Presenze Aliene

sabato 17 marzo 2018

Ufo su Sondrio 9/3/2018


UFO su Sondrio 9/3/2018

Sin dall’inizio di questa fantascientifica vicenda, mi resi conto che in Valtellina/Valmalenco, avrei visto i così detti gatti volare. Ciò è avvenuto da tempo; ma mai avrei preventivato quanti gatti volano e di quali dimensioni!!! La vicenda verificatasi il 9/3/2018 è una di queste. Per “vedere i gatti volare” intendo il vedere o meglio costatare di fatto, un qualcosa di straordinario che esula completamente dalla così detta normalità. Ebbene, alla grande qui i gatti volano!


Sono iniziate a pervenirmi le segnalazioni già nel pomeriggio. Testimonianze diverse, le quali tutte quante raccontano più o meno la stessa storia: Nel cielo di Sondrio, in particolare sopra l’imbocco della Valmalenco, i sondriesi, ma anche dalle località vicine, hanno assistito ad un carosello ufologico senza precedenti. In pieno giorno, in un momento nel quale la gente è fuori casa, il cielo si tappezza di anomali scie, si sente il rumore di un caccia o apparente tale, compare la tipica presenza ufologica detta simpaticamente “Guardia Alpina”, del quale più volte ho riportato. Anzi ne compaiono certamente tre, sembrano sfere bianche che tendono al giallo in alcuni momenti. Compare un grande mezzo aereo nero, che pare inseguire due sfere. Velivolo non convenzionale e non probabilmente un caccia nostro. Sfere bianco/gialle che rilasciano scie apparentemente di condensa; ma come ha affermato il collaboratore Felice Sirtori, più che di condensa con una certa persistenza, sembrava vapore con poca consistenza. Tutti sembravano inseguire tutti, con spostamenti repentini, veloci, apparentemente senza senso, quasi nevrotici. La guardia alpina sembrava giocare col triangolo nero, il triangolo sembrava voler intercettare le altre due sfere, ma non lo faceva. Forse l’intento era unicamente dissuadere le due sfere dal restare in zona. Roba da fantascienza; un carosello come non si era mai visto in precedenza in pieno giorno. Ovviamente senza che nessun giornalista in zona se ne rendesse conto e senza che nessun fotografo professionista disponesse del mezzo fotografico per riprenderli a doc. Men che meno qualche TV, oppure che qualche fonte ufficiale abbia poi in seguito riferito come sono andate le cose. Se mai qualcosa verrà reso noto, uscirà al limite come è stato detto in passato, che qualche caccia svizzero ha involontariamente sconfinato. Però da qualche anno la balla dei caccia svizzeri, tanto cara in precedenza, non regge più!  La volontà di sistema imporrebbe che prevalga l’omertà; per fortuna però ci sono stati diversi testimoni che hanno fotografato quanto stava avvenendo e, lo hanno reso noto. Ora si dispone del materiale comprovante; ma certamente molto altro materiale è stato prodotto e al momento non è emerso. Come ha affermato un altro testimone: “In piazza Garibaldi e in piazza Garberia, ho visto diverse persone col naso in su e, alcune fotografavano!”. Bene, mandate le foto ai giornali e dite loro di svolgere il mestiere con dignità! Dite loro che li state vedendo, ufo e giornali! Ha aggiunto Felice: Io dalla mia posizione ho visto solamente la guardia alpina per un breve lasso di tempo. Si muoveva in modo anomalo. Sono due volte Felice…per giunta vederla proprio sopra la zona in cui abito è stato il massimo.

2

RICOSTRUZIONE DELLA VICENDA

Erano circa le 11.30 quando un testimone nota la “Guardia Alpina” proveniente dalla Valmalenco. Per chi ancora non conosce cosa si intende per guardia alpina, vedere link in fondo. Ad un certo punto questa emette una scia apparentemente di condensa e, crea nel cielo la sottostante croce, subito fotografata. Questa resterà visibile per circa 15/20 minuti; tanto è vero che altro soggetto la riprende ancora alle 11.38, seppure in fase di dissoluzione.

3

Quindi, la guardia alpina, si sposta sopra Sondrio; foto sottostante. In quel momento, sulla zona, il cielo appare come velato e, in alcune foto pare quasi sporco. Numerose vaghe scie fanno desumere che quanto avvenuto non è iniziato alle 11.30, ma certamente prima. Il testimone afferma di aver visto il formarsi di una scia più netta delle altre e di aver sentito il rumore di un caccia. Provvede quindi a filmare la scia; ma del caccia o di cosa al posto suo l’ha prodotta, nessuna traccia. Dalla sua posizione vede nettamente la Guardia Alpina, quindi continua a fotografarla. Afferma di aver visto anche altre due luminosità bianco/gialle, ma non presenta conferma fotografica in merito. Per chi ancora non avesse avuto occasione di vedere la Guardia alpina, faccio presente che in foto compare più vivida e marcata, mentre visivamente appare più tenue sfumata.  A parte il fatto che varia frequentemente la luminosità, occorre tenere presente che la differenza tra ciò che si vede e ciò che compare nelle foto, è dovuto al fatto che in foto compaiono frequenze non visibili mediante la vista umana.

4

Altro testimone da altra posizione più favorevole, riprende la stessa scena mentre sopraggiunge un grande velivolo triangolare nero e, vede e riprende pure le due sfere gialle. Foto sottostante che, definire eccezionale è dire poco! Evito di postare le foto in versione originale, in quanto riprendono da vicino le abitazioni. Teniamo presente che siamo nel centro di Sondrio. Il triangolo nero, così come la Guardia Alpina, compiono una serie di evoluzioni nella zona cerchiata in rosso. Non si comprende chi stesse inseguendo chi; ma nell’insieme le sfere gialle si indirizzano verso Tirano e quantomeno per un tratto il triangolo le segue, linea nera. Intanto la Guardia Alpina, dopo aver compiuto qualche evoluzione in zona, si avvia a risalire la Valmalenco, grossomodo sullo stesso percorso fatto per scendere su Sondrio. Sono esattamente le 11.51”, quando il testimone scatta cinque fotografie con la presenza del mezzo triangolare nero, più altre due. Due foto non sono utilizzabili, mentre le altre sono eccezionali. Complimenti all’autore!

5

LE PRESENZE ANOMALI IN CIELO
Definire cosa sono esattamente queste sfere bianche o gialle, ma anche di altri colori in altre occasioni, non è semplice. Non lo è in quanto presenze esteticamente simili se non uguali, possono essere generate da cause completamente diverse. In taluni casi le sfere luminose sono campi luminosi di energia che manifestano presenze intelligenti trascendenti la fisicità; ma in altri casi come questo di Sondrio, possono essere luminescenze generate da mezzi tecnologici occultati che operano in modo invisibile ai nostri occhi e alle fotocamere. Così come il mezzo aereo nero manifesta una sottostante luminosità, così un mezzo aereo schermato e invisibile a noi, può manifestare una luminosità analoga. Dirà il lettore: Ma se è invisibile, perché la luminosità è visibile? Risposta: Quella luminosità è visibile in quanto per non essere visibile dovrebbe essere disattivata; ma siccome non possono disattivarla a causa della necessaria funzione che svolge, resta quindi mantenuta visibile. In fondo, cosa volete che capiscano quei poveri esseri umani non addetti ai lavori che stanno là sotto! Probabilmente possiamo iniziare ad ipotizzare che certe luminosità svolgono la funzione di occhio tecnologico. Consideriamo che la nostra tecnologia oggi si sta avviando verso la guida remota, oppure la guida al buio e, forse questo indirizzo lo abbiamo tratto proprio da loro, anche se i nostri non ce lo verranno certamente a dire!
 Guida al buio significa che il pilota non vede direttamente con i suoi occhi la realtà intorno, ma mediante un visore posto davanti agli occhi e dentro il casco. Affinché però compaiano le immagini della realtà circostante, è necessario che una serie di videocamere la riprendano. Stessa logica è adottata mediante la guida remota, ovvero senza pilota e tipico dei droni. Ciò avviene da una postazione lontana, in grado di controllare tutto quello che sta avvenendo. La guardia alpina, ma anche molteplici tipologie di forme luminose, potrebbero essere l’occhio de/schermato di un mezzo volante che noi non siamo in grado di individuare, forse con guida al buio o remota.
Noi comuni mortali, mediante la nostra tecnologia e la nostra vista, non siamo in grado di individuarli; ma diversa è la cosa per la nostra aviazione militare, che dispone di ben altra tecnologia! I sistemi che generano l’invisibilità, operano mediante la manipolazione o deflessione della luce. Quindi non è pensabile che i nostri non sono in grado di individuare dove nel panorama circostante, la luce non si comporta in modo normale, perché deflessa!

IL MEZZO AEREO
Il mezzo aereo è un triangolo nero tutt’ala, di grosse dimensioni, dotato di due propulsori. Non sono un esperto del settore, quindi rinuncio al tentativo di identificazione; ma invito chi è in grado di provare di quale tipologia si tratta, a fornire le prove. Non è la prima volta che un mezzo aereo del genere o quantomeno simile, è ripreso in concomitanza di altre presenze anomali. L’ingrandimento 1 evidenzia che il mezzo è molto simile a quelli ripresi sopra Lanzada, foto sottostante. Anche in quella occasione i due triangoli volanti parevano inseguire un ufo bianco, da non confondersi con la Luna, fonte con riflesso luminosa a sinistra.

6


Nel caso di Lanzada 2015, i testimoni concordi affermarono che i mezzi volanti erano assolutamente silenziosi. Nel caso di Sondrio i testimoni hanno affermato di aver sentito in lontananza il rumore di un caccia. Vi sarebbe da stabilire se il rumore è stato generato dal triangolo nero, oppure in zona vi era un caccia nostro; oppure se questi triangoli neri a loro discrezione, possono generare o meno il rumore di un caccia. La domanda non è banale; in quanto in più situazioni, verificatosi in zona ma anche altrove, è stato riscontrato il rumore di un caccia; ma testimonianze hanno sostenuto che nessun caccia era stato visto o fotografato. La risposta in base al quale si tratterebbe di caccia nostri, ma invisibili, è tutta da dimostrare; anche perché poi ci sarebbe da dimostrare di quali tipologie sono e dove sono dislocati e, per quale motivo il caccia si rende invisibile mentre afferma la sua presenza con un tal baccano.
 Tornando al mezzo aereo di Sondrio, simile se non uguale a quelli di Lanzada, vi è da dire che dispongono di due propulsori, i quali in alcune occasioni rilasciano due brevi scie apparentemente di condensa. Nel caso di Lanzada i testimoni affermarono di aver sentito al loro passaggio, uno strano odore simile al kerosene, oppure al toner della fotocopiatrice. Stessa cosa hanno sostenuto altri testimoni in altre circostanze. Un testimone di Sondrio ha affermato di aver sentito uno strano rumore nei momenti in cui il triangolo nero virava, ma di non saper dire a cosa quel rumore fosse accostabile. Si potrebbe trattare del rumore che producono i velivoli quando con una virata stretta comprimono l’aria. Si sente uno strano stridio come quando si rompe della legna.

ROBA NOSTRA O LORO?
Questa domanda certamente doverosa e interessante, genera enorme difficoltà di risposta. Per quanto riguarda il velivolo nero, certamente non si tratta di drone oppure di caccia convenzionale nostro. Il dubbio è tra l’ipotesi aliena ed eventualmente quella mista nostra. Per mista è da intendersi la possibile nostra aviazione parallela di livello superiore, realizzata mediante studi di retro ingegneria da parte dei nostri, se non con la loro collaborazione; ma non resa nota.
 Così come esiste, anche se non ammesso ufficialmente, un governo mondiale occulto che governa da dietro le quinte, così esisterebbe una aviazione di livello superiore che interagisce con la presenza aliena. Il governo occulto, coadiuvato dal governo non occulto, ha interesse a mantenere occultata la presenza aliena sulla terra. Per quale motivo il secondo invierebbe mai dei caccia della nostra aviazione, oppure della aviazione parallela ad effettuare una manifestazione tanto palese come quella di Sondrio, quando l’intenzione è di non informare la popolazione? Certamente in molte occasioni ciò è avvenuto e forse ancora avverrà; ma non con l’intento di rendere palese quanto in quel momento sta avvenendo. Arrivano i nostri e gli altri se ne vanno. Se ne vanno i nostri e gli altri ritornano. Anzi, non se ne erano mai andati, semplicemente erano scomparsi alla vista! I nostri fanno bella figura, i caccia sono svizzeri, viva lo status quo. Da quando però la popolazione si è resa conto che le cose non stanno così, sono diminuite le presenze dei caccia nostri e svizzeri. Centrano qualcosa Aviano o Ghedi?
Quanto però verificatosi a Sondrio in questa occasione, necessita di nuova forma di lettura. Ormai in troppe altre occasioni sono state riscontrate situazioni similari quella sopra Sondrio. Ho citato Lanzada 2015; ma interessantissima è quella sopra Chiesa il 26/2/2016, del quale la foto sotto; dove appunto è visibile un triangolo nero che insegue la Guardia Alpina o similmente tale. Altre circostanze simili sono state individuate, quindi siamo nell’ambito ripetitivo e ricorrente.

7

Al momento e pertanto con beneficio di inventario, ipotizzo due possibili scenari:
A: Scenario tutto interno alla presenza aliena sulla Terra e in questo caso alla presenza aliena nel valtellinese. Forse due fazioni a confronto, ma questa ipotesi è poco plausibile in quanto non sono mai stati riscontrati atteggiamenti violenti tra di loro, almeno qui in Valtellina (Non intendo però affermare che ad altri livelli la possibilità delle due fazioni in opposizione non possa esserci). Oppure stessa fazione ma con presenze (personale) a confronto per questioni interne loro. In fondo, quando le nostre forze dell’ordine inseguono chi commette infrazioni, non significa che si è in guerra.
B: Quando in zona sono stati visti degli ufo, una delle ipotesi miranti a spiegare per quale motivo sono stati visti o fotografati, è che il loro sistema di occultamento avrebbe avuto una momentanea avaria. Riconosco che ci possa essere questa possibilità; ma questa ipotesi ha senso nei confronti di un singolo mezzo, per un numero limitato di volte, in casi isolati. La frequenza e la persistenza degli avvistamenti in zona, indirizzano verso l’improbabilità di una ipotesi del genere. Poi, nel presente caso sarebbero contemporaneamente stati in avaria col sistema di occultamento, ben quattro O.V.N.I. o ufo, per giunta di tipologia diversa. L’ipotesi dell’inconveniente tecnico non regge di fronte alla dimensione di questa vicenda e del fenomeno nel suo insieme. Pertanto occorre indirizzarsi altrove nel tentativo della possibile spiegazione e, in effetti una spiegazione ci sarebbe, anche se parrebbe essere troppo sbilanciata e pretenziosa. Basta porsi la seguente domanda: TRATTASI DI MANIFESTAZIONE CASUALE E QUINDI CONSEGUENZIALE; OPPURE TRATTASI DI MANIFESTAZIONE INTENZIONALE?
Se la manifestazione di Sondrio, al quale possiamo accostare tutta una lunga serie di altre manifestazioni, noi gli dessimo il significato di MANIFESTAZIONE INTENZIONALE, il tutto assumerebbe una quantomeno apparente logica collocazione.
 E’ stato accertato che questi ufo o sfere bianche, possono a discrezione di chi gestisce, generare o meno scie bianche. Perché velare il cielo, come nelle foto 1,3,4,5? Perché generare una simile croce? Certo si può obiettare circa il fatto se quella croce è stata prodotta casualmente oppure intenzionalmente; ma sta di fatto che per generarla occorre inserire e disinserire la funzione scia alternando la funzione come fa una persona che intende tracciarla sulla carta. Se poi la croce è intenzionale, perché l’occhiello o anello laterale? Nell’arco dei secoli, le croci sono state rappresentate con numerose varianti e, la variante dell’anello laterale è una delle meno note. Di solito è presente nella simbologia massonica, a rappresentare una precisa motivazione. Quale senso può avere in una situazione come quella della foto? Da notare che l’anello, meglio l’asola, presenta una curva molto stretta che è possibile agli ufo, ma poco probabile per un velivolo convenzionale nostro. Procediamo…
Oggi, mediante il sistema satellitare e non solo, tutto il pianeta è costantemente monitorato, pertanto anche la Valtellina e Sondrio. Tutto quello che è avvenuto è stato quindi visto dai nostri, sia per quanto rientra nel visibile umano, sia per quanto riguarda l’occultato.  Vale questa logica, sia per questo caso, quanto per i precedenti. Quindi, quante manifestazioni dovranno ancora fare, per far comprendere su un versante la popolazione, e per conseguenza costringere la fazione avversa a rendere ufficiale tale situazione mediante i nostri Apparati di Stato? Tutto il resto è noia!
Colgo l’occasione per ringraziare su di un versante per la collaborazione che ricevo; ma ringrazio anche la fazione avversa, per il fatto che mi consente di pubblicare articoli come questo. In un passato neanche tanto remoto, le persone come me venivano trovate suicidate. Basta andare a sfogliare le morti sospette dei ricercatori ufologi del passato. Forse i tempi stanno cambiando.

Link pertinenti:
http://presenze-aliene.blogspot.it/2015/01/ufo-caccia-cba.html

PS: Mentre sto postando il presente articolo, mi stanno arrivando altre testimonianze e altro materiale. Si presume quindi che questo articolo, richiederà il necessario seguito.







2 commenti:

  1. Buon Giorno.

    Che bell'articolo.

    Nell'occasione all'ora io volevo segnalare che quel giorno ho visto quella sfera di luce, verso mezzogiorno, salire verso la Valmalenco.
    Io infatti ero in macchina e stavo andando a Torre Santa Maria, quando vedevo quella grossa luce bianca volare sopra il torrente e proseguire verso Chiesa V.co.

    Ho fatto delle foto e le voglio condividere con voi.

    Faccio in modo che le giungano nei prossimi giorni.

    Buon lavoro

    RispondiElimina
  2. ciao Dario :)

    NON siamo in grado ANCORA di "decodificare" l'INTENZIONALITA', a chi è rivolta, e perché, di volta in volta in ogni caso, quando si presenta una manifestazione ufologica...ma ti confermo che ci sono "tracce" ed "ipotesi" sostenibili -e NON parlo della Valmalenco- che ci indirizzano a tenere in forte considerazione ANCHE questa ipotesi di studio... -_o

    saluti :)

    RispondiElimina