni di sfere possono generare qualsiasi forma. L’argomento è stato trattato in: http://presenze-aliene.blogspot.it/2015/06/complessi-organismi-intelligenti.html
C) Continua la metamorfosi dell’ufo. Ora è lampante il fatto che si tratta di sfere bianche, alcune trasparenti. Altre addirittura, vanno gradatamente sfumando nell’evanescente. Diventa palese il fatto che le differenze estetiche e cromatiche delle sfere, non sono differenza di sostanza, ma di apparenza estetica. All’interno delle sfere, quando sono trasparenti, compare qualcosa. Un’ombra o poco più.


D) Tra tutte le sfere una si evidenzia e, si può però azzardare, che tutte sono sostanzialmente uguali. All’interno di questa compare una vaga figura che, forzando l’interpretazione, si può ipotizzare quella di un volto umanoide. Questa forzatura a molti parrà ingiustificata; mentre per gli addetti ai lavori che altro materiale hanno valutato, sarà una ovvia deduzione. Se anziché essere fotografato, questo ufo fosse stato filmato; molto probabilmente avremmo molti dati in più per affermare la metamorfosi della presenza all’interno. Comunque il messaggio è chiaro ovvero: “All’interno di queste sfere si possono concretizzare delle figure”. Per comprendere cosa si può concretizzare, dovrei disporre di un video o di una serie di fotografie che lo dimostrano. Non dispongo di queste prove in questa serie di foto, e neppure in altre. Dispongo però di una serie di fotografie che dimostrano il processo inverso ovvero, come le concretizzazioni o materializzazioni di queste sfere, si trasformano e se ne vanno nelle sfere. Per comprendere questo processo, vedere: http://presenze-aliene.blogspot.it/2014/05/lanonimo-cacciatore.html
E) Visto e considerato il post sopra segnalato, diventa evidente che la sfera E è il mezzo di trasporto energetico e non fisico, entro il quale le presenze aliene si muovono, si materializzano o si smaterializzano. Quindi ogni sfera che compone l’ufo di cui sopra, è una potenziale entità aliena che, può scegliere se manifestarsi sul piano fisico o meno. Possono anche manifestarsi più entità dalla stessa sfera.
F) Avrei potuto presentare le due entità del caso del cacciatore; ma l’immagine non è delle migliori. Ho scelto quindi da altro caso, questa entità che si evidenzia molto meglio, per la sua completezza. Questa figura alta oltre due metri, ma non ha importanza la statura in quanto possono assumere sembianze e statura che vogliono; si presenta esprimendo un senso di trasparenza, di forza, di determinazione. Si è manifestata con estetica umanoide in questa occasione; ma potrebbe assumere qualsiasi forma, in quanto mutante a piacimento.


La sottostante è la foto 2864. Ora l’ufo se ne è andato compiendo un giro in vallata. L’estetica assunta è diversa, si presenta ora come una luminosa sfera bianca. Questa sfera bianca però, è un insieme di sfere bianche singole. Per questo motivo ci possono fornire spettacoli come quelli presentati nel seguente articolo: http://presenze-aliene.blogspot.it/2015/07/ufo-coi-seconda-parte.html
Io li definisco C.O.I. ovvero Complessi Organismi Intelligenti; ma altri  li chiamano ufo, globi o esseri di luce, oppure anche ebani.

7

Torniamo ora alla foto 2856, del quale il particolare A. In base a quanto ho affermato in precedenza, le sfere singole sono le artefici dell’ufo, pertanto si potrebbe essere indotti a pensare che le sfere singole sono tutte lì. Non è così. Già osservando con attenzione la fotografia, ma ancora di più esaltandola mediante colorazioni e contrasto, si evidenzia il fatto che mentre l’ufo stava fermo lì, altre sfere con una densità materiale inferiore, quindi meno visibili, erano comunque presenti. Le vediamo evidenziate nei circoletti. Ora però occorre fare altra considerazione. Mediante il particolare C abbiamo la prova che le sfere sfumano nell’invisibile quindi, ad un certo punto il non poterle più vedere, non significa che non esistono più. Significa semplicemente che non sono più visibili mediante la vista umana. Ora però altra domanda sorge; ma quante sono queste entità in grado di manifestarsi in forma sferica luminosa? Io rispondo: “Un’infinità”.

8

Sono entità extra/dimensionali che entrano ed escono dalla nostra dimensione o banda di percezione sensoriale. La realtà umana è unicamente la nostra realtà non la loro, che spazia ben oltre. L’idea di dimensione, non deve far pensare ad un luogo altrove; il luogo può essere lo stesso nostro con frequenza non percepibile mediante i sensi. Ad ulteriore sostegno di quanto sino ad ora affermato, propongo altri particolari per la gioia di chi ha compreso. Provengono da altri casi; ma proprio per questo assumono maggiore valore.




G) Questa è la sfera dentro il quale se ne sono andate le due entità del post dell’anonimo cacciatore. Ricordiamo sempre che non necessariamente ci devono far vedere cosa vi è all’interno della sfera.
H) Sfera bianca, in questo caso semi eterea, dopo che è andata smaterializzandosi. Alcuni lettori mi hanno fatto notare, che anche in questa sfera vi è parvenza di volto. Pareidolia forse, come quella del muso canino. Ad ognuno la sua realtà.
I) Dalla foto dell’ufo ripreso dal sottoscritto il 3/8/2015. Questo ufo è della stessa natura di quello presentato in foto 1. Cambiano le colorazioni, che sono frequenze. Cambia la forma dell’ufo, che non ha importanza sostanziale. In questo caso una delle sfere che lo compongono, ha deciso di farsi vedere con volto umanoide.
L) Ecco una sfera/entità che ha deciso di farsi vedere in modo inequivocabile. In questo caso parlare di pareidolia diventa difficile!


10
In questa ultima foto, il preciso istante in cui una sfera/entità, si stacca dall'ufo/madre. Questo ufo è esteticamente alquanto diverso rispetto a quello della foto uno; ma è sostanzialmente della stessa tipologia. Termino questo articolo con la speranza di essere riuscito a comunicare il messaggio che immagini del genere possono trasmettere.











3 commenti:

  1. Lor mi rivelarono che hanno due grandi leggi, una che può essere rappresentata da infiniti cerchi concentrici , che simboleggiano frequenze o dimensioni, che sono dei graal, che assumono in loro infinite vite, che crescono in loro divenendo frequenze a loro volta.L'altra forza, che in realtà è l'altro polo della prima ,è la vita stessa che si sviluppa dentro ogniuna delle frequenze, e viene rappresentata da Loro come una spirale di-polare, con un braccio ascendente ed uno discendente, verso la frequenza superiore e quella inferiore. Le due parti della forza, compongono quella che Loro chiamano " forza neutra" , incomprensibile a chi sceglie il labirinto del dualismo egoico. Matematicamente parlando, la forza neutra è lo zero, matrice pre- numerica. Loro hanno la speranza che i terrestri, presto o tardi, escano dalle illusioni della divisione della forza e si sforzino di vedere il grande zero, dove tutto è unito, e singolare, nel rispetto di diversità ed unicità. Questo è un cammino che durerà parecchi milioni di anni, come è successo per Loro! Le frequenze sopraelencate, sono menti ed anime che hanno scelto di essere o alberi ( frequenze- graal- dimensioni) e anche semi( onde-vino-universi), in uno stesso essere. Ogni essere inanimato o animato, dall'atomo all'essere umanoide, all'universo ,alla dimensione, ha in se le due parti della forza, che, attraverso il frammentamento divisorio di maya, insegna all'essere ad uscire dalla matrix illusoria , facendo un lavoro su sè stesso, di ricerca del " centro neutro e stabile" nel cuore dell'essere. Ad ogni passo nel tempo egli discende od ascende nella matrix all'infinito e non vi è fine nè al processo del divenire e nè all'essere stesso, poichè entrambi, sono manifestazioni di quella intelligenza neutra ,che genera tutta la vita, per far partecipi gli esseri creati ,del processo stesso, per puro, incondizionato, gratuito e supremo Dono!

    RispondiElimina
  2. Questo articolo, così come altri, mi hanno detto quanto e come è ricettiva la massa, in fatto di informazione. Certe volte penso, che forse sarebbe meglio che io proponessi argomenti più leggeri e assimilabili. Però poi mi giungono anche commenti come questo, quindi devo costatare che qualcuno ha compreso. Non commenterò il messaggio, che si commenta da sé. Ricordo che un accenno alla zona neutra, alternativa alla dualità, l’avevo espressa nel seguente post: http://presenze-aliene.blogspot.it/2014/09/la-dualita-e-leterno-inganno.html
    “Lor mi rivelarono” presuppone contatto. Mi fa piacere.

    RispondiElimina
  3. Roseg? non credo sia una coincidenza

    RispondiElimina