Presenze Aliene

domenica 29 novembre 2015

Triangoli neri a Lanzada

Triangoli neri su Lanzada 20/11/2015



1

Persiste incessante l’attività ufologica in Valtellina, con centro focale in Valmalenco. Passato da poco l’incredibile evento dei due triangoli neri su Tirano e vallata; http://presenze-aliene.blogspot.it/2015/11/ufo-tirano.html a distanza di circa un mese, due triangoli neri si sono nuovamente fatti vedere. Ma andiamo con ordine. A riportare quanto accaduto, IL GIORNO:

2

A descrivere l’avvistamento sono gli stessi autori delle fotografie, scattate la sera di venerdì 20 novembre. «Erano circa le 17.30 ed eravamo riuniti in gruppo a chiacchierare fra amici quando abbiamo visto una luce arancione in cielo. Era vicino alla luna, ferma e scintillante, raccontano. Questa luce variava di colore, passava dall’arancione a una specie di arcobaleno, poi tornava al colore iniziale». Il fatto ha subito richiamato alla mente i numerosi avvistamenti segnalati, soprattutto in Valmalenco, nel corso degli ultimi anni. «Proprio per questo siamo rimasti a osservarla, riprendendo la scena con i cellulari e alcune macchine fotografiche tascabili». E se già la luce rappresentava uno strano fenomeno, quello che è accaduto poco dopo ha lasciato davvero tutti a bocca aperta. Come raccontano ancora i testimoni oculari, infatti: «All’improvviso sono sbucati dal nulla due enormi velivoli di forma triangolare. Silenziosi e molto veloci, si sono diretti verso la luce arancione. E’ stato bello, impressionante e pazzesco, sembrava un film di Guerre stellari. Sono passati a bassa quota sopra le nostre teste e si sono lanciati all’inseguimento della luce che è schizzata via, inseguita dai due velivoli». A quel punto i tre oggetti sono spariti dalla vista degli osservatori, allontanandosi oltre le montagne sopra Torre Santa Maria. Dopo l’avvistamento i testimoni dello strano evento hanno mostrato le fotografie scattate ad alcuni amici residenti nel tiranese. Loro ci hanno detto che erano simili a quelli visti alla fine di ottobre. Questi velivoli erano triangolari, di colore nero lucido, non sembravano metallici ma assomigliavano al guscio lucido delle cozze di mare. Erano privi di luci, eccetto due bocchettoni luminosi nella parte posteriore, ed erano assolutamente silenziosi tanto che non abbiamo avvertito nessun rumore. Al loro passaggio, però, hanno lasciato nell’aria un forte odore di ammoniaca, simile a quello delle macchine fotocopiatrici. Capiamo che la storia possa creare inquietudine, ma crediamo che parlarne possa aiutare altre persone che hanno assistito a questo fatto, quindi a non avere paura e raccontare quello che hanno visto.
Commento:
Intanto complimenti ai ragazzi che con lucida determinazione, hanno osservato, ripreso e divulgato; mediante l’articolo di Alessia Bergamini. Alcune considerazioni sono però necessarie. I testimoni, sia di questo caso, quanto quello di Tirano, sono concordi nel descrivere i neri triangoli volanti. Guardando la foto uno, non paiono essere esteticamente uguali a quelli della foto tre. Occorre però precisare che le motivazioni possono essere diverse, un leggero mosso della fotocamera, la velocità dei mezzi ripresi, ma ancora di più il fatto che queste presenze hanno caratteristiche di facile mutazione estetica, in quanto mutanti come le entità che li gestiscono.
3

I testimoni hanno affermato che i due triangoli volanti si sono approssimati alla luce arancione, la quale si è allontanata repentinamente, con i due triangoli all’inseguimento. Esteticamente è certamente avvenuto questo; ma la lettura, a mio parere, potrebbe essere leggermente diversa. Ovvero, giunti i triangoli, la tre presenze se ne sono andate assieme contemporaneamente. Perché affermo questo? Semplicemente perché, così come nel primo proposto video dell’articolo di Tirano, si vede il triangolo trasformarsi in sfera luminosa bianca, così la sfera arancione di Lanzada (non ha importanza il colore) avrebbe potuto trasformarsi in altro triangolo nero. Pertanto, sotto l’aspetto sostanziale e non estetico, le tre presenze di Lanzada si possono ipotizzare uguali. Dunque, non due triangoli in contrapposizione alla sfera, ma tre triangoli, oppure tre sfere in quanto a sostanza di fondo. Siamo nel mondo della parafisica e non delle leggi fisiche. Vedere ufo triangolari è eccezionale, ma negli ultimi tempi, su tutto il pianeta, sono state viste cose da fantascienza. Non più triangoli, ma come ad Atrani (Amalfi) 13/8/2015 piramidi volanti: http://blog.luniversovibra.com/ufo-piramidale-avvistato-ad-atrani-vicino-ad-amalfi/
4

Oppure dei cubi, dei parallelepipedi, come nel seguente caso e molte altre cose: http://www.semprequestione.com/2015/07/ufo-em-forma-de-cubo-aparece-novamente.html#.Vlqp2PkvfIU dove i testimoni parlano di vortice nuvoloso dal quale sarebbe apparso il cubo. Il vortice nuvoloso è il vortice dimensionale mediante il quale entrano nella nostra realtà fisica le manifestazioni extra/dimensionali. Vortici visti e fotografati numerose volte in Valmalenco. Quindi, valtellinesi preparatevi, anche voi potreste vedere le stesse cose in futuro. Siccome poi, le entità di tutte queste manifestazioni sono sempre le stesse, e siccome possono manifestarsi in forma di alieni volanti, oppure come preferiscono, prima o poi ci possono far vedere dei gatti volare! Anzi, come chiaramente è stato comunicato, “Noi possiamo farvi vedere ciò che vogliamo e, possiamo far vedere e fotografare a persone contemporaneamente presenti, realtà completamente diverse!”.
5

Odore di ammoniaca e zolfo:
Due sono gli odori maggiormente riscontrati in casi di avvistamenti di ufo oppure di entità aliene. Quello dell’ammoniaca e quello dello zolfo. Potrebbe anche essere un odore unico che sconfina verso l’uno o l’altro, non lo sappiamo con certezza. Fin dall’antichità è affermato che in presenza di demoni, si sente odore di zolfo. I demoni del passato potrebbero benissimo essere gli alieni di oggi. Personalmente posso affermare che, durante esperienze extra/corporee, incontrando una precisa tipologia di entità aliene, ho percepito odore di zolfo. Tanto che prima sentivo l’odore e poi vedevo le entità. Altre persone mi hanno confermato la stessa cosa. Sul piano fisico, su tutto il pianeta, nel corso di eventi ufologici, è capitato che l’odore dello zolfo fosse accostato a quello dell’ammoniaca. Un caso famoso è quello di Varginha (Brasile):
Nel pomeriggio del 20 gennaio 1966 a Jardim Andere, sobborgo di Varginha, tre ragazze, le sorelle Liliane e Valquiria Silva e la loro amica Katia de Andrade Xavier, rientrano a casa spaventate dicendo di avere visto uno strano essere. La madre delle due sorelle è scettica, ma decide di seguirle nel luogo dell'avvistamento: l'essere non c'è più, ma si percepisce uno strano odore di ammoniaca. Le donne raccontano l'avvistamento a parenti e amici e uno di loro riferisce il racconto all'ufologo Ubirajara Franco Rodrigues, che va a parlare con le ragazze, le quali gli forniscono una descrizione dell'essere. Il presunto umanoide viene descritto così: bassa statura, corpo sottile, pelle scura, testa grande, naso piccolo, occhi grandi e rossi senza pupille.
Oppure un caso verificatosi negli USA: Il 18 ottobre 1968 i componenti della famiglia M., in Florida, erano in casa, quando sentirono che il loro cane abbaiava e guaiva molto inquieto. Guardarono fuori e rimasero sorpresi (solo?), nel vedere, all'altezza di circa tre metri dal suolo, un oggetto color rosso porpora, dal quale emanava un odore penetrante di tipo ammoniacale. La sfera, alta una decina di metri, era assolutamente trasparente e all'interno si potevano riconoscere due uomini dalle sembianze normali. Pochi minuti dopo l'UFO si mosse verso l'alto e scomparve.
Non mancano segnalazioni neppure dall’Italia e, neanche tanto lontano dalla Valmalenco. Siamo in provincia di Varese, a Fogliaro e Robanello, il 7 giugno 1958, ore 10,30; quando all’improvviso si fa buio e compare un forte odore di zolfo e ammoniaca. Io, propendo per l’odore di zolfo in presenza di entità aliene di un certo tipo, e per l’odore di ammoniaca in relazione ad ufo. A questo punto ritengo opportuno invitare i numerosi testimoni valtellinesi e non solo, ad inviarmi loro eventuali riscontri olfattivi in presenza di manifestazioni ufologiche e aliene.

PS: Valtellinese Giorgio Frisoli, dopo aver letto il presente post, mi segnala che la sera del 19/11/2015 ore 16,40 circa, si trovava a Bormio avviandosi verso Sondalo. Afferma di aver visto due ufo con due caccia al loro inseguimento che andavano in direzione lago di Cancano. A sua detta, i caccia non riuscivano ad avvicinarsi agli ufo che, anzi li stavano lasciando dietro. Poi sono scomparsi alla vista dietro le montagne. Sentito chiaro il rumore dei caccia. Grazie Giorgio.




lunedì 23 novembre 2015

Ufo a Tirano

Ufo a Tirano 30/10/2015


Se non è presunzione, questa è una delle migliori foto, riproducente questo genere di mezzo volante.

La presente vicenda ufologica, ha preso il suo avvio, sotto l'aspetto testimoniale, da Tirano (Valtellina- Sondrio) il 30/10/2015, ore 8,30/40. Il cielo è perfettamente sereno, quindi visibilità ottima. Gli abitanti di Tirano vedono stazionari sopra viale Italia, due strani oggetti volanti di forma triangolare. Si muovono assieme e lentamente, percorrono il viale in tutta la lunghezza, per circa un kilometro. Si soffermano alcuni secondi sopra la basilica della Madonna di Tirano, quindi ripartono direzione Teglio, per poi indirizzarsi verso il monte Pizzo Scalino. I testimoni sono stati numerosi, ovunque in vallata se ne è parlato. Peccato che pochi si sono esposti con testimonianze presso i giornali oppure presso i Carabinieri. Ricordo che la legge italiana prevede che il testimone di eventi ufologici, si rechi presso la locale Stazione Carabinieri, ad esporre la testimonianza. Se la segnalazione verrà ritenuta di una certa consistenza, il tutto sarà verbalizzato su specifico modulo per segnalazioni ufologiche. Ciò non comporta conseguenze, per cui preoccuparsi e quindi non adempiere ai doveri di buon cittadino. 

2

Torniamo però a noi. I testimoni hanno notato che i due triangoli erano di grosse dimensioni, quando ripartivano, avevano uno strano sobbalzo e, avevano un andamento che richiamava l’andamento di una barca. Concordi i testimoni, circa il colore nero e la sensazione che fossero velivoli metallici. La vicenda è stata riportata da alcuni giornali locali. L’articolo sopra esposto ne è un esempio. L’informazione riportata è corretta, la foto riportata non è pertinente al caso. Altri articoli invece, hanno avuto l’ardire di proporre immagini non pertinenti, quali quelle sottostanti. Quella di sinistra in quanto relativa a vicenda passata; ma soprattutto quella di destra, alquanto dubbia. Intanto perché tutti i testimoni hanno affermato che i triangoli erano due e non tre; poi perché, a detta di alcuni residenti, il trenino in quei giorni non era in attività. Invito pertanto l’autore, ad inviarmi la foto nella versione originale, onde si possa accertarne l’autenticità. Alcune osservazioni, sarebbero da esprimersi agli autori di vari articoli. Allusioni trasversali atte a delegittimare l’ufologia in generale e questo caso in particolare, non possono passare inosservate. Poi, i riflettori sono stati spenti. Tutto tornato nella normalità, ovvero nell’abulia generale made in Italy. Eppure la vicenda non è avvenuta in un solo giorno ed è stata di quelle spettacolari. Il giorno precedente, già mi era giunta segnalazione dal lago di Como. Un testimone afferma di aver visto, intorno alle 17,30’ in alto, una sfera bianca e luminosa sorvolare il lago. Ad un certo punto la sfera si sarebbe divisa in due sfere bianche luminose, indirizzate verso la Valtellina.

3
Altra segnalazione mi è giunta da Tirano ed è relativa al giorno 1/11/2015 ore 18,15. L’avvistamento è avvenuto a Villa di Tirano. La persona ha visto una sfera, di color verde, ferma sopra casa sua, a 7/10 metri di altezza, quindi molto vicina e con precisi requisiti di certezza. Dopo alcuni secondi si è spostata lentamente verso sud per poi invertire improvvisamente la rotta e schizzare verso est. Circa 15 minuti dopo, il testimone, ha visto altra sfera di color arancione, ma ad una altezza molto elevata. Purtroppo non è riuscita a scattare foto, ma sostiene di aver provato delle belle sensazioni.

LA PROVA
Costituiscono elementi probanti di avvenuto clamoroso evento ufologico, l’alto numero di testimoni a sostegno. Come ora vedremo, l’evento si è protratto per diverse ore per quanto riguarda la vicenda dei due mezzi volanti triangolari; e per diversi giorni, per quanto riguarda la manifestazione di sfere luminose. Occorre però dire che in Valtellina, le manifestazioni ufologiche sono all’ordine del giorno, quindi hanno una eccezionale continuità di manifestazione. Tre testimoni, che intendono mantenere l’anonimato, mi hanno inviato tre fotografie diverse, che si confermano a vicenda. Tutte e tre le foto sono nel formato originale, quindi hanno superato il test di genuinità.
Ci eravamo lasciati dopo il passaggio dei due triangoli da Teglio e virata per il Pizzo Scalino, verso le ore 9 o poco meno. La prima fotografia eccezionale giuntami, è quella in testa all’articolo, la numero uno, scattata alle 10.23’.59” in regione Mossini di Sondrio, strada per Chiesa in Valmalenco. La foto è strabiliante e tale da mandare in visibilio ricercatori ufologi ed amanti dell’aeronautica! La seconda foto, la sottostante, è stata scattata alle 12.08’.43”, in località Castione Andevenno, Statale 38, quindi sempre nelle vicinanze di Sondrio.

4

Con questa foto abbiamo la certezza, che i triangoli volanti erano effettivamente due, volavano in coppia, erano neri. Possiamo anche dedurre che, il tempo intercorso tra le 8,30 del primo avvistamento a Tirano e le 12,08 a Castione Andevenno, è di 3,38’. Tempo minimo del quale abbiamo prova certa della presenza in zona dei due triangoli neri. Abbiamo però anche la conferma che gli angoli dei triangoli erano a punta e non arrotondati e, questo è un particolare importante come vedremo.
Le sorprese ufologiche in Valtellina, sono però sempre all’uscio di casa. Il terzo testimone, preso il coraggio per la presenza in vallata dei triangoli volanti, ha inviato una sua foto scattata il 9/8/2014 in località non precisata, ma sempre in Valtellina.

5

Questa foto dimostra in modo inequivocabile che i triangoli visti a Tirano il 30/10/2015, non erano alla prima apparizione in vallata. Invito pertanto altri eventuali testimoni, a rendere disponibile il materiale in loro possesso, affinché si possa comporre il puzzle. Per la verità, in passato, altri triangoli già erano stati visti e fotografati. Nel seguente post: http://presenze-aliene.blogspot.it/2014/06/ufo-e-aliante-1232012.html  vi è un esempio, foto sottostanti.

6

In questo caso mi era parso legittimo ipotizzare la presenza di tecnologia terrestre, nello specifico di droni di ultima generazione e ipoteticamente del X-47° Pegasus, nella foto sette. Più arduo affermare, quanto riguarda il triangolo bianco della foto sei, anche se gli X-47A sono appunto prodotti sia bianchi, quanto neri. Ora però cerchiamo di comprendere di cosa si tratta nel caso dei due triangoli neri di Tirano.  L’indirizzo ipotetico non può non andare, come in tutti i casi del genere registrati nel mondo, nella direzione che si possa trattare di TR-3B.

7

IPOTESI TERRESTRE
TR-3B è la sigla col quale si indica un avveniristico progetto di matrice USA, circa la realizzazione di mezzo volante triangolare e nero, con sistema antigravitazionale, da alcuni ipotizzato come ricavato da studi di retro/ingegneria. Quindi ricavato da studi effettuati su mezzi alieni recuperati in seguito a schianti, oppure più in là ancora, mediante collaborazione con alieni. Che la ricerca Usa, preveda lo sviluppo di oggetti volanti triangolari è cosa certa; ma le prove riscontrate riguardano alcune tipologie di droni e non di triangoli antigravitazionali di grosse dimensioni. Nella foto 8/a però, la dimensione è notevole e le caratteristiche estetiche pure. Si potrebbe affermare che la similitudine con i triangoli di Tirano è veramente notevole.
Nella ricostruzione 8/b vediamo come il TR-3B è stato ipoteticamente riprodotto. Qui vediamo gli angoli fortemente arrotondati; ecco perché trovo fuori luogo quanto riportato da alcuni giornali, circa i triangoli di Tirano. Qualcuno aveva visto questa immagine e voleva renderla compatibile? Nulla esclude che possano esistere entrambe le tipologie; ma in base alle foto pervenute, i dubbi non ci sono.

8

IPOTESI ALIENA
Da una parte vi è chi è convinto che non si tratta di tecnologia aliena, ma di prototipi sperimentali da tecnologia nostra; dall’altra vi è chi è convinto che trattasi di cosa aliena. Se i triangoli neri di Tirano sono mezzi sperimentali terrestri, generano alcune domande al quale non è facile rispondere. Innanzi tutto, non essendone ufficializzata la loro esistenza, la loro presenza dovrebbe avvenire in incognito, segreta o quantomeno con il minor grado di visibilità. Perché allora essere in due, in pieno giorno, fermi sopra un centro abitato e poi lungamente sulla vallata? Il tutto si è sviluppato con il massimo dell'evidenza e della spettacolarità. L’intenzionalità del farsi vedere è stata evidente. Questo particolare, è un tassello fondamentale a sostegno dell’ipotesi aliena. Quale militare esercitazione aerea, è ipotizzabile standosene fermi sopra a Tirano, con dei mezzi volanti che la massa ancora non conosce? Certo, qualcuno potrebbe ipotizzare che sia una manifestazione così palese, in quanto mirata a far passare questo messaggio “gli oggetti volanti che si vedono in Valtellina sono mezzi terrestri nostri”. Ipoteticamente il ragionamento ci potrebbe stare; ma se poi le persone decidono di documentarsi, scoprono che i triangoli neri, sono stati visti e documentati su questo pianeta a partire dal 24/7/1952 nel Nevada, in cui erano ben tre! Quindi, come la mettiamo? Ipotizzare ora che la tecnologia terrestre, in quella data fosse in grado di possedere mezzi volanti con queste caratteristiche, è puro vaneggiamento. Da allora si susseguono gli avvistamenti, sino alla famosa ondata in Belgio, di cui l’immagine sotto.

9

In alcuni casi, mentre il triangolo stazionava a non molti metri dal terreno, è stata vista la tipica luce a cono, detta solida. In tutti i casi, mai nessun rumore e andamento a foglia morta a bassa velocità, mentre ad alta velocità diventa impossibile persino seguirne il percorso. A mio parere, accertato che vi sono triangoli neri prodotti da tecnologia terrestre (droni e progetto Aurora), voluti per replicare quanto alieno; occorre dedurre e distinguere le due matrici.


RETRO/INGEGNERIA
Con questo termine si intendono studi e realizzazioni, tratte da materiale di provenienza aliena, con l’intento di replica in base alle caratteristiche ed esigenze nostre. Che la retro ingegneria sia un dato di fatto, è cosa certa. Ciò che non possiamo sapere è, fino a quale livello realizzativo i nostri sono oggettivamente giunti. Altra cosa è quanto fanno trapelare, immettendolo sul mercato dell’informazione, per fini propagandistici e strumentali. In base a questa logica di mercato, oggi l’opinione pubblica prevalente è convinta che, mezzi volanti come quelli visti a Tirano, sono mezzi sperimentali di matrice USA. Se però andiamo a vedere cosa ci propone il web in fatto di materiale video di una certa affidabilità, scopriamo particolari interessanti.

VIDEO
Propongo ora, due video eccezionali presenti su Youtube, in grado di fornire informazioni e particolari interessanti, al fine di comprendere cosa sono questi triangoli neri visti a Tirano. Se noi osserviamo attentamente il video sotto, in cui si ipotizza essere il TR-3B; nella parte finale notiamo qualcosa di sconcertante e anomalo.


10

Si nota che le luminosità presenti, esprimono una luminosità fredda, che non si irradia come le luci tipiche nostre. Questa luminosità è tipica negli ufo, ed è detta anche “luce solida”. Ad un certo punto, la luminosità centrale, si espande ed ingloba tutto quanto il mezzo volante, tre luci minori comprese. A questo punto è generata l’immagine sottostante.

11

Al momento, nessuna prova abbiamo che i mezzi terrestri nostri compiono questa metamorfosi; mentre abbiamo una infinità di prove, che gli ufo lo fanno. Non solamente passano dalla forma di apparente mezzo tecnologico a quello di sfera bianca; ma spesso sono stati visti passare da quello di sfera bianca (ma anche di altri colori) a quella di ufo apparentemente tecnologico. Per questo motivo io escluderei, che quanto presente in questo video, sia il TR-3B. Anche perché, dopo aver generato la sfera bianca luminosa del video, questa si espande o quasi esplode, avvicinandosi alla videocamera, per poi passare oltre. Questo interagire, parrebbe manifestare che sono consapevoli di essere ripresi, e che la loro è stata una esibizione rivolta a noi. L’atteggiamento della sfera finale è tale da far ipotizzare, che siamo di fronte ad una smaterializzazione, ovvero passaggio dimensionale o cambio di frequenza.
Altro notevole video, quello sottostante, in cui vediamo due triangoli, come quelli visti a Tirano e a Sondrio. Stanno spostandosi in sincronia, ma è visibile una terza presenza. Questa si sposta con moto indipendente e, ad un certo punto se ne va. I due triangoli rompono la sincronia e si manifestano in modo indipendente. Immagine sotto.


12

L’evidenza è notevole, non ci sono dubbi, sono come quelli ripresi a Tirano. Ora, se noi colleghiamo i due video, possiamo affermare che anche questi due triangoli potrebbero trasformarsi in sfera bianca, come quello del video precedente. E, gli ufo/sfere bianche, di frequente, sono stati visti espellere altre più piccole sfere bianche che, molte volte non sono bianche e neanche sferiche. Queste sono la terza presenza di questo video, quella che si vede inizialmente in fase di allontanamento. Stesso fenomeno è presente nella foto uno, forse anche nella cinque. I conti tornano, sono sempre loro! Siamo nell’ambito, nonostante la diversa apparenza, dell’ufologia parafisica. Termino con un grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questo articolo.














giovedì 5 novembre 2015

Crop circles - Il messaggio alieno

Crop circles - Il messaggio alieno



Fin dall’inizio della ricerca di eventuale vita nello spazio, i rappresentanti terrestri ci hanno detto che uno dei problemi maggiori, era stabilire quale linguaggio utilizzare per poter comunicare con eventuali culture diverse da noi. Molte ipotesi sono state fatte, sino a quando si decise di inviare nello spazio, il messaggio con la coppia umana che saluta. Contemporaneamente l’altra domanda era, come eventuali culture aliene avrebbero eventualmente potuto comunicare con noi. Mentre l’essere umano inviava il messaggio nello spazio, sulla Terra avvenivano fatti che inducevano a ipotizzare che una o più culture aliene già ci stavano rilasciando dei messaggi. Qui compare la prima grande incongruenza ovvero, noi cerchiamo la vita e il messaggio nello spazio, intanto la vita aliena si sta manifestando direttamente qui! Sono degli imbecilli gli alieni, oppure i terrestri? Oppure vi è altra risposta? Esempio: “Se il potere terrestre non vuole che la massa sia a conoscenza della presenza aliena sulla Terra, è opportuno che vada a cercarla, oppure faccia finta di cercarla, il più lontano possibile, dove non si troverà!”. Questa spiegazione collima poi a perfezione, col fatto che il potere terrestre non ha sino ad ora riconosciuto ufficialmente nessun tipo di messaggio giunto e, neanche riconosce la presenza aliena.

1

Non è possibile affrontare in un semplice articolo tutta la casistica dei presunti o reali messaggi giunti; pertanto in questo articolo si affronterà una semplice linea di messaggio, partendo dai crop circles, pittogrammi o agroglifi. Appena si va in web/immagini, compaiono una infinità di crop circles foto e non si sa più quale pesce pigliare, idem con gli articoli. Dopo una prima valutazione, diventa evidente che una parte dei crop circles è costituita da dei falsi. Falsi generati da mitomani, ma soprattutto da mercenari della disinformazione. Volgendo l’attenzione a quelli genuini, ovvero non creati con tavolette e corde, non possiamo avere la certezza che siano tutti di matrice aliena. Potrebbero essere stati generati, mediante tecnologia terrestre a noi non nota. Certo sarebbe strano il fatto che il potere oscurantista metta in evidenza quanto non vuole che sia compreso; a meno che non intenda generare caos. Eliminiamo questi assieme ai falsi, quindi rimangono i genuini. Genuini nel senso di prodotti da presenza aliena, ovvero quelli generati da sfere luminose e colorate che sorvolano i campi all’apparire dei pittogrammi. Come interpretarli? Tendenzialmente, sino ad ora, si è cercato di comprendere quale messaggio esprimono, dando per scontato che di una cultura aliena si tratta. E se invece noi fossimo di fronte a più culture aliene, che adottano simbologie diverse e, che per giunta hanno finalità diverse? In questo caso ci troveremmo a dover cercare un ago in un pagliaio, in quanto una parte dei crop circles genuini, sarebbero fuorvianti in quanto a finalità. E’ proprio quanto pare che si stia avverando; quindi mettendo da parte quelli apparentemente genuini ma che fanno sorgere il dubbio circa la finalità, abbiamo operato una consistente selezione. Ora però abbiamo ancora un altro problema ovvero, i crop circles sono ancora tanti e non possiamo considerarli tutti in un articolo; quindi mi trovo costretto a fare una scelta. Io scelgo di iniziare dai crop circles detti delle rondini, delle meduse e, dalla figura del cerchio. A parere mio queste figure non sono state scelte dagli alieni con l’intento di far vedere agli umani che loro sanno disegnare rondini cerchi e meduse; ma hanno inteso utilizzare queste figure per portare un preciso messaggio.

IL CERCHIO

Fin da quando sono comparsi i crop circles, si è notato che la figura prevalente era ed è quella del cerchio. Col passare del tempo, i cerchi si sono fatti sempre più spettacolari e complessi. Compaiono i semicerchi con i loro spettacolari quarti di luna. Nel collage 2 si vedono cerchi e semicerchi a quarto di luna. Con le foto 2/G e H, si vede che l’insieme dei cerchi generano nuovamente a loro volta la figura del semicerchio. Faccio presente che quando l’essere umano rappresenta la sfera in modo non approfondito, la disegna come cerchio. Sarà poi l’insieme della rappresentazione a confermare che si tratta di sfera e non di cerchio. Anche per i crop circles è la stessa cosa. Si è iniziato con il cerchio, per arrivare alla sfera.

2


LA RONDINE

Intanto vi è da dire che non abbiamo nessuna prova certa, che le entità aliene intendono rappresentare le rondini, così come noi le interpretiamo. Noi umani assegniamo alla rondine il significato di “primavera, di spiritualità, di anima e di gentilezza”. Per questi motivi di condivisione nostra, in secondo ordine potrebbero essere state scelte; ma cosa più importante, per portare il messaggio loro a noi, e non per replicare il nostro. Noi, per poterlo interpretare, dobbiamo adeguarci all’intento loro e non viceversa. Se osserviamo con attenzione la foto 3/A, si nota che le code delle rondini generano cerchi/sfere dal cui centro dipartono altre rondini con altri cerchi/sfere. Questo rappresenta una concatenazione a seguire, se non una generazione a figliolanza. Quando spostiamo l’attenzione alle foto 3/C e D, notiamo che dalle code delle rondini dipartono filamenti, che uniscono ad una ipotetica fonte o punto di partenza. Stessa logica per la foto 3/B, nel quale si vedono tre rondini che, indipendentemente dalla direzione verso il quale vanno, sono rappresentate come provenienti da un cerchio/sfera unico e centrale. Le code producono un cerchio velato che proviene dal cerchio centrale. 

3

La rondine più significativa e spettacolare, a mio parere, è quella che compare nella foto 1. Intanto perché in questo caso, il cerchio lascia spazio al senso di sfericità; poi perché compare la semi sfericità, sia dalla punta delle ali che a seguito della coda.

LA MEDUSA

Il significato da assegnarsi alla medusa è più complesso e, per nulla abbiamo la certezza che di medusa si tratti; vedremo poi il perché. Comunque sia, si può accettare l’idea che di medusa si tratta. In base alla logica umana, la medusa è un essere vivente estremamente bello e spettacolare, ma anche orticante e quindi pericoloso mediante i suoi filamenti. 

4

I filamenti sono ciò che sta a seguire, quindi rappresentano “quanto segue”, tra cui il filamento maggiore e centrale, costituito da cerchi dentro cerchi. Quindi sfere dentro sfere.  Anche dall’ultimo cerchio/sfera, a sua volta diparte un filamento. Come si può notare, anche il corpo della medusa è un insieme di sfere. Quattro sono bene in vista, mentre delle altre se ne intuisce la presenza.

IL MESSAGGIO

I crop circles genuini sono generati da sfere. Queste sfere possono essere singole entità, quanto un insieme. Vedere link sotto: “Ufo in Valmalenco” ecc. I crop circles, nel caso nostro, rappresentano le entità o forze che li generano. In molte delle loro rappresentazioni, vediamo sfere dentro sfere, a significare semplicemente che un ammasso di sfere luminose, genera una sfera luminosa maggiore, che noi umani poi chiameremo ufo. L’insieme delle loro rappresentazioni nei campi, indicano un messaggio prevalente del genere: “Proveniamo da una unica fonte al quale abbiamo aggancio. Ad essa possiamo e dobbiamo tornare. Occorre dissolvere il senso dell’affermazione del singolo sul collettivo, in quanto tutti siamo il collettivo Uno.   Il collettivo Uno è Dio e la Vita nel suo insieme, di cui ogni entità intelligente ne è parte. Ovviamente qui il concetto di Dio non è da intendersi in senso religioso, ma esclusivamente spirituale.  

5

Come si può notare nel collage 5, il tema è sempre lo stesso. Un centro dal quale partono le manifestazioni, indipendentemente dal numero e dall’estetica. Tutto è e ruota intorno all’Uno centrale.

IL RISCONTRO

Intendo per riscontro, la comparazione a conferma (del messaggio prevalente dei crop circles) con le manifestazioni ufologiche, laddove gli ufo sono della stessa tipologia di quelli che producono i crop circles. Mi spiego meglio: dove sono presenti campi agricoli, grano, mais, erba ecc. compaiono messaggi mediante i crop circles. Se queste entità aliene però intendono comunicare all’umanità intera, non possono rivolgersi unicamente ai contadini quindi, essendo intelligenti, avranno probabilmente adottato altri sistemi di comunicazione. In tutto il mondo si è assistito a manifestazioni ufologiche nel corso del quale sono state viste sfere che uscivano e entravano in un nucleo luminoso prevalente. Nel collage sotto, si vede in 6/L un insieme di sfere, di cui alcune luminose e altre no. In 6/I vediamo una foto proveniente dalla Valmalenco, ma rappresentativa del fenomeno a livello mondiale, in cui si vede il nucleo luminoso centrale, con la figliolanza delle sfere luminose minori, in entrata e uscita. Foto eccezionale.

6

Questo fenomeno/messaggio si manifesta da molto tempo sulla Terra. Il problema è il riconoscerlo, in quanto la disinformazione mafiosa del potere ne ha sempre ostacolato la presa di coscienza. In passato queste manifestazioni erano intese come segni divini oppure guerre in cielo. Vediamo quanto avvenuto in Germania a Norimberga Il 14 aprile 1561. In base alle cronache dell’epoca, la popolazione fu spettatrice di uno straordinario evento in cielo. Vide comparire numerosi oggetti volanti di varie forme, che ingaggiarono fra di loro una sorta di combattimento. Si vedono sfere singole, sfere unite tra di loro, sfere che escono in flottillas da tubi/budelli/ebani. Si vedono poi, due enormi semi sfere dietro il sole, similari alle rondini e ai quarti di Luna. Mi fa meraviglia il fatto che il sole sia stato rappresentato davanti alle due rondini. A mio parere doveva essere rappresentato dietro, in quanto più lontano e, anche più grande. Il fatto che invece sia stato rappresentato in questo modo, potrebbe essere motivato dal fatto che l’autore aveva compreso che tutta la manifestazione ufologica era generata da una causa centrale luminosa paragonabile al sole. La stessa presente in 6/I e, la stessa che può originare la mitologica presenza contemporanea di più soli. Nella rappresentazione di Norinberga si vedono poi delle sfere in terra. Come sappiamo ogni sfera è una entità indipendente, quindi in questo caso, sarebbero scese a terra.

7

La foto 8 è straordinaria, in quanto aggiunge altro tassello alla comprensione del messaggio alieno. Rondine davanti che precede, oppure proviene da un ipotetico labirinto. Il labirinto rappresenta il non noto, oppure semplicemente l’effetto a seguire. Potrebbe anche rappresentare un campo di energia generato dall’essere volante, oppure potrebbe essere la rappresentazione della realtà extra/dimensionale. Teniamo sempre presente che siamo di fronte a entità extra/dimensionali. Dal campo di forza o labirinto, segue una sfera, che a sua volta genera una lunga scia.

8


Questa figura, per noi umani, rappresenta generalmente un meteorite, un bolide o corpo celeste. Negli ultimi anni sono state viste in numerosi casi, manifestazioni del genere. La scienza e le autorità asservite, hanno affermato e ancora diranno che si tratta di missili, asteroidi, meteoriti, bolidi ecc. quindi tecnologia terrestre oppure fenomeni naturali. Un particolare del quale non si parlerà, o almeno non se ne è mai parlato, è che in concomitanza di queste manifestazioni, intorno a queste figure, compaiono e scompaiono delle sferette generalmente bianche. In alcuni casi sono state viste uscire ed entrare nella sfera madre. Uno splendido esempio lo si può riscontrare nel seguente video del 2011, proveniente dal Kazakstan: https://www.youtube.com/watch?v=jJtLwho0-7g Nel frame 9 si vedono tre sferette che alternativamente, ve ne sono anche altre, si illuminano e si spengono. Faccio presente che di questo interessante caso, quindi di questo video, sono state fatte delle versioni sporche atte a delegittimare il caso.

9

Il sottostante collage 10 intende evidenziare che, indipendentemente da come si presenta l’estetica, sia nei crop circles quanto in cielo mediante ufo o esseri di luce, la realtà di fondo è sempre la stessa. Ricordo che il termine ufo in questo articolo, si riferisce all’ufologia parafisica, quindi non si tratta mai di macchine tecnologiche.


10

Il collage è composto da tre foto provenienti dalla Valmalenco che riprendono una precisa tipologia di ufo. Più volte ho affermato che questi ufo sono mutevoli in quanto ad estetica, pertanto altre presunte tipologie, potrebbero essere la stessa in altra veste. Così come sono mutevoli le manifestazioni, così possono e debbono essere diverse le loro rappresentazioni. Che siano rondini o meduse, sfere o semisfere oppure altro ancora, nulla cambia. Sono sempre loro! Il crop della foto 1 è eccezionale, in quanto unisce una notevole quantità di particolari a sostegno di quanto sopra affermato. Se mettiamo a confronto gli ufo delle tre foto, con quanto rappresentato dalla rondine della foto 1, mediante le semisfere, non possiamo fare altro che ipotizzare che si tratta della stessa cosa.

CONCLUSIONE

Se sfrondiamo il parco fotografico e quindi i casi relativi dei crop circles dai palesemente falsi, se lo sfrondiamo anche da quelli di dubbia provenienza, in cui convergono eventuali crop circles con la finalità di ingarbugliare la matassa, rimangono i crop genuini con l’intento di comunicare il messaggio alieno all’umanità. Basta, pensare che se i pittogrammi sono opera aliena, provengono da una sola cultura che intende comunicare positivamente. Se esiste una parte avversa, questa opererà in modo avverso; quindi occorre selezionare i messaggi. Le immagini presentate sopra sono solamente una parte dell’ipotetico messaggio genuino, quindi quanto da sviluppare è molto più ampio. Basta pensare che gli alieni ci stanno facendo vedere rondini e meduse, per dirci che sono bravi nel rappresentare queste figure simboliche, di cultura umana. Ci stanno dicendo che loro sono entità extra/dimensionali che possono manifestarsi a piacimento scegliendo le figure che ritengono opportune. Ci stanno dicendo che la figura della sfera è la più comune in quanto ogni entità in forma energetica/luminosa, può apparire ai nostri occhi in forma sferica. Gli Orbs ne sono una prova. Intanto la storia si ripete, ciò che hanno visto a Norimberga e ciò che si sta vedendo attualmente nei nostri cieli, sono la stessa cosa. Non si tratta di combattimento in cielo. Quando gli ebani, che io definisco C.O.I. ovvero Complessi Organismi Intelligenti, rilasciano e riaccolgono i loro componenti sferici, pare esserci una lotta in corso e, se dal corpo centrale discendono sfere rosse, gli sprovveduti potrebbero dire che dal combattimento sta piovendo sangue! In questo articolo ho affrontato solamente una parte del messaggio alieno. Altre cose potrebbero aver detto e, soprattutto, altri mezzi potrebbero essere in loro possesso per comunicare al genere umano. Potrebbero già anche averli adottati, ma non adeguatamente a noi noti. Restiamo quindi in attesa che il potere, e quindi i mezzi di informazione con i gruppi di ricerca blasonati, comprendano e svelino.

Link relativi all’argomento trattato.