Presenze Aliene

venerdì 25 luglio 2014

Ufo e scie-Le prove dalla Valmalenco

UFO e scie

Le prove dalla Valmalenco


Di Dario Giacoletto



La Valmalenco, valle laterale della Valtellina in provincia di Sondrio, è divenuta negli ultimi anni, in particolare dopo il riconoscimento da parte dell’Aeronautica Militare di alcuni casi ufficialmente documentati, una delle zone italiane più calde in fatto di presenze aliene e ufo. Il materiale fotografico che qui è stato, ed è attualmente prodotto, è tra quello migliore al mondo. Escludo ovviamente da questa valutazione, quanto a disposizione degli apparati militari; ma tenuto nei cassetti sigillati dal segreto di stato. Ringrazio lettori e collaboratori della Valmalenco, che mi hanno inviato questo eccezionale materiale che, metto a disposizione di tutti, nella speranza che fornisca le informazioni necessarie per procedere nella comprensione del fenomeno ufo.  Vediamo il materiale in grado di provare la differenza tra le scie prodotte dagli ufo, rispetto alle scie prodotte dalla tecnologia umana, sia che si tratti di scie chimiche che di scie di condensa. Ho pubblicato il precedente post: http://presenze-aliene.blogspot.it/2014/07/ufoscie-chimiche-e-guerra-segreta.html con l’intento di preparare l’argomento presente. Le foto, da 1 a 20 dispari, sono nella versione originale, quelle pari sono versioni per migliorarne la visione.
Evento 10/12/2010 Serie di sette foto fatte da Caspoggio.
Foto 1 e 2. Ore 10,44,39. Sono presenti due ufo del quale, quello bianco produce scia. Quello scuro invece no. Si tratta di due ufo di diversa tipologia?.. Non necessariamente. In ufologia, estetica diversa non significa automaticamente diversità nella tipologia. Possono cambiare colore?.. in base a queste e altre foto, si può affermare certamente di sì. Alcuni dubbi potrebbero essere espressi, circa la domanda, se siamo di fronte a due ufo come nella foto undici, oppure ad un aereo che genera scia ed un ufo che non la genera; ma la risposta in seguito emergerà.

1


2



Generalmente gli ufo, quando producono scia, questa compare immediatamente e aderente all’ufo; ma non sempre, come in questo caso. Particolare di foto due. La scia non è persistente e, non genera la tipica nuvolosità che si produce con le scie chimiche. La foto due evidenzia il fatto che l’ufo scuro non genera scia.

3

4

Foto 3 e 4. Ore 10.44,51. Dalla foto tre, scattata 12’’ dopo la precedente, si evince che l’ufo scuro inizia a generare scia.  A questo punto compie un ampio giro e, 39 secondi dopo lo troviamo come da foto cinque. L’ufo scuro non intende lasciare dubbi, compie una esibizione spettacolare, che non è facile non vedere!.. Il messaggio è chiaro: posso essere chiaro o scuro e posso produrre o meno scie bianche. Il fatto che poi produca in cielo una apparente A, lascia aperta la supposizione ad eventuali significati da individuare. In queste esibizioni, di comunicazione al genere umano, nulla può essere, con superficialità, scartato come casuale.

5

6

Foto 7 e 8. Ore 10,46,10. Scattata 40 secondi dopo la cinque. Ingrandendo, si nota che l’ufo bianco interrompe la produzione di scia, così come quello nero (riquadro otto).

7

8

Foto 9  e 10. Ore 12,44,10 Dopo circa due ore di normalità senza ufo riscontrati; ecco altro evento eccezionale. Sono visti passare in cielo, ben otto  mezzi volanti che producono scie bianche. Sono raggruppati in tre gruppi distinti. Paiono volare in formazione. Foto spettacolare!..  Come si può notare, in tutte le foto con scie presentate in questo post, non è mai visibile alcun aereo e tutti gli indizi indirizzano verso la presenza ufo e non ad aerei mimetizzati e quindi non visibili. Non intendo affermare che non possano esistere aerei invisibili; ma se questi ci sono e, sono finalizzati al non farsi vedere, per quale motivo poi, produrrebbero esibizioni tanto palesi?..

9

10

Foto 11 e 12. Ore 16,44,39. Foto scattata circa tre ore dopo. Sono presenti due ufo che si presentano entrambi bianchi. Nessuno dei due produce scia. Si potrebbe ipotizzare che siano gli stessi fotografati in precedenza. Nulla lo confermerebbe, ma nulla lo escluderebbe.

11

12

La settima e ultima foto della serie, non aggiunge nulla alla undici, se non il fatto che gli ufo viaggiano da sinistra verso destra, andando a scomparire dietro la cima innevata. Giornata proficua e interessante per l’autore di queste fantastiche foto. Complimenti!..

Evento 28/11/2011 Serie di cinque foto fatte dal Palù di Valmalenco, del quale presento le due più interessanti, che confermano pienamente la serie di foto precedente.
Foto 13 e 14. Ore 19,34,28. Anche in questo caso, gli ufo si presentano esteticamente simili a quelli del caso precedente. Nella sottostante foto, l’ufo procede da destra verso sinistra.

13

14

Foto 15 e 16. Ore 19,34,54. Scattata 26 secondi dopo la precedente. Ora gli ufo sono due, apparentemente uguali, del quale uno produce scia e l’altro no. Il messaggio che comunicano è chiaro; questi ufo, possono produrre o meno scie a loro discrezione e, non per conseguenza di reazione ambientale, come si verifica per le scie di condensa dei nostri aerei.

15

16

Evento 3/12/2013 Serie di sei foto più video, fatte da Chiesa di Valmalenco. Presenti almeno due persone, con due strumenti di ripresa. Attrae l’attenzione una scia circolare, quindi particolare e non assimilabile a quelle solitamente rettilinee degli aerei di linea.  Come nei casi precedenti, sono nuovamente presenti due ufo bianchi. Uno è fermo o quasi, in cielo tra i due lampioni nella foto 17 e, si presenta di forma sferica. L’altro compie un percorso spettacolare partendo da sinistra e, per non essere scambiato per aereo di linea con scia, compie un percorso assurdamente vistoso e circolare, come come se intendesse attrarre attenzione. Si dirige verso l’ufo tra i lampioni. Il messaggio potrebbe essere chiaro: mi dirigo con percorso spettacolare verso l’altro ufo, affinché il tutto attragga l’attenzione e possa costituire prova agli osservatori. In base a questo caso, ma anche a molteplici altri provenienti da tutto il mondo, la sensazione che si ha, è che siano chiari messaggi all’umanità. Teniamo presente che queste entità aliene, sono estremamente telepatiche, sanno quando vengono viste e, nulla esclude che siano in grado di interferire positivamente o negativamente nella mente degli addotti, con l’intento di indirizzarli ai loro fini, tra i quali, anche quello di essere visti e fotografati. Quando però le adduzioni hanno come finalità, la presa di coscienza del genere umano, allora si possono definire positive. Viceversa quando le adduzioni hanno finalità manipolatorie, si definiscono negative. Non ho al momento prove, che le entità della Valmalenco abbiano finalità negative. Nell’eventualità che si manifestassero aspetti negativi, occorrerebbe accertare, se provengono dalla stessa fazione che produce manifestazioni finalizzate alla presa di coscienza.
 La foto sottostante, è eccezionale e da sola giustificherebbe completamente  il presente articolo.

Foto CAM2820

17

18

Foto CAM2824 Ore 15,33,56. Non presento tutte le foto per una questione di spazio, mi limito a quella che meglio evidenzia il fatto che non ci troviamo di fronte ad aerei e scie di condensa, ma a degli ufo in forma sferica bianca che, possono generare o meno scia ed eventualmente cambiare colore. Lo possono fare a discrezione loro, ma avviene parzialmente anche per effetto dei giochi di luce, in base al sole e alle condizioni ambientali. Con la foto 19 vediamo che l’ufo prende colorazione rosa.

19

20

Il filmato:
video


In precedenti post, ho presentato i casi riportati nella bellissima raccolta video https://www.youtube.com/watch?v=Ut1SQWESZ50  in cui è presente il caso giapponese dell’aprile 2011. Lo ripropongo all’attenzione, in quanto invito i lettori ad osservarne la similitudine con il filmato della Valmalenco, sopra presentato. Il caso giapponese aggiunge qualcosa a quello della Valmalenco, dimostra che questi ufo, sono entità complesse, o esseri di luce, assieme di più entità che, all’occorrenza, si assemblano o si dividono, per generare quanto ritengono opportuno. Il concetto di assembrarsi e dividersi da parte di entità intelligenti, è ostico da accettare da parte dell’essere umano. Noi assembriamo la materia inanimata, non l’altra.

21

Per maggior comprensione dell’argomento “scie e ufo”; inserisco la sottostante interessante foto, proveniente dalla Siria in cui si vedono due scie. Una persistente del quale non si può individuare  la fonte che la genera e un’altra non persistente, (quindi presumibilmente non chimica) che chiaramente è generata da una sfera bianca o essere di luce. Intanto la scienza o tace, oppure spiega queste realtà come fenomeni naturali, meteore, parelio. Le autorità politiche e militari tirano in ballo, missili, razzi, esperimenti vari, sonde ecc.. La ricerca della vita aliena, per loro deve essere fatta nello spazio, non sulla Terra!..

22

23


Perché gli alieni producono e ci fanno vedere le scie chimiche
Intanto è da chiarire che nessuna prova dimostra che gli ufo tutti, producono scie, o che non le possano produrre. In base a quanto presentato in questo post, è stato dimostrato che certamente producono scie, alcune tipologie di ufo, probabilmente riconducibili a una precisa cultura aliena ovvero, quella che si manifesta in Valmalenco, ma anche in altre parti del mondo. Sorge però ora la domanda del perché costoro generano scie esteticamente simili a quelle prodotte dalle irrorazioni chimiche umane, quando i loro mezzi volanti possono volare senza produrle. Intanto diventa ipotizzabile che la produzione di scie sia intenzionale e quindi un fattore estetico e di comunicazione al genere umano. Mi interesso di ufologia da oltre trent’anni e posso affermare che in passato, non solo non vi erano le scie chimiche, ma neanche erano così vistosamente presenti scie bianche prodotte da ufo. Se mai ve ne fossero state quante ora, si sarebbero notate molto di più, proprio perché vi erano solamente quelle naturali di condensa, rare e poco persistenti. La comparsa delle scie prodotte da ufo, è più o meno concomitante con l’apparire delle scie da irrorazione chimica. Vi è un nesso, una relazione? La spiegazione che io ipotizzo è la seguente: “ Voi umani irrorate e inquinate lo spazio aereo, nascondendovi dietro apparenti giustificazioni scientifiche e dietro alle comuni scie di condensa. Danneggiate tutte le forme viventi e in particolare gli esseri umani che, in voi credono. Non sanno costoro, vedere e distinguere una comune scia da condensa, rispetto ad una scia chimica e credono che tutte le scie siano dovute a comuni aerei di linea. Noi, con evoluzioni che palesemente si discostano dal comune volo aereo di linea, vi induciamo a meglio osservare e indagare, per comprendere. Le nostre operazioni inducono alla riflessione e all’accertamento. Quindi alla presa di coscienza. Voi umani siete ingannati dai vostri rappresentanti che, operano nell’interesse demenziale di sistema, imposto dalla mafia mondiale. Prendete atto della nostra presenza che vi viene nascosta e, prendete atto del fatto che vi stanno avvelenando in nome della scienza!..”




















giovedì 17 luglio 2014

Ufo,scie chimiche e guerra segreta

UFO,
scie chimiche e guerra segreta


Di Dario Giacoletto


Esiste il fenomeno delle spontanee scie di condensa generate  in quota, da aerei. Esistono però, scie prodotte da irrorazione di sostanze chimiche, da parte di aerei in quota, mentre contemporaneamente producono o meno, scie di condensa. Ad un certo punto della storia, vengono notati aerei che anziché mimetizzarsi mentre producono scie, si esibiscono in immotivati estetici caroselli, che attraggono l’attenzione degli osservatori i quali, a questo punto,  generalmente commentano: guarda quanto sono sfacciati costoro, non solo irrorano, ma ora fanno di tutto per farsi notare!.. Quindi, gli osservatori, riprendono con fotocamere e videocamere i mezzi che producono tali scie. Foto sottostanti 2 e 3 di Claudia Flore, dalla Sardegna.

2
Le foto sono belle e spettacolari; ma hanno la pecca di non potersi ingrandire con rendimento. La foto 2 fa vedere nuvole naturali in concomitanza con nuvole da scie chimiche; ma ciò che è significativo e spettacolare, è il percorso che fanno i mezzi che producono tali scie. Anche con la foto 3 nel quale si cerca di ingrandire, il risultato  dell’individuazione del mezzo non migliora. Il ragionamento immediato e istintivo degli osservatori di fronte a immagini del genere è: sono presenti in cielo,  mezzi che producono scie e nuvole da irrorazione, quindi, questi sono i mezzi che producono le nuvole chimiche!.. Errato!.. la certezza non è dimostrata, la prova è altra cosa!.. Sarebbe come dire che il responsabile dell’omicidio del mio vicino di casa, ucciso da una coltellata, è quell’indiano visto passare con un pugnale alla cintola, mentre invece l’ha ucciso il mio maggiordomo con un coltello da cucina. Nell’immagine 3, nulla prova che le nuvole chimiche sono prodotte dai mezzi che producono le scie circolari.

3

Quando sono possibili gli ingrandimenti delle immagini, queste, ci fanno fare una costatazione. Una certa quantità di scie, specialmente quelle spettacolari, non consentono di individuare  i mezzi che le producono. A questo punto i ricercatori e gli osservatori sostengono che evidentemente esistono aerei in grado di mimetizzarsi e di non farsi vedere.

4

 Che esistono aerei in grado di mimetizzarsi parzialmente o forse totalmente, può essere ammesso; ora però sorge una spontanea fondamentale domanda. Per quale motivo utilizzare aerei invisibili, se poi si fanno esibizioni di scie così palesemente visibili?.. L’incongruenza è notevole ed è una motivazione del presente post. Non intendo sostenere con certezza  assoluta, che in tutti i casi di scie (appariscenti e circolari) prodotte da mezzi invisibili, significa che non si tratta di aerei ma di ufo; ma intendo affermare che perlomeno in una certa percentuale, di ufo si tratta certamente. Le segnalazioni di simili eventi si possono riscontrare su tutto il pianeta. Ecco un esempio dall’Inghilterra:

SCIE CIRCOLARI IN INGHILTERRA: SONO OPERA DI UFO O VELIVOLI MILITARI?- di Danilo Iosz
5


Il 14 marzo 2013 scorso alcune strane scie biancastre, di forma circolare, sono state osservate in pieno giorno dai residenti della contea inglese del North East Lincolnshire. I media locali ed in particolare il Telegraph Grimsby, hanno dedicato servizi speciali al fenomeno, adducendo che i centralini sono stati letteralmente subissati di telefonate che segnalavano l’insolito evento, riconducendolo alla presenza di UFO.
La zona interessata, che è tra l’altro sede di una base RAF, non è nuova a questo genere di avvenimenti che provocano sistematicamente allarme tra i residenti.
La base aerea sopra citata, situata a circa 40 miglia dal luogo di osservazione delle scie, è sede di velivoli statunitensi E-3D Sentry utilizzati per la sorveglianza aerea. Essi, solitamente, svolgono il loro lavoro sorvolando in circolo la zona assegnata ed occasionalmente possono lasciare dietro di sé scie di condensazione che formano veri e propri cerchi nel cielo.
La causa del fenomeno, quindi, potrebbe essere semplicemente riconducibile al passaggio di questi aerei militari. Ma non è di questo avviso il Telegraph Grimsby, secondo il quale sia la RAF che L’USAF avrebbero negato di essere i responsabili di queste particolari “scie”. Qual è la verità, dunque?
Ovviamente non sarebbe poi così strano che i militari fossero reticenti nell’ammettere la presenza di loro mezzi di sorveglianza, anche se alcuni testimoni oculari asseriscono di aver osservato la presenza di velivoli non convenzionali proprio nelle immediate vicinanze di tali scie…

6

Di frequente è successo, che mentre osservatori filmavano e fotografavano scie chimiche, hanno ripreso anche altre presenze. Immediatamente si è parlato di ufo in relazione alle scie. Purtroppo però, la maggior parte di costoro, non si era e non si è ancora scomodata di filmare e fotografare quando le scie non ci sono; altrimenti avrebbe già scoperto da molto tempo, che molte tipologie di presenze che si riprendono in concomitanza di scie chimiche, sono presenti anche quando il cielo è terso e le scie non ci sono. Quindi, i rods e tutte le tipologie di organismi eterici che volano regolarmente in cielo, non si dovrebbero chiamare ufo e non si dovrebbero porre in relazione alle scie chimiche. Ad ingarbugliare maggiormente la matassa, vi è poi la possibilità che effettivamente vi siano ufo presenti in concomitanza di scie chimiche e per ingarbugliare ancora di più, si può verificare che mentre avvengono le irrorazioni chimiche, vi sono ufo che bellamente producono scie a loro volta. Resta da stabilire se le scie prodotte da ufo, sono irrorazioni di natura chimica, come quelle prodotte dagli umani; oppure hanno unicamente una funzione estetica, quindi generate da creazione di condensa o qualcosa di esteticamente analogo. I ricercatori ritengono che le scie prodotte senza che si veda un aereo, è dovuto al fatto che l’aereo è mimetizzato e, non vanno ad accertare se la risposta può essere altra. Per immagini come quella sotto, è ipotizzato che ciò che si vede è lo scarico dell’aereo non visibile. Io sono in attesa di prove più consistenti per convincermi che davanti a quella luminosità vi è un aereo invisibile. Intanto però ho avuto occasione di visionare materiale fotografico e filmati, i quali mi inducono a ipotizzare che vi possono essere tipologie di ufo in grado di manifestare estetiche simili. 

7

Cagliari il 21/3/2012

8


L’immagine otto, è un fotogramma dell’indicato filmato. Una formazione di sette mezzi volanti che generano sette scie. Osservando il filmato, si notano alcuni aspetti e particolari interessanti. Intanto, le scie tutte quante, si dissolvono come se fossero scie da condensa, non persistono e,  non si nota formazione nuvolosa. Poi si nota che sei scie sono simili tra di loro e, una è più grande, più persistente e più lunga delle altre. Quella più grande sembra prodotta da due fonti, le altre da una. Se si tratta di aerei civili, occorre dire che il volo, in formazione su centri abitati, è proibito, quindi non si comprenderebbe come mai gli aerei sono lì e nessuno interviene. Se si tratta di aerei militari, vi sono altri aspetti da comprendere. Non pare l’esibizione di una pattuglia e, se lo fosse, si dovrebbe pensare a scie intenzionali. Le sei scie simili sembrano essere ad altezza comune e al di sopra di quella più grande. La scia maggiore parrebbe prodotta da un grande aereo, del quale si suppone che se ne veda la parte iniziale, per poi lasciare una parte di vuoto, dopodiché compare la doppia scia. Questo effetto estetico in effetti è frequentemente riscontrato. Saremmo quindi in questo caso, di fronte a forma di mimetizzazione? Non ha senso però la mimetizzazione se poi si vola in formazione così vistosa. Le altre sei scie si formano con altra estetica. Se si tratta di aerei, questi non sono assolutamente individuabili. Sette aerei in formazione dovrebbero produrre un rumore notevole, cosa che non è presente nel filmato. Mi aspetto che qualcuno mi dimostri, che il rumore (nel filmato l’audio è stato tolto) vi era, altrimenti diventa necessario orientarsi verso gli ufo. Esteticamente, le sei scie si presentano simili a quelle che presenterò prossimamente e che sono generate con certezza da ufo.

9

DOPPIA SPIRALE RUSSA   24/12/2012

Spettacolare spirale nel cielo russo, al quale hanno assistito in particolare gli abitanti di Mosca. Perché ho inserito il caso e l’immagine uno?.. Perché il caso è pertinente a questo articolo e, dimostra a conferma, quanto ho appena ipotizzato circa chi produce certe scie. Prima però intendo esprimere un’ipotesi investigativa, puramente provocatoria e allusiva, senza alcuna prova a sostegno. L’affermazione è la seguente: Gli apparati militari terrestri, hanno deciso di generare le estetiche scie chimiche, unicamente per non consentire l’individuazione delle scie generate da ufo e quindi della loro presenza!.. Lo fanno con sostanze nocive, come forma di ritorsione nei confronti delle entità aliene. Il messaggio significa che se le entità aliene non la smettono di manifestarsi, a pagare è la ricattata massa umana!.. Questa provocazione è fatta unicamente per dimostrare come tutte le cose si possono considerare da punti di vista diversi e anche opposti. Torniamo alla doppia spirale. La spiegazione immediatamente fornita dagli esperti, è stata che la doppia spirale si è generata mediante caduta di persistente doppia scia. Invece le entità aliene che intenzionalmente l’hanno generata, potrebbero pensare: “Noi produciamo scie estetiche, per farci riconoscere da loro, ma loro producono scie come le nostre per impedire che ci riconoscano. Produciamo scie circolari e spettacolari, ma loro pensano che sono prodotte da aerei invisibili!.. produciamo le spettacolari immagini degli Esseri di Luce (
http://presenze-aliene.blogspot.it/2014/07/ufo-vortici-esseri-di-luce-2.html ) ma loro pensano che sono dovute a cause naturali oppure a operazioni missilistiche. Ora però produciamo una doppia spirale del quale non si comprenda cosa la inizia e cosa la finisce. I più accorti vedranno nella parte superiore, che a generarle non sono due aerei invisibili ma, due specie di sfere bianche, quasi indistinguibili dalle scie. Foto uno. Poi ce ne andiamo via senza farci vedere. Lo facciamo mentre in cielo uno dei loro aerei produce una scia apparentemente di condensa. Capiranno che noi, le due scie le produciamo dove vogliamo, anche a bassa quota?
Capirà finalmente la massa umana?.. La smetteranno i loro capi, che di noi sanno, di nascondere le cose?.. Capiranno finalmente la differenza tra una scia aliena e una terrestre?.. Riusciranno i terrestri a produrre doppie scie a spirale come le nostre, oppure dovranno dire che si tratta di comuni scie che casualmente si sono attorcigliate e si sono abbassate, rimanendo lungamente persistenti?..

10

 LA GUERRA SEGRETA

La concomitante presenza di ufo mentre sono eseguite le operazioni di irrorazione chimica, ha indirizzato i ricercatori ad ipotizzare la presenza di una guerra segreta tra ufo e potere militare terrestre. Che vi sia una guerra in atto, se per guerra intendiamo una interferenza aliena che si scontra col potere militare terrestre, possiamo ipotizzarla e anche affermarla. Potremmo anche ipotizzare una guerra tra fazioni aliene e, in alcuni casi le prove ci sarebbero. Per quanto riguarda eventuali interferenze riscontrate, mediante il quale operazioni aliene hanno interferito e anche sabotato, apparati (sonde, missili ecc..) sono state riscontrate e ammesse da importanti personaggi della scena mondiale, compreso ex direttore Nasa, Maurice Chatelain. Note sono alcune interferenze avvenute nei confronti di missioni spaziali, in particolare indirizzate alla Luna. Qui siamo di fronte ad una guerra reale, benché occultata. Altra cosa è fotografare scie chimiche e riprendere occasionali presenze aliene (organismi eterici) per poi affermare che costoro sono lì con l’intento della guerra. 

11

Quali le prove?.. nessuna, pura fantasia!.. Riprendere i rods o altri organismi eterici, mentre si riprende un aereo irroratore, non significa neanche che il rods era vicino all’aereo!.. significa che il rods è passato nel campo di ripresa e, per giunta molto lontano dall’aereo e vicino all’operatore, altrimenti non sarebbe stato ripreso. E’ interessante anche l’argomento “Organismi eterici”; ma non è pertinente o in relazione alla questione scie chimiche. Al limite, queste scie, potrebbero infastidire anche loro. Invito pertanto i sostenitori di tale tesi, a rivedere le loro posizioni. In base a materiale raccolto e riscontri da ogni dove, sono però pervenuto alla convinzione ipotetica, che vi sia in atto anche un altro tipo di guerra. La guerra mediatica, che vede al centro l’informazione del genere umano. Su di un fronte il potere mafioso/terrestre monopolizza coi suoi mezzi, quanta e quale informazione deve giungere alla massa ignara. Sull’altro fronte, una presenza aliena, produce tutta una serie di manifestazioni, compreso il caso della spirale russa sopra esposta, che hanno del provocatorio e dell’affronto, nei confronti del potere mafioso/ militare. Ne sono un esempio i pittogrammi realizzati dentro basi militari, oppure il disinnesco di testate missilistiche; ma anche la distruzione di aerei caccia che intendevano intercettare o abbattere degli ufo, ecc..

CONCLUSIONE
Il presente articolo intende ipotizzare che esistono scie di condensa, scie da irrorazione chimica e scie prodotte da ufo, di cui alcune a spirale e magari anche doppia. A detta di molti, esistono anche scie prodotte da aerei invisibili e ciò, si può teoricamente accettare; ma quando poi gli aerei che intendono essere invisibili si esibiscono in caroselli con scie spettacolari, come per farsi notare, diventa difficile comprenderne il senso. Ulteriori consistenti prove di ufo che generano scie, le esporrò in un prossimo articolo dal titolo: “Ufo e scie, le prove dalla Valmalenco”. Intanto invito gli osservatori che fotografano, a porre la loro attenzione, ai mezzi che producono le scie, possibilmente con apparecchiature il più efficaci possibile. Invito coloro che usano  videocamere, a filmare con macchina sul cavalletto per utilizzare al meglio anche lo zoom. In mancanza di cavalletto, occorre appoggiarsi immediatamente a qualcosa di stabile. Spiace vedere filmati dal contenuto interessante, realizzati in modo tanto sconveniente.




domenica 6 luglio 2014

Ufo-vortici Esseri di Luce-2

UFO - vortici scie,
 ed Esseri di luce
di Dario Giacoletto

1

Seconda parte

Continua con questa seconda parte, la presentazione del video dal quale le presenti immagini sono tratte: https://www.youtube.com/watch?v=Ut1SQWESZ50 e di alcuni altri casi. Invito vivamente gli appassionati di ufologia, a volgervi la loro attenzione. Presenze aliene sulla Terra, hanno comunicato e comunicano all’umanità i loro messaggi, mediante i pittogrammi genuini, da non confondersi con quelli prodotti dall’imbecillità umana; ma comunicano all’umanità anche mediante altri mezzi e, spettacolari esibizioni nei nostri cieli. I pittogrammi hanno il grave difetto di poter essere replicati con falsi similari. Le manifestazioni spettacolari in cielo, hanno il pregio di non poter essere replicate con falsi. Se la mia affermazione non è veritiera, invito le autorità che parlano di missili a replicare intenzionalmente i fenomeni. In fondo, il valore scientifico di una prova, consiste proprio nella sua ripetibilità!.. Con i pittogrammi, si è avuto nel corso degli ultimi anni, tutto un percorso evolutivo che è andato dal semplice cerchio, alle figure più complesse e simbolicamente importanti. Anche con le manifestazioni degli Esseri di Luce nel cielo, assistiamo alla stessa evoluzione del messaggio.

Canada 2011

2

Faccio notare come prima cosa, come l’ufo compare dall’apparente nulla. Questi ufo, non giungono da altrove mediante uno spostamento fisico, materiale. Queste presenze compaiono come per improvvisa materializzazione. Questa affermazione però, non significa che non possano viaggiare. L’improvvisa comparsa si nota quando avviene nei pressi della Terra, quando si materializzano a distanze maggiori e poi vengono verso di noi, siamo indotti a pensare che siano giunti. Il termine materializzazione però, potrebbe essere scorretto. Intanto perché nulla dimostra che di materia come generalmente è intesa sulla Terra si tratti; e poi, perché il loro potrebbe essere un passaggio dimensionale. Intendo per passaggio dimensionale, un cambio di frequenza del loro campo di energia. Quando la frequenza loro, è parte delle frequenze a noi visibili, noi li vediamo e loro giungono o si manifestano. Quando la loro frequenza è al di fuori del visibile umano, noi non li vediamo, se non mediante apparecchiature, quando si trovano nella banda della frequenza del fotografabile ma non visibile a occhio nudo.

3

Nel filmato, l’ufo o Essere di Luce, si avvicina da sinistra verso destra, in modo discendente. Gradatamente, alla vista, aumenta di dimensione. Ad un certo punto accelera e risale, iniziando a roteare e quindi a vorticare, per giungere a produrre una spirale, anzi, molteplici spirali. Ad un certo punto genera una bolla sferica luminosa, con al centro (riquadro in nero) la fonte che produce il tutto. Se vogliamo, possiamo definirlo ufo, oppure l’Essere di Luce.

4

Continua l’esibizione. Ora la bolla sferica prodotta si espande e va a scomparire; nel frattempo al centro si crea altra sfera di luce, molto luminosa, che iniziando a roteare, produce una magnifica spirale. Immagine quattro. Le sorprese però, non sono finite. Ora dalla sfera, esattamente a metà, si genera la fuoriuscita di un piano orizzontale, o barra. Intanto il tutto vortica.

5

Siamo di fronte ad aspetti estetici occasionali o intenzionali?.. Siamo certi che queste immagini non hanno un significato simbolico di grande valore?.. Osservandole, non si è indotti a pensare, che mentre l’universo pare dormiente, (immagine sei), la Luce Intelligente che tutto irradia e genera nella sua attività vorticosa, è la Vita stessa dell’Universo?

6

L’immagine sette, è una rappresentazione idealizzata della via Lattea. Il quadrato giallo indicherebbe la posizione della Terra. La propongo per richiamare alla mente, la similitudine con l’immagine cinque.

7

L’immagine otto è una rappresentazione delle diverse tipologie possibili di galassie. E’ impossibile non fare un accostamento, con quanto presenta il filmato. Quanto evidente dal filmato, non può non far pensare ad un messaggio intelligente ed intenzionale.

8

Cina - Giugno 2010

9

Altro spettacolare evento in Cina. Come evidente dall’immagine nove, giunge l’Essere di luce che, si ingrandisce a forma di goccia parzialmente luminosa e, con una lieve accelerata, si stacca dalla goccia di luce che precedentemente produceva. Foto dieci e undici.

10

L’effetto estetico è di quelli eccezionali. Esibizioni del genere, sono state sul nostro pianeta, sempre più frequenti negli ultimi tempi. Sarebbe ora che le autorità e la scienza, le raccogliessero in un insieme di dati veritieri, da fornire all’opinione pubblica. Basta nascondere mediante il segreto di stato o, di “status” di parte, per il voler gestire a piacimento e tornaconto la situazione.

11

Messico 2009

12

Anche in questo caso, come nella maggior parte degli altri, vediamo giungere l’ufo luminoso. Arriva frontalmente per poi allontanarsi a sinistra quindi ora lo vediamo lateralmente. Ad un certo punto aumenta fortemente la sua luminosità che poi, decresce mentre si allontana.

13


14

Come per il precedente caso cinese, ad un certo punto la parte luminosa che crea lo spettacolo, interrompe l’effetto scia/luminosa a goccia e se ne va. Nel fotogramma quindici, vediamo che la fonte luminosa pare assumere la caratteristica forma degli ufo/dischi volanti.

15

Russia 2006

16

Questo caso, facendo le debite proporzioni e, considerando l’anno in cui è avvenuto, si può considerare l’antesignano del caso norvegese del 2009. Ad un certo punto, la luminosità del nucleo dell’immagine sedici, sembra espandersi e scomparire; ma ecco che a breve distanza, compare nuovamente una sfera di luce. Immagine diciassette. Come avvenuto per i precedenti casi, quello messicano e quello cinese.

17

Fatto un certo percorso, inizia a vorticare, generando una spirale. Siamo nel 2006 e le spirali generate da ufo, sono una novità o quasi. Alla luce di questo caso, quello norvegese del 2009, assume un significato e un valore maggiore. Stiamo assistendo ad una evoluzione dei fenomeni.

18

Australia 2010

Un UFO che era "una spirale perfetta di luce", secondo testimoni oculari, è stata vista nell'Australia orientale alle 5:50 del 5 giugno 2010 ed era abbastanza grande da essere vista in ben tre stati australiani. Già precedentemente, nel Gennaio dello stesso anno, altra spirale era stata vista e, in quell’occasione, la causa tirata in ballo fu la presenza in Australia di impianti HAARP.


19

Negli ultimi tempi, in Australia, sono state riscontrate anomalie nella meteorologia locale e ciò, ha indotto l’opinione pubblica in quella direzione. Si è però anche ventilata la spiegazione in base alla quale si trattava di fenomeno “wormholes” ovvero, che fosse una manifestazione inter/dimensionale causata da intelligenza/e multidimensionali. Stessa ipotesi era stata espressa per il caso norvegese. Come è possibile costatare, tra le spiegazioni vige l’anarchia, il caos totale. Tante ipotesi per non dire nulla di certo e/o costruttivo. Quelli che sanno tacciono. Intanto, andando alla ricerca di tali fenomeni in internet, è possibile rendersi conto che il fenomeno “Spirali ed esseri di Luce”, è molto più frequente di quanto si pensi. I casi, quando sono resi noti dai notiziari, sono solitamente presentati singolarmente, come a se stanti. Vengono sovraesposti i dubbi e, sottoesposte le certezze. L’insieme del fenomeno non è mai presentato. Per l’occasione, Sono presentati nelle tv, degli opinionisti sottoposti e mercenari, che per conoscenza specifica dell’argomento, potrebbero tranquillamente fare ogni lavoro di manovalanza mercenaria. 

E’ ovvio che in internet, essendoci molti casi riportati, si potrebbe verificare che alcuni siano discutibili, se non dei falsi. Ciò che però conta è se il fenomeno esiste veramente. Se poi assistiamo al solito intento di delegittimazione, presente nei confronti di tutta l’ufologia, significa che la realtà produce fastidio al potere trasversale.

Israele-Turchia-Giordania


20

Migliaia di persone in Israele, Turchia e Giordania hanno vissuto un grande spavento, mentre guardavano una spirale UFO apparsa nel cielo. I centralini della polizia di questi paesi, come anche a Cipro e in Libano, sono stati letteralmente inondati di telefonate di cittadini in preda al panico, causato dalla misteriosa luce scintillante visibile nell’alta atmosfera.
Si sprecano le teorie sulla natura del misterioso fenomeno: dal fallito test missilistico alla caduta di un satellite nella nostra atmosfera; dall’apertura di un tunnel spaziale alla scia di un’astronave aliena. La spirale è comparsa intorno alle 20:45, e dopo poche ore di panico, il Ministero della Difesa russo ha dichiarato che un razzo di prova era stato lanciato appena sei minuti prima di quell’ora. Secondo la versione ufficiale, nel video si vedrebbe chiaramente l’inizio del fallimento del lancio. (Perché non specificare da quale base?) La spirale di luce nel cielo sarebbe causata dalla fuoriuscita del carburante che, incendiandosi ad alta quota, genererebbe queste forme geocentriche sorprendenti.
Anche il dott. Yigal Pat-El, presidente dell’Israeli Astronomical Association crede si tratti di un test missilistico fallito: “E’ molto probabile che un missile sia andato fuori controllo. Quello che la gente ha visto è causato dalla perdita di carburante. Il missile ha raggiunto un’altitudine di 200-300 chilometri ed è per questo che il fenomeno è stato osservato da tanti luoghi così distanti”. ( Perché non lo hanno visto altri paesi molto più vicini?) Un testimone ha dichiarato: “Non siamo stati in grado di vedere la fonte della luce. La scia luminosa era immensa. E’ stato veramente uno spettacolo insolito. Pochi istanti dopo abbiamo visto il movimento a spirale e il punto da cui proveniva la luce”.
Il comunicato del ministero della Difesa riporta che il paese ha lanciato un missile balistico intercontinentale di tipo “Topol”. Il lancio è avvenuto nella regione di Astrakhan, in Russia, in una zona di prova in Kazakhstan, a circa 2 mila miglia dal confine settentrionale di Israele (un po’ distante a dire il vero! N.d.r.).
Il fenomeno è molto simile a quello apparso nei cieli della Norvegia nel 2009 a seguito di un altro test missilistico russo, anch’esso fallito. La spirale fu avvistata a Tromso e anche in quella occasione, il ministero della Difesa russo comunicò il fallito lancio di prova di un missile tipo “Bulava”.

Russia maggio 2011

Una scia di luce avvistata di notte ha provocato allarme in più zone
MOSCA – Ennesimo avvistamento collettivo di un presunto Ufo in Russia: questa volta lo scenario è quello dei cieli del villaggio di Lesopilni, nella regione di Khabarovsk, in estremo oriente russo ai confini quasi con la Cina, dove gli abitanti locali hanno riferito alla tv locale ‘Gubernia’ di aver visto un gigantesco oggetto volante di circa 200 metri di diametro, quasi uno sciame di luci. Secondo il servizio giornalistico, diffuso nei giorni scorsi ma rimbalzato ora su internet, i militari di una base locale l’avrebbero visto a occhio nudo ma non sul radar e avrebbero provato a colpirlo con lanci di artiglieria. L’emittente ha trasmesso le interviste ad alcuni testimoni, tra cui un bambino che avrebbe tentato di filmare la scena con il cellulare ottenendo solo uno schermo scuro.

21

La spiegazione sarebbe nel lancio di un missile Meridian utile per comunicazioni militari via satellite, come confermato da un portavoce delle forze spaziali russe il giorno dopo. Un razzo Soyuz-2.1a sarebbe stato utilizzato per trasportare il Meridian 4, decollato dal centro spaziale di Plesetsk nel nord della Russia alle ore 09,41 di Mosca proprio mercoledì scorso. Dal dicembre 2009 quando in Norvegia fece scalpore una misteriosa luce a spirale, si susseguono i lanci di missili in orbita, con effetti spettacolari, che lasciano di sasso la popolazione e creano spesso un panico ingiustificato. Il servizio di sicurezza russo è stato tempestato di telefonate di chiarimenti da parte di cittadini preoccupati, al punto che il dipartimento della difesa ha emesso un comunicato per chiarire le circostanze.
Dopo tutti questi lanci non riusciti, qualcuno ha pagato per i danni prodotti?.. oppure è normale che i lanci non riescano?.. Perché non sono mai recuperati i resti dei missili?.. Perché alla tecnologia missilistica russa, così efficace sino a ieri, da un po’ di tempo, sfuggono così tanti missili?.. Perché la Russia continua a eseguire test missilistici su tutto il pianeta, senza il consenso degli altri paesi?.. La testimonianza parla di duecento metri di lunghezza; non sono troppi per un missile?.. Non è che questa faccenda ha il sapore di un maldestro cover-up internazionale?.. Grazie per non averci detto che si trattava di lampade cinesi.